Log in

 

Primavera, Trapani - Napoli 1-0

Reti: Portovenero al 19′ s.t.

Trapani: Compagno, Tumminelli, Martina, Palermo, Mule’, Cosentino, Portovenero (dal 37′ s.t. D’Angelo), Dampha, Opoku (dal 35′ s.t. Canino), Taufer, Flueras (dal 26′ s.t. Musso).
A disposizione: Alunni, Marino, Polesano, Giammarinaro, Muratore, Federico, Tornetta, Licari.
All. Longo

Napoli: Marfella, Schiavi, D’Ignazio, Gaetano, Marie Sainte, Milanese, Russo (dal 12′ s.t. Zerbin), Otranto, Leandrinho, Acunzo (dal 28′ s.t. Abdallah).Liguori (dal 12′ s.t. Della Corte).
A disposizione: Schaeper, Esposito, Riccio, Migliaccio, Catavere, Daddio.
All. Saurini.

Arbitro: Francesco Raciti di Acireale; assistenti: Danilo Ruggeri di Palermo e Carmelo De Pasquale di Barcellona Pozzo di Gotto
Note: Ammonito Portovenero al 28′ s.t. Espulso Milanese al 44′ s.t.

La cronaca
7’Primo angolo del match in favore del Napoli. Palla sul secondo palo dove c’è Liguori che colpisce di testa ma Compagno è straordinario nella circostanza ad opporsi
9′ Dampha in pressione su Marfella lo costringe al rinvio direttamente in rimessa laterale
13′ Palermo vede il taglio in area di Portovenero che viene però contenuto da D’Ignazio favorendo l’uscita del suo portiere
14′ Gaetano dalla media distanza. Compagno sicuro
20′ Fuori il colpo di testa di Milanese
21′ Occasione Napoli con Liguori che rientra sul sinistro, vede sul secondo palo Russo che sceglie il colpo in tuffo di testa. Compagno ancora una volta è super
25′ Recupera palla Martina in posizione avanzata. La mette al centro bassa per Opoku, sombrero sul difensore, tiro col mancino e Marfella dice no col piede. L’azione prosegue con lo stesso attaccante che però non riesce a rimanere freddo per insaccarla con il numero uno partenopeo che blocca in due tempi
30′ Napoli vicino al gol con Gaetano che spreca una buona occasione da ottima posizione all’interno dell’area
39′ Trapani in ripartenza con Dampha, palla a Taufer che entra in area, conclude col sinistro che si rivela però debole
40′ Dampha guida una ripartenza, messo giù, vantaggio del direttore di gara perché la palla ce l’hanno ancora i locali. Taufer conclude col sinistro, troppo debolmente però e la sfera è facile preda del portiere
41′ Liguori insiste in area ma per l’ennesima volta Compagno evita il gol
42′ Partita molto divertente. Il Trapani ci prova in verticale: Flueras, trovato centralmente, tenta il pallonetto ma ne viene fuori un passaggio a Marfella, sprecando una potenziale occasione per l’1-0
Niente recupero. Finisce il primo tempo
48′ Portovenero vede il taglio di Flueras che però viene anticipato sul più bello da Schiavi
53′ Taglio di Dampha in area che sbaglia il controllo, viene rimontato in diagonale da D’Ignazio. Angolo per i granata. Scontro tra i due, nulla di grave fortunatamente.
58′ Azione personale di Palermo che tira cercando di eludere il portiere, il quale la tocca quel tanto per mandarla sulla traversa
64′ 1-0! Il Trapani riparte velocissimo, Napoli scoperto. Situazione di quattro contro due: Opoku centralmente per il vicino Portovenero che resta freddissimo e batte Marfella
89′ Napoli in dieci per l’espulsione di Milanese che ha fermato Musso lanciato in porta. Nella punizione dal limite successiva, palo clamoroso di Palermo
93′ Mule’ decisivo su Zerbin
Dopo quattro minuti di recupero, termina 1-0 per il Trapani. Decide Portovenero.

