Log in

 

Qualificazione Fase Finale Primavera, Torino - Hellas Verona 6-3 d.c.r.

Marcatori: 27' pt Buxton, 18' e 35' st De Luca, 46' st Tupta.

TORINO (4-4-1-1): Cucchietti; Auriletto, Rivoira, Buongiorno, Giraudo; Bortoletti (dal 39' st Oukhadda), D'Alena, Rossetti, Tofanari (dal 28' st Piscopo); Berardi (dal 1' st De Luca); Tobaldo.
A disposizione: Savatovic, Friedenlieb, Cagnelutti, Remacle, Mele, Millico, Gjuci, Luise, Reinaudo.
All.: Coppitelli.

HELLAS VERONA (4-3-1-2): Tosi; Pavan, Casale, Kumbulla, Badan; Danzi, Guglielmelli (dal 30' st Cherubin), Hoxha (dal 37' st Aloisi); Stefanec; Buxton (dal 24' st Jurj), Tupta.
A disposizione: Carletti, Nigretti, Pettinà, Dall'Agnola, Baniya, Gecchele, Forgia, Dentale, Bianchi.
All.: Pavanel.

Arbitro: Cipriani di Empoli.
Assistenti: Zingrillo di Seregno, D'Alia di Trapani.

NOTE. Ammoniti: Danzi, Rossetti, Cherubin.

Finiscono solo ai calci di rigore le speranze della Primavera gialloblù, autrice di una prova maiuscola sul campo di una delle formazioni più forti degli spareggi. Il primo tempo è decisamente di marca gialloblù, con numerose occasioni che meriterebbero miglior sorte, comunque chiuso in vantaggio grazie al bel gol di Buxton. Nella ripresa il Torino effettua alcuni cambi, tra cui quello di De Luca, autore di una doppietta che ribalta il risultato. Mai domi, i ragazzi di Pavanel si lanciano alla ricerca del pareggio e lo trovano all'ultimo respiro, grazie a una rete di Tupta, da attaccante vero. Nei tempi supplementari non succede granché, con le squadre molto stanche per il gran caldo che comunque provano a proporsi in avanti. Si va così ai calci di rigore, dove risultano decisivi gli errori iniziali di Tupta e Stefanec. Impeccabile invece il Torino, che approda così alle semifinali del turno di qualificazione alla Fase Finale. Termina la stagione della Primavera, che esce imbattuta nei tempi regolamentari della post season, e al termine di un campionato indimenticabile che permetterà all'Hellas di partecipare al campionato di prima fascia 2017/18.

Calci di rigore
D'Alena (T): gol
Tupta (V): parato
Piscopo (T): gol
Stefanec (V): parato
De Luca (T): gol
Casale (V): gol
Rivoira (T): gol

Primavera, Cesena - Hellas Verona 1-1

Marcatori: 2' st Stefanec (rig.), 11' st Farabegoli.

CESENA (4-3-3): Bianchini; Dondini, Ceccacci, Farabegoli, Carnicelli (dal 15' st Maretti); Dhamo, Conti, Gasperi (dal 9' st Andreoli); Soumain, Akammadu, Gasperoni (dal 36' st Maleh).
A disposizione: Vitiello, Salcuni, Urso, Felli.
All.: Angelini.

HELLAS VERONA (4-3-1-2): Tosi; Pavan, Baniya, Kumbulla, Badan; Danzi (dal 21' st Cherubin), Guglielmelli (dal 16' st Jurj), Hoxha (dal 35' st Aloisi); Stefanec; Tupta, Buxton.
A disposizione: Carletti, Nigretti, Pettinà, Dall'Agnola, Kyriakopoulos, Dentale, Gecchele, Forgia.
All.: Pavanel.

Arbitro: Guarieri di Empoli.
Assistenti: Marchi di Bologna e Saccenti di Modena.

NOTE. Ammoniti: Danzi, Baniya, Andreoli, Akammadu, Ceccacci.

