Log in

 

S.S. Lazio C5 - Giovanissimi ed Allievi, il tecnico sarà Claudio Giuliani

La Lazio ha scelto, a Giuliani Giovanissimi e Allievi: ''Onorato di tale responsabilità''

Lo Scudetto Under 14 da difendere, gli Allievi da prendere in mano provando a riportarli sul trono del regionale: la Lazio abbraccia il suo futuro, affidando le chiavi delle due squadre Élite a Claudio Giuliani, confermatissimo sulla panchina dei Giovanissimi e pronto per il salto anche con l'Under 16.

Passeranno fra le sue sapienti mani i migliori talenti del settore giovanile laziale. Starà a lui, Claudio Giuliani, plasmarli provando a renderli giocatori pronti per palcoscenici ancor più importanti. Sono passate due settimane dallo Scudetto conquistato a Montecatini e l'impresa fatta comincia ad essere goduta appieno: “Ho seguito da vicino la Final Eight della Juniores, sia maschile che femminile e solo in quell'occasione ho potuto realizzare quanto fosse difficile raggiungere un traguardo come lo Scudetto. Nel percorso delle squadre ci sono tante, tantissime variabili, specie in una competizione che si gioca per tre giorni di fila. E allora sì, posso dire che quella con i Giovanissimi è stata un'impresa straordinaria, a tratti impensabile”.

Ma nel futuro della Lazio c'è quello di rendere un traguardo simile non extra-ordinario, bensì alla portata. Ogni anno dovrà essere un obiettivo al quale provare a puntare: “Per il blasone e per il lavoro che sta costruendo la società, dovremo sempre pensare di portare le squadre al top della categoria. Il discorso vale per la Juniores e per i Giovanissimi, ma anche per gli Allievi”. Già, quegli Allievi che hanno fermato il loro cammino in finale regionale, battuti dalla successiva finalista Scudetto, l'History Roma 3Z. Under 16 che dal prossimo anno saranno guidati dallo stesso Giuliani. “In quanto Lazio abbiamo il dovere di provare a confermare e migliorare i risultati fatti questa stagione. Mi è stato proposto di allenare gli Allievi prima della Final Eight dei Giovanissimi e questo sicuramente testimonia la fiducia che la società ha riposto in me e nel mio lavoro. Sarà un bel banco di prova, perché il campionato Allievi è ancor più difficile di quello Giovanissimi. Bisognerà preparare la squadra alla perfezione sotto ogni punto di vista: per arrivare fino in fondo serve tutto, la finale Scudetto fra l'History e la Meta ne è stata la testimonianza, visto il livello in campo delle squadre, con giocatori già pronti per recitare ruoli da protagonisti nelle prime squadre”.
Un grande carico di responsabilità, con la pressione però Giuliani ci fa amicizia “Non la sento, anzi, chi fa questo mestiere deve essere pronto per queste cose. Ci sarà da lavorare tanto, convinti di quello che andremo a fare, forti delle nostre idee” conclude il tecnico.

S.S. Lazio Calcio a 5 – Ufficio stampa