Le parole di mister Alessandro Longo: “Nel primo tempo gli avversari sono stati bravi, hanno prodotto una palla gol in più rispetto a noi ma anche noi con Flueras e Opoku, i quali si sono presentati a tu per tu col portiere. Sul piano del gioco credo che il Napoli abbia fatto meglio, noi avevamo problemi in mezzo al campo. Nella ripresa, la squadra è scesa in campo più equilibrata e cosciente del compito tattico che aveva da svolgere in campo. I risultati si sono visti; a parte tutto, credo che bisogna fare un grande plauso a questo gruppo che riesce a produrre delle prestazioni credo eccellenti, anche davanti a squadre che hanno più risorse rispetto a noi”.

Primavera, Brescia - Trapani 2-3

Reti: De Paoli (rig.) al 10′ p.t., Milanesi al 17′ p.t., Opoku al 26′ p.t., Dampha al 7′ s.t., Flueras al 41′ s.t.

Brescia: Arrighi, Torri, Baronio, Mangraviti (dal 14’ s.t. Galante), Carminati (dal 16’ s.t. Venturelli), Gentili, Minessi, Tonali, Milanesi, Vassallo, De Paoli (dal 14’ s.t. Ferrari).
A disposizione: Ndoj, Licini, Fiorentino, Gregorio, Frassine, Ibrahim, Nehza.
All. Bruni

Trapani: Compagno, Tumminelli, De Santis, Palermo (dal 40’ s.t. D’Angelo), Mule’, Martina, Licari (dal 18’ p.t. Cosentino), Dampha, Opoku (dal 37’ s.t. Canino), Taufer, Flueras.
A disposizione: Alunni, El Badaoui, Musso.
All. Longo

Arbitro: Daniel Amabile di Vicenza; assistenti: Francesco Biava di Vercelli e Alberto Zampese di Bassano del Grappa
Note: Ammoniti Gentili e Dampha. Espulso De Santis al 10′ p.t. Calci d’angolo 5-2 per il Brescia

Con il cuore, con la grinta e di rimonta. Che carattere la Primavera del Trapani! La formazione di mister Longo, nella 23^ giornata del campionato Primavera Tim, ottiene una staordinaria vittoria per 2-3. Questi tre punti permettono ai granata di staccarsi proprio dal Brescia, ultimo a 9 punti e di agganciare a quota 14 lo Spezia. Eppure le cose si erano messe più che in salita per Compagno e soci che al 10′ sono sotto di un gol e soprattutto di un uomo: in occasione dell’episodio del calcio di rigore trasformato successivamente da De Paolo, De Santis commette fallo da ultimo uomo lasciando i suoi in dieci per ottanta minuti. La partita sembra indirizzarsi sempre più verso l’undici locale quando Milanesi al 17′ sigla il raddoppio. Il Trapani ha un sussulto e la riapre al 26′ con Opoku. Al rientro in campo dagli spogliatoi, pronti via e la riacciuffa il Trapani con Dampha. Prendono sempre più campo i granata che, a quattro dal termine, effettuano il definitivo sorpasso con Flueras.

Primavera, Trapani - Perugia 1-3

Reti: Taufer al 17’ s.t., Salvucci al 28’ s.t., Di Nolfo al 34’ s.t., Rondoni al 40 s.t.

Trapani: Compagno, Tumminelli, De Santis, Palermo, Marino, Cosentino, Taufer, Dampha (dal 38’ s.t. Portovenere), Musso, Canino (dal 5’ s.t. D’Angelo), Opoku (dal 32’ s.t. Flueras).
A disposizione: Alunni, Mule’, El Badaoui, Novara, Licari, Di Maggio.
All. Longo

Perugia: Santopadre, Gualtieri, Manga, Polidori, Achy, Ceccuzzi (dal 16’ s.t. Amadio), Panaioli (dal 36’ s.t. Patrignani), Rondoni, Mirval, Di Nolfo, Salvucci (dal 40’ s.t. Calzolai).
A disposizione: Sorci, Vicaroni, Buzzi, Pellegrini.
All. Ciampelli

