Log in

 

Primavera, Latina - Cesena 0-3

Marcatori: 25’ pt. Gasperoni (CE), 12’ st e 24’ st. Akammadu (CE)

U.S. LATINA CALCIO: Rausa, Rizzi, Oberrauch, Megelaitis, De Vitis, Santovito, Romani, Barberini (33’ st. Magro), Mentana, Chianese (8’ st. Muca), Rodriguez.
A disp: (Marino, Barry, Costanzo, Morelli, Beccaceci, Garau, Tucci, Arfaoui, Tagliarini, Ludovisi).
Allenatore: Tebi

A.C. CESENA: Carnesecchi, Dondini, Carnicelli, Conti, Ceccacci, Farabegoli, Soumahin (21’ st. Felli), Dhamo, Akammadu, Andreoli (40’ st. Bartoletti), Gasperoni (33’ st. Grieco).
A disp: (Vitiello, Salcuni, Maretti).
Allenatore: Angelini.


Ammonizioni: 13’ pt. De Vitis (LA), 27’ pt. Santovito (LA), 30’ pt. Gasperoni (CE), 34’ pt. Farabegoli (CE), 13’ st. Oberrauch (LA), 23’ st. Dhamo (CE)

Dopo due sconfitte consecutive, i baby bianconeri di Mister Angelini ritrovano la vittoria imponendosi sul Latina con un rotondo 3-0.
Al Centro Sportivo “Ex Fulgoravi” il match si sblocca al 25’ del primo tempo grazie alla rete siglata dal bianconero Gasperoni. Nella ripresa al 12’ e al 24’ ci pensa Akammadu a chiudere i conti siglando la doppietta che mette la parola “fine” all’incontro.

 

 

Primavera, Lazio - Latina 3-0

Marcatori: 16' N'Diaye, 28' aut. Santovito, 64' Rossi

LAZIO (4-2-3-1): Borrelli; Spizzichino, Miceli, Baxevanos, Ceka; Bari, Cardoselli; Bezziccheri, Rezzi, N’Diaye; Rossi.
A disp. Rus, Spiezio, Petro, Spurio, Portanova, Javorcic, Al Hassan, Muzzi.
All. Bonatti.

LATINA (4-3-3): Bortolameotti; Costanzo, Morelli, Santovito, Oberrauch; Barberini, Megelaitis, Colarieti; Beccaceci, Mentana, Arfaoui.
A disp. Marino, Barry, Rizzi, Magro, De Vitis, Cancelli, Muca, Tucci, Romani, Tagliarini, Ludovisi, Rodriguez.All. Carlo Tebi

Arbitro: Dionisi (sez. L’Aquila). Ass: Pizzi-De Palma.​

La Lazio riparte subito. Il brusco stop di Firenze è già un lontano ricordo. A differenza dell’andata, il Latina non riesce a creare problemi alla formazione di Bonatti. Che vince l’undicesima partita nelle ultime tredici di campionato. Un ispirato N’Diaye segna e causa l’autogol del raddoppio. Nella ripresa capitan Rossi porta a tre le segnature. Una giornata in meno e sei punti di vantaggio sul terzo posto. Due in più rispetto allo scorso turno. Il “percorso stratosferico” dei biancocelesti potrebbe portare a breve all’atteso verdetto.

Bonatti ne cambia quattro rispetto alla trasferta di Firenze. Adamonis e Folorunsho sono fuori per squalifica, Dovidio, Abukar, Beqiri e Sarac per infortunio. In difesa si rivede Baxevanos al posto di Petro, a centrocampo Cardoselli e Bari dirigono le operazioni, Rezzi gioca a supporto di bomber Rossi. Nel Latina non c’è l’ex Rausa, espulso per squalifica contro il Brescia. Titolare e capitano invece Colarieti, compagno di tanti biancocelesti lo scorso anno con la maglia dell’Under 17.
Sono in tanti a vedere la Primavera. La cavalcata della squadra di Bonatti ha attirato grande curiosità. In tribuna c’è il ds Igli Tare. A bordocampo, in attesa della rifinitura, tanti elementi della squadra di Inzaghi si godono la partita. Da Hoedt a Lombardi, passando per Wallace, Bastos e l’acclamato Ciro Immobile. La Lazio di Bonatti risponde. Le parole del tecnico bresciano e di Miceli vengono tramutate sul campo. La voglia di tornare subito al successo è tanta. E la grande occasione di Rossi dopo neanche un minuto ne è la dimostrazione. I biancocelesti fanno valere il doppio dei punti in classifica e chiudono il primo tempo avanti di due reti. Bortolameotti calcola male la traiettoria di un cross, Rossi fa la sponda e N’Diaye di testa non sbaglia. L’esterno ex Inter è in gran forma. Dopo aver trovato il secondo gol di fila in casa, propizia anche l’autorete di Santovito. Progressione sulla sinistra, cross teso e deviazione sfortunata del numero quattro. Nessun problema nei primi quarantacinque minuti.
Nella ripresa dentro subito Portanova per Cardoselli. Il giocatore della Nazionale prende il posto di Rezzi, scalato a centrocampo. Il Latina esce dagli spogliatoi meno timido. Megelaitis fa anche correre un brivido lungo la schiena di Borrelli: gran destro dalla distanza e palo pieno. Ma la reazione pontina dura poco. N’Diaye colpisce l’esterno della rete, Rossi poco dopo fa 23 in campionato (24 in stagione). Solito lancio di Miceli, stop di petto e sforbiciata sul primo palo. La parte finale di gara è un assalto alla porta nerazzurra, salvata da un paio di interventi decisivi di Bortolameotti. Finisce 3-0 con il Latina che perde la sesta gara di fila in trasferta. Intanto sugli altri campi Hellas Verona e Milan espugnano Perugia e Napoli, Spezia e Vicenza fermano sul pari Sampdoria e Fiorentina. I punti di vantaggio dal terzo posto sono ora sei. E l’accesso diretto alle Final Eight davvero sempre più vicino.
lalaziosiamonoi