Pareggia 1-1 a Cesena la Primavera gialloblù, al termine di una gara fisica e combattuta, e visti i risultati degli altri campi la squadra di Massimo Pavanel si trova all’ultima giornata padrona del proprio destino, attualmente qualificata come seconda miglior quinta classificata nei tre gironi. Il primo tempo è piacevole ma quasi privo di occasioni: pressing alto di entrambe le squadre e poca voglia di scoprirsi. La ripresa, invece, è un’altra storia. Dopo pochi secondi dall’inizio, il solito Buxton si procura un rigore al limite dell’area, che Stefanec trasforma con la consueta freddezza. Passano pochi minuti e il Cesena trova il pari, con Farabegoli che raccoglie un cross al termine di un’azione insistita di bianconeri. Nell’ultima mezz’ora i gialloblù producono il massimo sforzo, tirando spesso e volentieri verso la porta romagnola, in particolare con Tupta che spreca una grande occasione. Finisce così 1-1: tutto si deciderà il 13 maggio a Vigasio contro il Napoli.
Il commento dell'allenatore della Primavera gialloblù Massimo Pavanel: «E' stata la gara che ci aspettavamo, il Cesena è una squadra forte e muscolare, che anche all'andata ci aveva costretto al pari. Dispiace solo per le occasioni sbagliate e per aver concesso gol nell'unica chance lasciata agli avversari nel secondo tempo. Avevo detto ai ragazzi che ci saremmo giocati tutto all'ultimo minuto dell'ultima giornata: così sarà. Dobbiamo prepararla al meglio». L'intervista completa nella puntata di HV24 di lunedì.

Nazionali, Stefanec e Tupta titolari con la Slovacchia Under 20

Nazionali, Stefanec e Tupta titolari con la Slovacchia Under 20

Esordio positivo con l'Under 20 slovacca per Tupta e Stefanec. I due attaccanti della Primavera gialloblù sono stati schierati titolari dal selezionatore Pavel Hapal nell'amichevole disputata questo pomeriggio a Zvolen (Slovacchia) contro l'Ungheria e terminata 4-0 per i padroni di casa. Un tempo in campo per i due gialloblù, che ora raggiungeranno i compagni di squadra della Primavera in attesa del rush finale del campionato.

Primavera, Perugia - Hellas Verona 0-2

Marcatori: 14' st Baniya, 19' st Buxton.

Perugia (4-3-3): Santopadre; Gualtieri (dal 31' st Patrignani), Achy Boyou, Mancini, Manga; Rondoni (dal 17' st Pellegrini), Amadio, Polidori; Di Nolfo, Vicaroni (dal 26' st Buzzi), Traore.
A disposizione: Sorci, Garofalo, Settimi.
All.: Ciampelli.

Hellas Verona (4-3-1-2): Ferrari; Pavan, Baniya, Kumbulla, Badan; Dentale (dal 44' st Kyriakopoulos), Danzi, Hoxha; Stefanec (dal 33' st Nigretti); Buxton, Tupta (dal 41' st Aloisi).
A disposizione: Tosi, Pettinà, Gecchele, Forgia, Jurj.
All.: Pavanel.

Arbitro: Fiorini di Frosinone.
Assistenti: Benedettino di Bologna e Capaldo di Napoli.
NOTE. Ammoniti: Kumbulla, Polidori, Tupta.

Ennesima impresa della Primavera gialloblù, che batte 2-0 il Perugia in trasferta salendo a 47 punti in 23 giornate di campionato. In Umbria, sotto un forte sole primaverile, il primo tempo scorre veloce e senza scossoni: le due squadre si studiano e provano timidamente a sfondare, con i due portieri spettatori. La ripresa, viceversa, è molto movimentata. In apertura di tempo Baniya è per due volte decisivo nel fermare Traore lanciato a rete, ed è lo stesso difensore centrale a firmare il vantaggio gialloblù con un tuffo di testa sotto porta. Pochi minuti dopo, il raddoppio: Buxton si avventa su una indecisione della difesa biancorossa e fa il 2-0 con grande freddezza. Nel finale l’Hellas amministra il risultato e porta così a quattro il numero di vittorie consecutive nel momento cruciale della stagione: il sogno playoff può continuare. E tra una settimana, a Vigasio, arriva la Lazio capolista…