Arbitro: Alberto Santoro di Messina; assistenti: Matteo Guido e Vincenzo Madonia di Palermo

Note: Ammonito Canino al 3’ s.t., Tumminelli al 22’ s.t. Calci d’angolo 5-1 per il Trapani

La cronaca
Avvio di gara di studio tra le due squadre. Nessuna azione degna di nota fino al 21’ con un pallone in profondità a servire Mirval che salta Compagno in uscita ma a porta vuota non riesce ad insaccare.
23’ Tiro a giro di Salvucci che becca la traversa
26’ Altra chance per gli ospiti con Panaioli che si incunea in area, passaggio dentro per Mirval che da buona posizione manda di poco a lato.
31’ Il disimpegno errato del Trapani favorisce la ripartenza del Perugia. Fortunatamente per i granata, il tiro di Rondoni è debole e centrale.
40’ Mancino centrale di Palermo. Santo padre in due tempi.
41’ Tiro dalla bandierina del Trapani. Musso di testa manda a lato anticipando Tumminelli che arrivava senza marcatura.
42’ Meglio il Trapani nel finale di prima frazione. Ancora Palermo ci prova daalla distanza, soluzione deviata. Calcio d’angolo che però non sortisce gli effetti sperati.
Inizia il secondo tempo
48’ Il cambio gioco di Palermo diventa un tiro che costringe Santopadre a rifugiarsi in corner
61’ Incursione in aerea di Taufer, c’è ben posizionato all’interno Musso che viene servito. Il suo tiro viene stoppato da un difensore. Sarebbe stata una potenziale occasione per il vantaggio
62’ 1-0! Trapani in vantaggio. Bella l’azione corale giocata sul lato sinistro del campo: Musso serve l’inserimento di D’Angelo, il quale vede Taufer. Gli cede la sfera, destro potente e radente che si infila alle spalle di Santopadre
68’ Punizione di Di Nolfo che aggira la barriera: Compagno si oppone anche con l’aiuto del palo, la difesa poi riesce a sventare
70’ Compagno in uscita bassa si oppone a Salvucci
73’ Salvucci questa volta batte Compagno. È parità. 1-1
79’ Sorpasso del Perugia. Centralmente fanno male gli ospiti. Sponda di Salvucci e sinistro sotto l’incrocio di prima intenzione di Di Nolfo
85’ Rondoni a giro dal limite fa 1-3
Termina 1-3.

Primavera, Spal - Trapani 2-1

Reti: Vago al 1′ p.t., Ubaldi al 10′ p.t., Musso al 43′ p.t.

Spal: Thiam, Boccafoglia (dal 20′ s.t. Strefezza), Equizi, Spaltro (dal 6′ s.t. Granziera), Scarparo, Picozzi, Cantelli, Ferrari, Ubaldi (dal 35′ s.t. Parolin), Artioli, Vago.
A disposizione: Seri, Cannistra, Anostini, Righetti, Foschini, Amore, Boreggio, Balboni, Clement.
All. Rossi

Trapani: Compagno, Marino, Martina, Dampha, Cosentino, El Badaoui (dal 45′ s.t. Licari), Melkamu, D’Angelo, Musso, Muratore (dal 42′ s.t. Flueras), Opoku.
A disposizione: Alunni, De Santis, Mule’, Portovenero.
All. Longo

Arbitro: Cristian Cudini da Fermo; assistenti: Vincenzo Adriano Catucci di Pesaro e Graziano Vitaloni di Ancona
Note: Calci d’angolo 4-1 per il Trapani

Succede tutto nei primi 45 minuti di gioco tra Spal e Trapani, valevole per la ventunesima giornata del campionato Primavera TIM. Non c’è nemmeno il tempo di accomodarsi che i padroni di casa si portano subito in vantaggio grazie alla rete siglata da Vago. L’inizio da incubo prosegue e diventa ancor più cupo al 10′ quando Ubaldi firma il punto del 2-0. La gara sembra mettersi in discesa per i biancocelesti ma, al tramonto del primo tempo, al 43′, ecco ancora una volta il gol di Antonino Musso, decisivo all’andata allo scadere, a rimettere tutto in discussione. Nella ripresa il Trapani cerca a più riprese la via del pari ma, nonostante l’arrembaggio finale con gli ingressi di Licari e Fluersa, è la Spal a vincere.

