Log in

 

Settore Giovanile Udinese, i risultati del fine settimana

Settore Giovanile Udinese, i risultati del fine settimana

Triplo impegno casalingo per le squadre Under dell'Udinese: nella 10° giornata di ritorno, le due formazioni Under 15 e Under 16 hanno sfidato i pari età dell'Hellas Verona, mentre l'Under 17 ha ospitato il Chievo. Le tre compagini bianconere hanno raccolto in totale due risultati utili su tre con un pareggio, una vittoria e una sconfitta.

Under 15: Nel lunch match contro l'Hellas Verona, l'undici di Ametrano ha pareggiato 3-3 con i gol di Ianesi, Agnoletti e Cudrig. Le zebrette infilano così il 7° risultato utile e si confermano al 4° posto (zona playoff) grazie ai 46 punti conquistati. Prossimo impegno il 2 aprile, quando con il Milan andrà in scena lo scontro diretto per il 3° posto.

Under 16: Contro i pari età scaligeri, i friulani hanno ottenuto un importante successo in ottica playoff, grazie alle reti in rimonta di Zamuner e Di Franco. Con il 7° risultato utile consecutivo, i bianconeri salgono a 38 punti, in attesa del recupero di domenica prossima contro il Cittadella, che li potrebbe proiettare ancora più in alto.

Under 17: Contro il Chievo, la formazione di mister De Biaggio ha ceduto solamente nella ripresa per 2 a 0, dopo un primo tempo combattuto e terminato a reti inviolate. Nell'11° giornata di ritorno i bianconeri saranno attesi dalla stimolante trasferta di Bergamo contro la capolista Atalanta, sconfitta all'andata per 3-2.

Risultati e marcatori bianconeri 23° giornata (10° di ritorno):

Udinese-Hellas Verona U15 3-3: Ianesi, Agnoletti, Cudrig;
Udinese-Hellas Verona U16 2-1: Zamuner, Di Franco;
Udinese-Chievo Verona U17: 0-2

Fonte: TuttoUdinese.it

Giovedì 9 marzo: Udinese-Bassano Virtus

“Prestigioso test amichevole per i nostri ragazzi! Nell'ambito delle amichevoli del giovedì dell'Udinese, nelle scorse settimane è stata programmata, una partita amichevole contro la formazione bianconera presso la Dacia Arena.

Subito un tuffo nel passato per mister Bertotto, che ritornerà nello stadio che l'ha visto protagonista per 13 stagioni, questa volta però alla guida del Bassano Virtus.

Appuntamento quindi a giovedì 9 marzo alle ore 15, alla Dacia Arena, con ingresso gratuito nel settore di Tribuna Centrale Nord”.

Under 16 , Udinese-Bologna 1-4

Under 16 , Udinese-Bologna 1-4

UDINESE: Crespi (41′ Moretti), Zanolla, Capuozzo, Snidarcig, Parpinel, Mazzolo, Oviszach (60′ Ballarini), Battistella (80′ Rigo), Ilic (80′ Zicchinolfi), Zamuner (25′ Esposito), Di Franco. All. Zompicchiatti

BOLOGNA: Garoia, Mazia (74′ Lelli), Capitanio, Beltrame (74′ Puccetti), Castaldi, Portanova, Antignano (74′ Benincasa), Santoro (67′ Pilastro), Rabbi (74′ Rebecchi), Adusa (67′ Ghion), Barnabà (62′ Broglia). All. Collina

Arbitro: Campagnolo di Bassano del Grappa

Marcatori: 10′ Adusa (B), 14′ Ilic (U), 31′ Rabbi su rigore (B), 55′ Rabbi (B), 66′ Mazia (B)

Ammoniti: Oviszach (U), Castaldi (B), Battistella (U), Benincasa (B)

Espulsi: 23′ Mazzolo (U)

  • Pubblicato in Under 16

Serie A, Udinese-Milan 2-1

Serie A, Udinese-Milan 2-1

Marcatori: 8’ Bonaventura, 31’ Thereau, 73’ De Paul

Udinese:
Karnezis, Faraoni (30’ Angella), Danilo, Felipe, Samir, Fofana (72’ Ali Adnan), Hallfredsson, Jankto, De Paul (90’+1’ Heurtaux), Zapata, Thereau.
A disposizione: Scuffet, Perisan, Angella, Gnoukouri, Perica, Matos, Lucas Evangelista, Ewandro, Balic.
All. Delneri

Milan:
Donnarumma, Abate, Paletta, Romagnoli, De Sciglio (74’ Vangioni), Kucka, Locatelli, Pasalic, Suso, Bacca (71’ Lapadula), Bonaventura (26’ Deulofeu) . A disposizione: Storari, Gomez, Antonelli, Zapata, Poli, Fernandez, Honda, Sosa, Bertolacci.
All. Montella

Arbitro: Luca Banti di Livorno. Assistenti: Fiorito e Alassio. Quarto uomo: Vivenzi. Addizionali: Rizzoli e Nasca.

