Log in

 

4 goal fanno male… specialmente in finale di Carlo Pogliani

4 goal fanno male… specialmente in finale di Carlo Pogliani

Ok, le colpe o presunte tali di Allegri mi sembra di averle illustrate nel post di due giorni fa. Ribadisco che la scelta di Barzagli per una mascherata difesa a tre in modo tale da affrontare la coppia Benzema-Ronaldo in superiorità numerica all’interno dell’area di rigore secondo il mio modesto parere è stata infelice perchè a differenza della coppia monegasca Benzema svaria e non dà punti di riferimento e in questo modo rinunci comunque a un esterno basso che ha facilità a spingere

 

La catena di destra Alves-Cuadrado con il Barca era stata perfetta e Neymar non aveva fatto danni al contrario di quelli procurati ai blaugrana dai due sudamericani. Cuadrado non era in forma? Dentro lo Svizzero e Dani a fare l’ala che entra nel campo (goal con la Lazio) . . . almeno così la penso io: in Italia tre centrali di ruolo possono pagare, in Europa pagano amaro dazio . . . stop. A parziale discolpa della guida tecnica bisogna altresì dire che il dover giocare l’intera annata con due centrocampisti affidabili visto che i vari Lemina, Asamoah, Rincon (?), Sturaro e il rientrante Marchisio (il crociato è il crociato) in chiave europea non possono circolare, ha sicuramente inibito eventuali altre soluzioni al 4-2-3-1 e all’ormai straabusato 3-5-2.

Se poi in finale a Chiellini-Bonucci-Barzagli viene il braccino del tennista e la loro prestazione legata a quella di Supergigi non raggiunge neppure il cinque in pagella beh . . . la frittata è servita. Quattro goal in finale con la Spagna in Nazionale più sette in due finali di Champions con in porta Buffon, non un Sirigu qualsiasi, mi sembrano un esagerazione per un trio difensivo che comunque fino a Cardiff aveva fatto bene anche giocando a quattro (in questo caso un duo). Tanto per dare un termine di paragone Scirea, Baresi e Samuel undici goal non li avrebbero presi neppure in undici finali.

Pjanic e Khedira sono i meno responsabili di questa debacle (un quattro a uno è pesante da digerire), perchè ormai sono sei mesi che cantano e portano la croce e se all’inizio del secondo tempo si sono trovati ad affrontare in inferiorità numerica Kroos, Modric e Isco va anche giustificata la loro evidentissima difficoltà. Andava inserito Marchisio? Forse . . . ma in Nazionale a ritmo di amichevole si è fatto male quasi subito, quindi . . . Quindi un po’ di colpa anche la società . . . vero? A Gennaio è arrivato “general Rincon” dal Genoa . . . vi sembra un rinforzo da Champions? L’ Inter del triplete che giocava con un modulo simile a quello di Max (non il suo preferito, su questo anche io concordo) annoverava per due posti a metà campo giocatori del livello di Cambiasso, Thiago Motta, Stankovic e all’occorrenza anche Zanetti. Quattro e tutti affidabilissimi e intercambiabili!

Non ho parlato di Casemiro perchè fino al momento del goal (meglio parlare di autogoal), aveva gravitato in zona Dybala impedendo qualsiasi forma di rifornimento al talento argentino. Nel momento in cui però tu ti schiacci troppo all’indietro anche Casemiro viene avanti e dalla media distanza (vedi Napoli), non è proprio un pippone qualsiasi. Se in una finale dove hai tutti i riflettori addosso non entri mai, dico mai, in area di rigore, qualcuno ha sbagliato qualcosa o lui ha sbagliato la partita. Io sono per la prima ipotesi, Dybala ha bisogno di Cuadrado come il pane perchè l’unico come lui in grado di saltare l’uomo e creare superiorità numerica. Senza Juan avversari di questo livello costruiscono una gabbia intorno al giocatore ritenuto fondamentale per fantasia e pericolosità e il giochino finisce. Per questo ritengo Paulo il meno responsabile in assoluto. Nel secondo tempo ha giocato a cinquanta metri dalla porta . . . o sbaglio?

Capitolo Higuain. L’argentino che io ritengo un interprete straordinario nel ruolo di centravanti (sessanta goal in due stagioni nel Campionato Italiano sono un’enormità), puntualmente quando si ritrova a dare prova della sua validità in campo internazionale… buca. Ricordo una semifinale di Europa League con il Napoli contro il Dnipro molto, molto deludente e le finali di Coppa America con il Cile dove, se non sbaglio, fallì addirittura dei rigori decisivi (l’anno in cui sbagliò anche quello con la Lazio per l’accesso ai preliminari di Champions). Con la Juve è stato decisivo solo con il Monaco e in finale non l’ha proprio mai vista tranne che nell’occasione dell’assist volante a Mandzukic (un altro arrivato esausto all’appuntamento più importante). Un conto è confrontarsi con Paletta e Murillo, con tutto il rispetto, un conto è ritrovarsi faccia a faccia con Sergio Ramos (ma che fenomeno assoluto lo spagnolo). Anche sua maestà Zlatan in Champions ha trovato grandi difficoltà perchè l’asticella si alza e gli avversari mordono . . . ma è un limite purtroppo! Se poi il mister ti chiede anche un po’ di fase di non possesso (un po’ troppa in verità), le tue lacune internazionali si allargano a dismisura. Ora sento parlare di partenza simultanea di Bonucci e Alex Sandro! Non saranno due fuoriclasse difensivamente parlando, ma sanno giocare a calcio bene, bene, bene e fanno goal, cosa non da poco per un difensore, al giorno d’oggi! Ripartire senza questi due è sinonimo di scarsa qualità là dietro, sicurissimamente. Un quattro a uno è un quattro a uno, quindi di scuse ce ne sono poche . . . per TUTTI, mister, giocatori e Società. Gli stessi che però sono reduci da tre double consecutivi. Quindi, testa bassa e pedalare, per una nuova stagione di grandi aspettative! Un consiglio Max: la prossima volta metti in campo tutti i più forti, perchè nessuno mi toglierà mai dalla testa che Dani Alves e Lichstainer esterni bassi sono più bravi di Barzagli e che Cuadrado può sparigliare le carte in qualsiasi momento e non solo a partita in corso. La miglior difesa è l’attacco . . . almeno per me!

A molto presto

ciao amigos

Dedicato a Kelvin con la speranza che tu possa al più presto sgambettare con un pallone come amico al tuo fianco . . . un abbraccio