Log in

 

Maceratese, Giunti: “Sotto con la Feralpi. L’obiettivo salvezza deve essere ancora conseguito”

Dal punto di vista psicologico, dopo i tanti attestati di stima della città, dei tifosi e dell’amministrazione Carancini avvenuti nel corso della settimana, come si sente la squadra di Federico Giunti alla vigilia dell’importante match per la salvezza con la Feralpi?
“Gli attestati di stima ricevuti da parte di tutti – sottolinea l’allenatore della Maceratese - sono stati graditissimi. In particolare la cena con i tifosi durante la quale siamo stati bene e che è stata ben riuscita. Vogliamo continuare a profondere il massimo impegno sul campo, come già detto e dimostrato più volte, volto al raggiungimento di un risultato sportivo che mi auguro sia il prologo di un progetto più ampio a fine stagione. Intanto spero che chi rileverà la Maceratese abbia chiara la situazione. Ci sono scadenze incombenti da rispettare assolutamente”.

Passando al campo, contro la Feralpi si può parlare di match-point in chiave salvezza?
“Dovremo cercare di sfruttare al massimo la prima delle 8 partite che ci separano dalla fine del torneo e sono contento che la gara si giocherà davanti al nostro pubblico perché dal girone di ritorno l’Helvia Recina è ridiventata il nostro fortino. Era ciò che ci eravamo ripromessi di fare dopo Natale. Tuttavia la partita nasconde delle insidie perché reputo la Feralpi Salò alla stessa stregua della Reggiana. Purtroppo per loro anche dopo il cambio di allenatore il salto di qualità non è avvenuto. Dobbiamo essere intensi nella nostra prova per metterli in difficoltà”.

Come vedi il punto conquistato a Lumezzane?
“È stato molto importante. Anche in questa occasione i ragazzi hanno dimostrato di stare molto bene. Se non fossimo stati in buona forma fisica non avremmo pareggiato nel finale, dopo aver chiuso un paio di pericolose ripartenze dei padroni di casa”.

L’assenza di Perna con questo stato di forma generale si può mascherare di più?
“Anche con la Reggiana Perna mancava per squalifica, eppure abbiamo vinto. Abbiamo altre soluzioni che ci possono rincuorare da qui alla fine del torneo. Se Armando non sarà presente in campo, resterà tuttavia al fianco dei compagni e ciò sarà importante per farli sentire tranquilli”.

Dubbi di formazione?
“Ragionerò ancora un po’ su come schierarci davanti. Ad esempio domenica scorsa l’ingresso di De Grazia e Petrilli è stato determinante. Dovrebbero essere avvantaggiati per far parte dell’undici di partenza, ma tutti gli altri devono farsi trovare sempre pronti perché, proprio come contro il Lumezzane, gli innesti di giocatori che entrano subito in partita possono diventare determinanti”.

Ritmi alti come contro la Reggiana?
“Sì, anche se bisognerà fare i conti con il caldo. Loro hanno tre punti di riferimento davanti che possono metterci in difficoltà. Segnano molto ma dietro concedono qualcosa. Se riuscissimo a stare corti, stretti, compatti quando hanno loro la palla, potremmo cavare il ragno dal buco. Fino alla fine daremo tutto come contro il Lumezzane, alla cui compagine abbiamo del resto concesso poco”.

All’andata la Maceratese perse 2-0, che cosa bisogna fare per evitare di … ripetersi?
“Allora fummo protagonisti di una discreta gara. Potevamo pareggiare e non ci riuscimmo, dopodiché incassammo il raddoppio a 3’ dalla fine. Da quel momento in poi, però, siamo cresciuti notevolmente nonostante i vari problemi societari”.

Considerati appunto i problemi, Giunti si aspettava una Maceratese in questa posizione a 8 gare dalla fine?
“Ci speravo, ma forse era difficile aspettarsi una tale posizione a questo punto del torneo. In certe situazioni, però, non c’è una ricetta universale. I ragazzi sono stati molto bravi a reggere in ogni circostanza. Hanno ragionato con un’unica testa e ciò, l’unità, la compattezza, è stata la nostra forza. I miei giocatori hanno retto ad ogni avversità. Ma l’obiettivo che ci siamo prefissati non è stato ancora raggiunto. Perciò, pensiero fisso alla Feralpi!”.

Per conquistare l’agognata salvezza quanto prima. In attesa di buone nuove sull’altro fronte.

I convocati vs Feralpi Salò

1)Moscatelli, 2)Gremizzi, 3)Broli, 4)Bondioli, 5)Marchetti, 6)Gattari, 7)De Grazia, 8)Quadri (Cap), 9)Colombi, 10)Turchetta, 11)Petrilli, 13)Marco Massei, 14)Ventola, 15)Allegretti, 16)Palmieri, 19) Malaccari, 20)Mestre, 21) Bangoura, 22)Forte, 23)Franchini, 26)Moroni, 30)Ingretolli, 31)Sabato.

 

Lega Pro, Viterbese - Lucchese 2-0

Viterbese: iannarilli, Pacciardi, Dierna, Cuffa (3' st Cardore), Falcone, Jallow, Neglia (31' st Paolelli), Pandolfi, Varutti, Doninelli, Celiento. A disp. Pini, D'Antonio, Micheli,Chiani, Battista, Miceli, Sandomenico, Fioravanti, Petroselli.All. Puccica.

Lucchese: Nobile, Tavanti, Maini, Mingazzini (19' st Bragadin), Raffini Fanucchi, Nolé, Bruccini, Espeche, Cecchini (17' st Merlonghi, Dermaku. A disp. De Masi, Brusacà, Cannoni, Gargiulo, De Martino. All. Galderisi.

Arbitro: De Tullio di Bari

Reti: 27'pt Cuffa, 25' st Neglia

Note: ammoniti Dierna. Celiento, Mingazzini.