Primavera, Trapani - Milan 0-2

Reti: Zanellato al 28’ p.t., Cutrone all’11’ s.t.

Trapani: Compagno, El Badaoui, Martina, Marino, Mule’, Cosentino, Opoku (dal 37’ s.t. D’Angelo), Dampha (dal 20’ s.t. Taufer), Musso, Muratore, Portovenero (dal 37’ s.t. Flueras). A disposizione: Alunni, Benenati, Caradolfo, Ingoglia, De Santis, Novara, Giammarinaro, Tornetta, Licari. All. Longo

Milan: Guarnone, Hadziosmanovic (dal 43’ s.t. Llamas Acuna), Zucchetti, Bellodi, El Hilali, Altare, Torrasi (dal 43’ s.t. Forte), Zanellato, Cutrone, Gabbia (dal 30’ s.t. Modic), Hamadi. A disposizione: Del Ventisette, Iudica, Bellanova, De Piano, Pobega, Tsadjout. All. Nava

Arbitro: Eduart Pashuku di Albano Laziale; assistenti: Pietro Guglielmi di Albano Laziale e Antonello Mangino di Roma 1

Note: Calci d’angolo 6-5 per il Trapani

Passa il Milan al “Roberto Sorrentino”. Nulla da fare per l’undici di Longo che, nonostante il divario, ha proposto una buona prestazione. Un gol per tempo per i rossoneri: apre Zanellato nel primo tempo al 28’. Nella ripresa Cutrone fissa il risultato sul definitivo 0-2. Decisivo in più occasioni Compagno. Il Trapani resta a 11 punti in classifica

Primavera, Spezia - Trapani 1-0

Marcatori: 39'st rig. Cecchetti (S)

SPEZIA: Fontana, Posenato, Panaccione, Manfredi, Maigini, Acampora (18'st Gavini), Giuliani, Martorelli, Capelli (27'st Vatteroni), Cecchetti (C), Suleiman (44'st Monti)
A disp. Barone, Cantatore, Della Pina, Selimi, Demofonti
All. Giampieretti F.

TRAPANI: Compagno, Marino, Martina, D'Angelo, Mulè, De Santis (44'st Cosentino), Licari (32'st Portovenero), Dampha, Musso (C), Muratore, Flueras (32'st Opoku)
A disp. Alunni, Tornetta
All. Longo A.

Arbitro: Sig. Guarnieri di Empoli
Assistenti: Sig. Nuzzi di Valdarno - Sig. Garzelli di Livorno

Nel posticipo del 19° turno di campionato, gli aquilotti di Flavio Giampieretti si impongono di misura sui pari età del Trapani al termine di una buona prova corale e che, in attesa del recupero con il Cesena in programma mercoledì, permette ai bianchi di portarsi a quota 13 punti in classifica, scavalcando proprio la compagine siciliana.
Dopo un commovente minuto di raccoglimento iniziale in memoria della madre di Luca Cecchetti, tragicamente scomparsa insieme ad altri tre alpinisti del CAI di La Spezia a Gressoney-Saint-Jean il 16 febbraio scorso, la prima occasione è di marca spezzina ed arriva al 13', quando su cross di Posenato, Capelli spedisce a lato di un soffio. In una prima frazione avara di emozioni, al 36' è ancora lo Spezia a sfiorare il vantaggio, ma sulla bella punizione dal limite di Suleiman, Compagno vola all'incrocio dei pali, mettendo in calcio d'angolo.
Nella ripresa sono sempre gli aquilotti, in campo con il lutto al braccio, ad andare vicini al vantaggio, ma al 20' il tentativo di Posenato termina di poco alto sopra la traversa siciliana. Al 21' è Licari a mettere paura allo Spezia, ma il suo colpo di testa termina sul fondo, mentre al 23' è ancora Capelli su assist di un ispirato Posenato a sfiorare il gol, ma la palla termina contro i cartelloni pubblicitari. Lo Spezia spinge alla ricerca del gol da tre punti, ma al 35' sulla conclusione a botta sicura di Giuliani, Compagno si supera ancora una volta, compiendo davvero un grande intervento tra gli applausi del pubblico presente sugli spalti dell' "Intels Training Center - Bruno Ferdeghini". Appena sessanta secondi dopo è Martorelli a provarci senza fortuna, ma il gol è nell'aria ed al 37', per un evidente tocco di mano in area siciliana, il direttore di gara concede la massima punizione in favore dei ragazzi di mister Giampieretti: dal dischetto si presenta Cecchetti che non sbaglia, facendo esplodere la gioia della compagine spezzina in un'esultanza davvero speciale. Negli ultimi minuti di gioco il Trapani si riversa in avanti alla ricerca del pareggio, ma al 42' Suleiman in contropiede non ne approfitta ed in pieno recupero lo Spezia rischia grosso, ma sugli sviluppi di un batti e ribatti in area aquilotta è Panaccione a salvare sulla linea, consentendo così ai ragazzi di mister Giampieretti di festeggiare una meritata vittoria.
www.acspezia.com