Ammoniti: 45’+4’ Pasalic, 54’ Romagnoli, 61’ Samir, 70’ De Paul, 83’ Angella.

Tutto esaurito alla Dacia Arena per la gara contro il Milan che arriva dopo tre sconfitte consecutive per i bianconeri. Delneri deve rinunciare a Kums infortunato, scontata dunque la riproposizione della stessa formazione di Empoli con Hallfredsson dal primo minuto.
L’Udinese prova a partire subito aggressiva e dopo cinque minuti Thereau di sinistro costringe Donnarumma al primo intervento. Al primo affondo il Milan trova il gol: cross di Suso dal vertice destro dell’area e palla che arriva davanti all’area piccola dove Bonaventura, complice una disattenzione generale della difesa, ha il tempo di prendere rapidamente le misure e battere Karnezis.
Dacia Arena gelata dal vantaggio rossonero ma la squadra reagisce subito. Fofana cattura molti palloni ma il centrocampo difetta di precisione nell’ultimo tocco. Al 12’ Thereau non riesce a controllare un filtrante e sfuma una buona opportunità. Al 20’ è Paletta ad intercettare un pallone che stava per arrivare pericolosamente alle punte. Al 24’ Faraoni su cross dalla sinistra colpisce di testa ma la palla finisce di poco fuori. Nella dinamica del movimento, Faraoni si fa male al ginocchio sinistro. Montella è costretto a cambiare Bonaventura che lascia dopo 26’ minuti a causa di un problema muscolare, entra il nuovo arrivato Deulofeu. Alla mezzora getta la spugna anche Faraoni, zoppica vistosamente e Delneri lo sostituisce con Angella. Passa un minuto dal cambio e arriva il meritato pareggio: palla recuperata dall’Udinese nella sua trequarti, Hallfredsson spinge verso l’area poi apre a sinistra su Thereau che di potenza, di sinistro, scarica alle spalle di Donnarumma. Il francese poi corre sotto la tribuna a raccogliere l’abbraccio dei tifosi.
L’Udinese è più aggressiva e “cattiva” del Milan. I rossoneri provano a gestire il possesso palla ma commettono molti errori. Su uno di questi, Fofanà riparte ancora a gran velocità verso l’area di rigore poi sbaglia l’appoggio. Banti comanda quattro minuti di recupero. Prima di mandare le squadre al riposo, il direttore di gara ammonisce Pasalic, reo di aver bloccato Fofanà con il classico fallo tattico per evitare il contropiede. Il primo tempo finisce 1-1, ai “punti” avrebbe meritato qualcosa di più la squadra di Gigi Delneri.
Il secondo tempo inizia senza cambi. Parte subito bene l’Udinese, al 48’ Angella crossa un pallone pericoloso allontanato da Romagnoli. Al 51’ Zapata imbeccato da Hallfredsson calcia di sinistro da posizione defilata, Donnarumma gli nega il gol in uscita. L’Udinese insiste e al 54’ Romagnoli è costretto al fallo su Fofana al limite dell’area. Punizione e cartellino giallo. Hallfredsson calcia sulla barriera.
Si sveglia Bacca. Il colombiano chiama Karnezis alla respinta su conclusione insidiosa. Al 61’ primo cartellino giallo per l’Udinese: Samir blocca Locatelli al limite dell’area e finisce sul taccuino di Banti. Velenosa la punizione di Suso ma Karnezis vola e devia in corner.
L’Udinese non si accontenta e dopo aver lasciato per qualche minuto l’iniziativa al Milan, riparte alla ricerca del gol. Al 68’ ennesimo contropiede bianconero: Zapata in area calcia ma trova ancora Donnarumma pronto all’intervento. Prosegue il forcing dell’Udinese. De Paul ingaggia un duello in area avversaria con De Sciglio. L’argentino commette fallo e si bacca il cartellino giallo. Nel frattempo Montella toglie Bacca e inserisce Lapadula; Delneri richiama Fofana ed inserisce Adnan. Subito dopo l’Udinese va in vantaggio. Ripartenza di Jankto, apertura per De Paul, l’argentino appena vede lo spiraglio calcia un destro violento rasoterra che Donnarumma riesce solo a sfiorare. La palla si infila nell’angolino basso alla destra del portiere. Udinese meritatamente in vantaggio. Montella è costretto a togliere anche De Sciglio, sostituito da Vangioni al 74’. Il nuovo entrato risulta provvidenziale in chiusura su una ripartenza del duo Thereau – Zapata. Il tentativo di reazione del Milan è blando, i rossoneri trovano gli spazi chiusi dalla difesa attenta dell’Udinese. All’83’ giallo anche per Angella che commette fallo su Lapadula.
Hallfredsson manca di un soffio il 3-1 con un siistro potente che sibila alla destra di Donnarumma.
Risposta del Milan che guadagna un angolo all’87’. Sugli sviluppi Lapadula in mischia sfrutta un malinteso Danilo – Karnezis e calcia da distanza ravvicinata sul palo esterno.
L’arbitro concede sei minuti di recupero. Delneri toglie De Paul e inserisce Heurtaux per dare man forte alla difesa. L’Udinese gestisce bene il pallone, Zapata fallisce il 3-1 al 50’ calciando tutto solo addosso a Donnarumma prima del triplice fischio finale che libera la festa della Dacia Arena. Grande vittoria in rimonta per l’Udinese. Finisce 2-1, interrotta la serie negativa.