Primavera, Latina - Brescia 1-0

Marcatori: 46′ Mentana (L)

Latina: Rausa, Costanzo, Oberrauch, Megelaitis, Barry, Morelli, Romani (80′ Muca), Chianese (46′ Cancelli), Mentana (76′ Ludovisi), Colarieti, Arfaoui.
A disp.: Bortolameotti, Giardino, Rizzi, Magro, De Vitis, Iannone, Begliuti, Tagliarini, Marino.
All.: Tebi.

Brescia: Festa, Gentili, Gregorio, Venturelli (80′ Ibrahimi), Fiorentino, Mangraviti, Minessi, Treccani (53′ De Carlo), Milanesi, Galante (57′ Frassine), De Paoli.
A disp.: Ndos, Licini, Avesani.
All.: Bruni

Espulso: al 92′ Rausa (L) per proteste
Ammoniti: Venturelli, Mentana


Vittoria di misura per la Primavera nerazzurra. La squadra di Tebi ha superato all’Ex Fulgorcavi il Brescia grazie ad un gol di Mentana ad inizio ripresa.

Primavera, Fiorentina - Latina 4-0

Marcatori: 59′ Trovato (F), 63′ Perez (F), 78′ Valencic (F), 87′ Trovato (F)

Fiorentina: Dragowski; Scalera, Baroni, Pinto, Ranieri (71′ Benedetti); Valencic, Militari (54′ Faye); Trovato (68′ Caso), Perez, Sottil; Mlakar.
A disp.: Cerofolini, Ferigra, Illanes, Mosti, Gori, Meli, Turé, Maganjic.
All.: Guidi

Latina: Rausa; Costanzo, Morelli, Santovito, Oberrauch (Tucci); Barberini, Megelaitis, Colarieti (80′ Begliuti); Beccaceci, Rodriguez, Atiagli.
A disp.: Marino, Cancelli, Barry, Chianese, Arfaoui, Rizzi, Muca, Romani, Mentana, Giardino.
All.: Tebi

Note: Ammoniti Ranieri (F), Trovato (F), Santovito (L), Tucci (L)

La Fiorentina Primavera vince per 4-0 contro il Latina nella gara di anticipo della ventunesima giornata di campionato. Viola in seconda posizione (per differenza reti) a quota 42 punti in virtù del pareggio del Milan contro la Sapdoria (1-1).

Primavera, Latina - Hellas Verona 0-2

Marcatori: 13' pt Buxton, 33' st Tupta.

LATINA (4-3-3): Bortolamelotti; Varriale (dal 34' st Oberrauch), Varga, Celli, Santovito; Barberini (dal 20' st Chianese), Megelaitis, Colaretti; Negro, Di Nardo, Rodriguez (dal 17' st Tucci).
A disposizione: Marino, Morelli, Costanzo, Begliuti, Cancelli, Tagliarini, Mentana, Barry.
All.: Tebi.

HELLAS VERONA (4-3-1-2): Tosi; Pavan, Casale, Dall'Agnola, Badan; Cherubin (dal 41' st Kyriakopoulos), Guglielmelli, Hoxha (dal 15' st Dentale); Stefanec; Buxton (dal 20' st Jurj), Tupta.
A disposizione: Bianchi, Nigretti, Baniya, Forgia, Aloisi.
All.: Pavanel.

Arbitro: Boggi di Salerno.
Assisistenti: Assante di Frosinone e Notarangelo di Cassino.

NOTE. Ammoniti: Badan, Negro. Espulso: al 39' per doppia ammonizione Celli.

