Log in

 

BRIMASCO VESTITO A FESTA PER L'AMICHEVOLE COL NAPOLI

In evidenza BRIMASCO VESTITO A FESTA PER L'AMICHEVOLE COL NAPOLI

La prima uscita dei gialloblu tra una buona prima mezzora e il netto divario con l’avversario

 

Dopo il primo test contro la Bassa Anaunia che mercoledì aveva visto Hamsik e compagni stravincere per 17-0 sul campo di Dimaro, il Napoli di Sarri trova un ostacolo più probante nel Trento che fa il suo esordio stagionale in un Briamasco gremito in ogni ordine di posto e con il nuovo main partner CasaTua a fare bella mostra di sé sulla maglia.

Per i quattromila spettatori accorsi da un po’ tutto il nord Italia, molti dei quali al seguito degli azzurri nel ritiro in Val di Sole, è stata una serata di festa, allietata da un clima ideale e dall’organizzazione congiunta tra la società di Via Sanseverino e l’Azienda di Promozione Turistica della Val di Sole che ha rasentato la perfezione.

Il pubblico ha assistito ad una prima mezzora in cui la squadra di Vecchiato, dopo un giorno e mezzo di preparazione appena e con un rodaggio inevitabilmente tutto da scontare, ha tenuto il campo con personalità e notevole spirito d’iniziativa dinanzi ad una delle squadre della Serie A più gradevoli da ammirare.

Il primo brivido della serata lo procura dopo appena due giri di lancette il calcio d’angolo con cui Ghoulam centra direttamente l’incrocio dei pali. Furlan e compagni non si lasciano irretire e al 9’ Lella prova la conclusione dalla distanza che Rafael blocca senza particolari patemi.

Al 17’ arriva il vantaggio del Napoli col tiro di Mertens dal limite che trova una deviazione e finisce alle spalle dell’incolpevole Grubizza che si rifà poco dopo sul destro ravvicinato di Callejon, cui fa eco la chiusura tempestiva di Cascone che alla mezzora chiude su Mertens nel bel mezzo dell’area piccola.

Ancora Grubizza prontissimo su Callejon con una temeraria uscita a terra poco prima di capitolare sul colpo di testa di Giaccherini che al 37’ si fa trovare pronto sul cross chirurgico dalla destra dello stesso Callejon.

Un solo giro di lancette e Chiriches porta a tre le segnature del Napoli, pescando un jolly dalla propria trequarti difensiva: gran pallonetto dalla distanza che si infila sotto la traversa nonostante il colpo di reni tentato dall’estremo difensore aquilotto.

La prima frazione si chiude con la quarta marcatura degli azzurri: Hamsik si invola verso il limite dell’area gialloblu, apre sulla destra per Callejon che mette la palla nell’angolino opposto con un rasoterra che ne premia la costante ricerca della profondità.

Le due protagoniste in campo affrontano il secondo tempo con profonde modifiche rispetto al primo come di consuetudine in questi match di preparazione. Vecchiato lascia in campo i soli Cascone, Furlan e Lella, mentre Sarri cambia tutti gli effettivi a disposizione: gli unici in lista a non assaggiare il campo saranno Boldini per il Trento e Maksimovic per il Napoli, entrambi non in perfette condizioni.

La cronaca racconta di un Insigne alla ricerca del gol attesissimo dai suoi tifosi che non arriva e un Milik efficace nel capitalizzare la mezzora scarsa concessagli dal mister partenopeo: prima insacca di testa al quarto d’ora su cross dello stesso Insigne e poi realizza la doppietta personale con una mezza rovesciata morbida dal limite dell’area piccola dopo la respinta di Cuoco su conclusione dal limite.

In mezzo la prima rete in maglia azzurra per Adam Ounas: il rapidissimo esterno franco-algerino fa apprezzare i proprio bagaglio tecnico con un pregevolissimo ed imprendibile tiro al volo.

Al termine della gara è rincorsa agli autografi, ai selfie e alla ricerca del cimelio con cui ricordare una festa che ha sancito il legame tra le due società, un’amicizia ribadita dal presidente Mauro Giacca che insieme a Edoardo De Laurentiis, vice presidente del Napoli e figlio di patron Aurelio, ha premiato i Giovanissimi 2003 del Trento che hanno conquistato il proprio girone di campionato nella scorsa stagione con uno score da record, guadagnandosi così coppa, medaglie e la possibilità di seguire la prestigiosa amichevole da bordo campo nell’ambito ruolo di raccattapalle.

Il Napoli tornerà a calcare il prato del Briamasco, ulteriormente abbellito con i lavori effettuati in questi ultimi giorni con relativo apprezzamento da parte della società partenopea, nella gara di martedì sera contro il Carpi e poi sabato prossimo contro il ChievoVerona.

Per il Trento, che ieri sera è già rientrato a Cavalese per proseguire il proprio ritiro, il prossimo appuntamento è per mercoledì alle 17 contro la Fiorentina a Moena.

 

Il tabellino di Trento 0 – Napoli 7

Reti: 17' Mertens, 37' Giaccherini, 38' Chiriches, 44' Callejon, 60' Milik, 62' Ounas, 67' Milik

 

Trento primo tempo (4-3-3): Grubizza; Rippa, Cascone, Brugger, Badjan; Furlan, Bertaso, Gattamelata; Lillo, Lella, Osti.

Trento secondo tempo (4-3-3): Cuoco (84’ Mahmuti); Falco, Cascone (61’ Calcagnotto), Casagrande, Dallavalle (65’ Appiah); Paoli (84’ Trevisan), Bacher, Furlan (73’ Cavagna); Ferraglia (70’ Marini), Lella (61’ Pangrazzi), Duravia. Allenatore: Roberto Vecchiato

A disposizione: Boldini

Napoli primo tempo (4-3-3): Rafael; Maggio, Chiriches, Albiol, Ghoulam; Rog, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Giaccherini.

Napoli secondo tempo (4-3-3): Sepe; Hysaj, Koulibaly, Tonelli, Strinic; Allan, Jorginho, Zielinski; Ounas, Milik (73’ Pavoletti), Insigne.

A disp: Maksimovic.

Allenatore: Maurizio Sarri.

Arbitro: Falvio Braghini di Bolzano (Enrico Repetto e Kevin Mazzucchi di Bolzano).

Note: Campo in perfette condizioni, spettatori 4mila circa, calci d'angolo 8 a 0 per il Napoli.

 

Ph. AC Trento