  • Pubblicato in Serie A

Ewandro decide Udinese-NK Krsko


Ewandro decide Udinese-NK Krsko

Il brasiliano realizza al 10' del primo tempo l'unica rete nell'amichevole infrasettimanale verso il Milan

UDINESE - NK KRSKO 1-0

MARCATORI: Ewandro al 10' pt

UDINESE: Scuffet, Faraoni (dal 1' st Vasko), Angella (dal 19' st Samir), Felipe (dal 1' st Danilo), Ali Adnan, Kums (dal 19' st Hallfredsson), Balic (dal 19' st Jankto), Matos (dal 19' st De Paul), Evangelista (dal 19' st Fofana), Ewandro, Perica (dal 19' st Zapata). All. Delneri

NK KRSKO: Zalokar, Sturm, Krajcer, Vuklisevic, Dusak, Pavic (dal 30' st Pusaver), Jovanovic, Gataric (dal 1' st Kovacic), Kramaric (dal 1' st Felja), Skrbic (dal 1' st Mensah), Dangubic. All. Petrovic

Test infrasettimanale alla Dacia Arena per l'Udinese di mister Delneri contro la formazione slovena dell'NK Krsko, militante in PRVA Liga, massima serie nazionale.

L'Udinese chiude la prima frazione avanti 1-0, frutto del centro targato da Ewandro, lesto al decimo minuto nell'infilare in porta un cross di Matos deviato sulla traversa. Gli ospiti provano a rispondere un quarto d'ora più tardi ma Scuffet respinge il diagonale di Dangubic. Al 30esimo bella combinazione sulla destra con tacco di Kums per Perica che non inquadra il bersaglio. Il croato impensierisce Zalokar per altre due volte prima della chiusura della prima frazione. Nella ripresa la tradizionale girandola di cambi non sposta il punteggio, consentendo a mister Delneri di valutare la condizione dei suoi uomini in vista della sfida ai rossoneri di domenica alle ore 15:00.

udinese.it

  • Pubblicato in Serie A

Serie A, Udinese - Roma 0-1

Serie A, Udinese - Roma 0-1

LA ROMA VINCE ALLA DACIA ARENA

Marcatori: 12’ Nainggolan

Udinese:
Karnezis, Faraoni, Danilo, Felipe, Samir, Fofana, Kums (74’ Ewandro), Jankto (52’ Perica), De Paul, Zapata, Thereau.
A disposizione: Scuffet, Perisan, Angella, Ali Adnan, Heurtaux, Hallfredsson, Lucas Evangelista, Balic, Matos.
All. Delneri

Roma:
Szczesny, Manolas, Fazio, Juan Jesus, Bruno Peres, Paredes, Strootman, Emerson Palmieri, Nainggolan, El Shaarawy (63’ Totti), Dzeko.
A disposizione: Lobont, Alisson, Vermaelen, Seck, Mario Rui, Gerson, Frattesi, Tumminello.
All. Spalletti

Arbitro: Damato. Assistenti: Petri e Ranghetti. Quarto uomo: Cariolato. Addizionali: Irrati e Di Paolo.
Ammoniti: 40’ Juan Jesus, 75’ Felipe, 78’ Fofana.