Sono tre punti pesantissimi quelli raccolti dalla Primavera gialloblù contro il Latina, gara che segna il ritorno alla vittoria dopo il tour de force delle ultime settimane. Partono subito meglio, Casale e compagni, e nonostante il campo pesante costruiscono buone trame e portano al gol Buxton, bravo a ribadire a rete dopo due conclusioni verso la porta. Nel primo tempo non accade molto altro, mentre la ripresa è un insieme di occasioni per il Verona. Meritatissimo, quindi, il raddoppio firmato da Tupta, già arrivato a quota 12 punti in campionato. Nel finale ci sarebbe spazio per altri gol, ma un pizzico di cattiveria in più avrebbe fatto la differenza. Finisce così 2-0, e il Verona tiene il passo delle grandi del campionato. Tra una settimana, a Vigasio arriverà lo Spezia.
Le principali dichiarazioni dell'allenatore della Primavera gialloblù, Massimo Pavanel: «Bello tornare alla vittoria, è stata la partita che ci aspettavamo, contro una squadra molto fisica. Come sempre abbiamo delle cose su cui lavorare, come la freddezza sottoporta e la gestione del vantaggio, ma oggi faccio nuovamente i complimenti ai miei ragazzi. Abbiamo creato tanto, come è nelle nostre caratteristiche, e ci servirà in futuro»

Primavera, Spal - Latina 3-1

Marcatori: 8′ Eklu Shaka (S), 76′ Cantelli (S), 82′ Strefezza (S), 87′ Di Nardo (L)

Spal: Thiam Ngagne, Boccafoglia, Granziera, Di Pardo, Ferrari, Cicognini, Strefezza (88′ Boreggio), Eklu Shaka, Ubaldi (73′ Cantelli), Artioli, Vago (63′ Equizi).
A disp.: Balboni, Scarparo, Anostini, Righetti, Foschini, Clement.
All.: Rossi.

Latina: Rausa, Barry (66′ Mentana), Oberrauch, Beccaceci, Santovito, Atiagli, Varriale, Megelaitis, Di Nardo, Cancelli (75′ Arfaoui), Rodriguez (76′ Romani).
A disp.: Alfieri, Morelli, Costanzo, Rizzi, Giardino, Muca, Garau, Ludovisi.
All.: Tebi

Sconfitta per la Primavera del Latina. I nerazzurri sono stati superati 3-1 dalla Spal. Gol pontino di Di Nardo su rigore.

Primavera, Latina - Napoli 2-2

LATINA (4-2-3-1): Rausa, Costanzo, Celli, Santovito, Oberrauch, Megelaitis, Barberini, Garau, Mentana, Varriale, Di Nardo.
A disposizione: Bortolameotti, Morelli, Magro, Rizzi, Giardino, Muca, Arfaoui, Beccaceci, Romani, Tagliarini, Ludovisi.
All. Tebi

NAPOLI (4-3-3): Schaeper, Schiavi, Granata, Milanese, D’Ignazio, Otranto, Basit, Acunzo, Liguori, Russo, Leandrinho.
A disposizione: Marfella, Migliaccio, Riccio, Esposito, De Simone, Gaetano, Della Corte, Zerbin, Catavere.
All. Saurini

Il Napoli Primavera ha pareggiato con il Latina per 2-2 nella 18esima giornata di campionato sul campo di Borgo Piave.
Protagonisti Leandrinho e Zerbin che hanno segnato i primi gol in azzurro e sono stati protagonisti del match.
Partita che comincia in salita per il la rete del Latina alla mezzora con Varriale. Ma prima che si chiuda il tempo il Napoli pareggia: Leandrinho in area si libera tra i difensori ed infila un gran diagonale per l'1-1!
Nella ripresa dopo un sostanziale equilibrio i laziali passano ancora con Di Nardo. Manca meno di mezzora. Tra gli azzurrini è appena entrato Zerbin che sarà decisivo. Il finale è da brividi. All'89' viene espulso Basit ed il Napoli resta in 10. Sembra finita ma nel recupero ancora grande azione di Leandrinho che lancia Zerbin nello spazio verso l'area: tiro potente e preciso per il 2-2!
Un pareggio che mostra l'orgoglio degli azzurrini oltre a mettere in vetrina i due nuovi gioiellini arrivati a gennaio, Leandrinho e Zerbin, assoluti protagonisti della gara.

Primavera, Vicenza - Latina 2-1

Marcatori: Di Nardo 40′ (L), Paiolo 62′ (V), Carniato 69′ (V)

Vicenza: Dani, Boesso, Anzolin, Sbrissa (45′ Meneghetti), Gambasin, Barbosa, Scapin (79′ Pegoraro), Pizzolato (72′ Crestani), Paiolo, Carniato, Vanzan.
A disp.: Pavan, Lovato, Sacchetto, Crestani, Yeboah, Pegoraro, Pkoli.
All.: Luiso

Latina: Rausa, Costanzo (70′ Tucci), Oberrauch, Megelaitis, Celli, Santovito, Varriale, Barberini (63′ Muca), Di Nardo, Colarieti (83′ Mentana), Rodriguez.
A disp.: Alfieri, Morelli, Magro, Rizzi, Cancelli, Ludovisi, Arfaoui, Garau, Romani All.: Ghirotto.

Ammoniti: Varriale, Barberini, Pizzolato, Barbosa, Meneghetti, Vanzan
Espulsi: all’88’ Colarieti (L) dalla panchina, all’88 Tucci (L) per proteste, al 90′ espulso Rodriguez (L) per proteste

La Primavera del Latina torna senza punti dalla trasferta in terra veneta. I baby nerazzurri sono stati superati 2-1 dal Vicenza al Comunale di Grisgnano di Zocco. Latina in vantaggio con Di Nardo, Paiolo e Carniato regalano il successo ai biancorossi.