Primavera, Trapani - Fiorentina 1-7

Reti: Dampha al 3′ p.t., Diakhate al 16′ p.t., Mlakar al 36′ p.t. e al 21′ s.t., Caso al 25′ s.t. e al 43′ s.t., Castrovilli al 29′ s.t. e al 40′ s.t.

Trapani: Compagno, Marino, Martina, Tornetta (dal 41’ p.t. Muratore), Mule’, De Santis, Licari, Canino, Musso, Dampha (dal 21’ s.t. Opoku), Flueras (dal 18’ s.t. Portovenero).
A disposizione: Alunni, Benenati, Caradolfo, Ingoglia, Cosentino, D’Angelo, Novara, Giammarinaro, Federico.
All. Longo

Fiorentina: Cerofolini, Scalera, Illanes Minucci (dal 30’ s.t. Ferigra), Chrzanowski, Militari, Pinto, Maganjic (dal 45’ p.t. Caso), Diakhate, Mlakar, Castrovilli, Trovato (dal 15’ s.t. Valencic).
A disposizione: Ghidotti, Ranieri, Mosti, Sottil, Faye.
All. Guidi

Arbitro: Alberto Santoro di Messina; assistenti: Domenico Palermo di Bari e Gianluca D’Elia di Ozieri
Note: Ammoniti Dampha al 12’ p.t., Canino al 28’ p.t., Musso al 32’ s.t. Espulso Diakhate al 33’ p.t.; espulso Canino per doppia ammonizione al 37’ p.t. Calci d’angolo 5-1 per la Fiorentina

La primavera di mister Guidi travolge il Trapani in Sicilia: al fischio finale il risultato è di 7-1 a favore dei viola (stesso numero di reti segnate all'andata). Da segnalare tre doppiette: di Mlakar,Castroville e Caso. In rete anche Diakhate. Con questo risultato i viola salgono momentaneamente in seconda posizione (a 38 punti) scavalcando la Sampdoria di una lunghezza, in attesa delle gare che si disputeranno nel pomeriggio.

 

Primavera, Trapani - Cesena 2-1

Reti: Musso al 41’ p.t., Dhamo al 15’ s.t., Flueras al 21’ s.t.

Trapani: Compagno, Caradolfo (dal 22’ s.t. Cosentino), Martina, Dampha, Mule’, De Santis, Licari (dal 31’ s.t. Tornetta), Canino, Musso, Muratore, Flueras (dal 33’ s.t. Novara).
A disposizione: Alunni, Benenati, Ingoglia, D’Angelo, Palermo, Giammarinaro, Federico, Di Maggio.
All. Longo

Cesena: Bianchini, Sommahin (dal 25’ s.t. Garattoni), Carnicelli, Salcuni, Farabevoli, Cavallari, Kondic, Dhamo, Akammadu, Andreoli (dal 15’ s.t. Tommasini), Urso (dal 22’ s.t. Maleh).
A disposizione: Fantini, Ceccacci, Felli, Gasperoni.
All. Angelini