La Roma passa alla Dacia Arena grazie ad una rete al 12' di Nainggolan. Il centrocampista giallorosso decide la gara con un destro al volo su assist di Strootman, dopo che già in avvio gli ospiti si erano avvicinati al gol con El Shaarawy, fermato da un ottimo intervento di Karnezis. Poco dopo la Roma potrebbe portarsi sul doppio vantaggio, ma Dzeko fallisce l'opportunità del tiro libero dal dischetto. Scampato il pericolo l'Udinese entra in partita ed impegna Szczesny in un paio di occasioni, con Felipe e De Paul. Nella ripresa, complice l'ingresso di Totti, la Roma torna a farsi incisiva in attacco, ma la giornata no di Dzeko non favorisce la squadra di Spalletti. Il centravanti spreca malamente quanto costruito dai compagni, e l'Udinese resta in partita avvicinandosi al pareggio con Thereau nel finale. In classifica vincono tutte le prime inseguitrici della Juventus, impegnata stasera a Firenze, cosicchè Roma, Napoli e Lazio si avvicinano alla capolista con distanze immutate tra loro.

  • Pubblicato in Serie A

Mattiussi e Cioffi gli umori di un'intensa gara

Decima giornata del Campionato Primavera, domenica 04 dicembre 2016, presso il campo sportivo “Posto” di Pratola Serra (Av). Ore 10:30  Avellino 3 – Udinese 1.

Mattiussi prima e Cioffi dopo, i tecnici rispettivamente di Udinese ed Avellino primavera, si alternano nei commenti dopo l’incontro Avellino Udinese terminato 3 a 1. 

P.D.: “ Due pali, due traverse, un rigore fallito e quasi tutta la ripresa in dieci! La sua Udinese forse è stata un tantino sfortunata?”

Mattiussi: “ Purtroppo …tante cose, ma quando si perde una partita, dobbiamo pensare a che cosa si è sbagliato. Onore all’Avellino che ha vinto, ma noi siamo stati troppo presuntuosi e questa è una cosa che nel calcio si paga! I ragazzi se non capiscono che devono essere umili, concentrati ed attenti, oggi non vanno da nessuna parte! Questo oggi è stato palesemente dimostrato. La partita si era messa anche bene per noi. Siamo andati in vantaggio, abbiamo avuto subito la palla per chiuderla … non abbiamo fatto questo e poi siamo stati puniti! La squadra era molla, non aggrediva, ognuno giocava per proprio conto. Nel frangente abbiamo preso due goals, poi abbiamo avuto l’occasione per pareggiarla, su calcio di rigore. Chi ha battuto, non aveva mai sbagliato. Mi sono sgolato in quella occasione perché neanche sulla ribattuta non abbiamo avuto la determinazione giusta. A seguire poi abbiamo avuto tantissime occasioni, anche quando eravamo in inferiorità numerica abbiamo cercato di fare la partita. L’Avellino dal canto suo si è difesa con ordine, ma noi senza attenzione e senza grinta, non possiamo andare da nessuna parte.”

Cioffi Roberto, tecnico dell’Avellino, invece di diverso umore. Con la seconda vittoria in campionato arrivano anche le prime conferme di un lavoro che per questa stagione può considerarsi all’anno zero.

P.D.: “ Mister Cioffi, contro una blasonata del calcio giovanile, un Avellino tutta grinta?”

Cioffi: “ Ma … questo è quello che noi dobbiamo sempre fare! Noi siamo una squadra di provincia, nata solo da tre mesi e con delle scelte obbligate per onorare un campionato importante e difficile come quello primavera. Poi siamo capitati anche in un girone con tante squadre blasonate: Juventus, Chievo, Sassuolo, Empoli, la stessa Udinese che riescono sempre a lottare per le finali. Noi solo adesso stiamo conoscendo meglio questo tipo di girone e voglio sottolineare che nelle ultime gare anche nelle sconfitte i ragazzi appaiono con una maggiore coscienza di forza. Mettiamoci poi che tanti ragazzi tra il campo e la panchina sono dei 2000 e dei 2001. Questo fa capire che stiamo facendo un certo discorso per i Lupi, sperando che con me o senza di me questo discorso iniziato solo pochi mesi fa, vada avanti!”

Udinese, i convocati

Rifinitura anche per i nostri avversari, prima della partenza alla volta di Torino. Ecco i nomi dei giocatori convocati da Delneri per la partita contro la Juventus.

Portieri: Karnezis, Perisan, Scuffet

Difensori: Adnan, Angella, Armero, Felipe, Danilo, Heurtaux, Samir, Wague

Centrocampisti: Balic, De Paul, Fofana, Kums, Jankto, Lodi

Attaccanti: Matos, Penaranda, Perica, Thereau, Zapata

  • Pubblicato in Serie A