Arbitro: Andrea Capone di Palermo; assistenti: Vincenzo Madonia di Palermo e Salvatore Sangiorgio di Catania

Note: Ammoniti Urso al 29’ p.t., Kondic al 45’ p.t., Mule’ al 19’ s.t., Cavallari al 20’ s.t. Calci d’angolo 5-4 per il Cesena

Convince e soprattutto vince il Trapani che in mattinata supera per 2-1 il Cesena. Buona la prova da parte di tutti i ragazzi di mister Longo. A proporsi per prima in avanti sono però gli ospiti che al 6’ sostano a lungo all’interno dell’area granata. La sfera viene messa fuori trasformando l’azione in contropiede con Flueras che la inizia, la sviluppa e decide anche di concluderla, debolmente quando avrebbe anche potuto servire un compagno. La prima vera palla gol della gara giunge all’11’ ed è di marca emiliana: spiove un pallone in area dove si fionda Akammadu che non ci pensa due volte concludendo da distanza ravvicinata ma straordinario è Compagno a negargli la gioia del gol. I granata rispondono con un’azione enorme al 24’: sugli sviluppi di un calcio di punizione, Mule’ è libero di stoppare e concludere. L’impatto con la sfera è tutt’altro che dei migliori ma si trasforma in un assist per Fluera che si avventa tirando però sull’esterno del palo a Bianchini fuori causa. L’incontro si mantiene gradevole e il Cesena al 27’ con Carnicelli guida all’attacco una nuova azione: il terzino ne fa fuori tre, palla in mezzo, non ci arriva Akammadu, la tocca Compagno senza riuscire a tenerla ma la difesa riesce comunque a liberare l’area. Licari al 35’ orchestra una ripartenza sulla sinistra, gli emiliani sono scoperti a seguito di un corner. L’esterno granata vede il taglio centrale di Flueras, lo serve; l’attaccante vuole il dribbling sul portiere che però non si fa sorprendere stoppando la sfera addirittura col piede. Il gol del vantaggio a ridosso della fine del primo tempo: uno, due calci d’angolo consecutivi prima del terzo, quello letale per il Cesena. Dalla bandierina Flueras mette la sfera all’altezza del limite dell’area piccola dove trova il colpo di testa vincente di Musso che fa 1-0. E’ un brutto colpo per il Cesena che rischia di subìre il raddoppio pochi secondi dopo con Musso che vuole ricambiare il favore servendo un assist di testa a favorire il diagonale mancino di Flueras. Il tiro dell’attaccante esce fuori di pochissimo a lato dal palo più lontano difeso dal portiere.
La ripresa si riapre così come era terminata la prima frazione di gioco, ossia con una palla gol per il Trapani che al 50’ si trova sull’out di sinistra con Muratore che gioca sulla linea di fondo, resiste alla carica di un avversario, entra in area per proporre in mezzo. Canino è in controtempo senza riuscire a spedirla in rete; la sfera diventa buona per la disponibilità di Licari che già pregusta il gol ma il tiro è provvidenzialmente ribattuto da un difensore. Gol sbagliato-gol subìto perché alla prima possibilità i bianconeri la pareggiano da angolo con la rete siglata Dhamo. Il Cesena vuole i tre punti ma a passare nuovamente avanti sono De Santis e compagni. L’azione è bella, manovrata molto bene: si va dalle parti di Licari che sulla destra prende il fondo; il suo pallone è forte e radente. A centro area non ci arriva Musso ma sul secondo palo c’è Flueras che questa volta non fallisce l’appuntamento con la rete, nonostante il tocco del portiere. Adesso il Trapani tende ad aspettare il Cesena che deve necessariamente scoprirsi per agire in ripartenza. Il Trapani si chiude bene e non concede nulla al Cesena. Dopo cinque minuti di recupero, il triplice fischio del signor Capone decreta la vittoria dei trapanesi. Trapani batte Cesena 2-1.