Le principali dichiarazioni dell'allenatore della Primavera gialloblù Massimo Pavanel: «I ragazzi anche oggi sono stati straordinari, vincere quattro partite di fila in questo momento della stagione è incredibile, abbiamo già superato il numero di punti totali dello scorso campionato. Faccio i complimenti a tutti, anche Baniya che è era all'esordio e ha dato un grande contributo. Sabato l'ennesima finale, contro la Lazio, e il risultato è apertissimo».

Primavera, Vicenza - Hellas Verona 1-2

Marcatore: 19' pt Stefanec, 45' pt Kumbulla, 20' st Scapin.

VICENZA (4-3-3): Dani; Boesso, Gambasin, Sacchetto, Anzolin; Scapin, Carniato (dal 35' st Okoli), Pizzolato; Yeboah, Paiolo, Vanzan (dal 18' st Dal Dosso).
A disposizione: Pavan, Zuddas, Lovato, Sbrissa, Meneghetti, Pegoraro.
All.: Luiso.

HELLAS VERONA (4-3-1-2): Tosi; Pavan, Casale, Kumbulla, Badan; Danzi, Guglielmelli, Hoxha (dal 13' st Cherubin); Stefanec; Tupta, Buxton (dal 25' st Jurj; dal 37' st Pettinà).
A disposizione: Carletti, Nigretti, Baniya, Dall'Agnola, Kyriakopoulos, Gecchele, Dentale, Aloisi, Forgia.
All.: Pavanel.

Arbitro: Zufferli di Udine.
Assistenti: Nocenti di Padova e Michieli di Padova.
NOTE. Ammoniti: Sacchetto, Pavan.

Grande vittoria, la terza consecutiva, per la straordinaria Primavera dell'Hellas Verona. Battuto il Vicenza al termine di una gara giocata a viso aperto, che consegna a Casale e compagni altri tre punti che portano il totale a 44 in appena 22 giornate, in piena zona playoff. Il primo tempo finisce 2-0 per i gialloblù, che dominano la partita rischiando di segnare in molte più occasioni. Al 19' è Stefanec a sbloccare la gara, raccogliendo un bel suggerimento sul secondo palo, lasciato scoperto. Bravo l'attaccante a evitare la parata del portiere con una conclusione angolata. Allo scadere del primo tempo, è il difensore centrale Kumbulla a raddoppiare per l'Hellas raccogliendo una respinta corta del portiere avversario. Nel secondo tempo il Vicenza si scuote e prova a tornare in partita, segnando al 20' del secondo tempo la rete dell'1-2, con un tiro da fuori area di Scapin. Nella seconda parte della ripresa, occasioni per entrambe le squadre, con il Verona che nel finale gestisce al meglio le iniziative vicentine, aggiudicandosi il derby. Tra una settimana è in programma un'altra trasferta, a Perugia, per continuare il sogno playoff.

Le principali dichiarazioni dell'allenatore della Primavera gialloblù Massimo Pavanel: «Abbiamo fatto uno splendido primo tempo, poi il Vicenza è venuto fuori da buona squadra quale è. Ora dobbiamo restare concentrati, ma non era scontato rientrare in questo modo da una sosta lunga come quella che abbiamo appena affrontato, ed è importante continuare a pensare di partita in partita come abbiamo sempre fatto. Le altre non mollano, non vogliamo farlo neanche noi».

 

Primavera, Hellas Verona - Spezia 2-0

Marcatori: 15' st Tupta, 48' st Buxton.

HELLAS VERONA (4-3-1-2): Ferrari (dal 16' st Tosi); Pavan (dal 36' st Dentale), Casale, Dall'Agnola, Pettinà; Cherubin, Guglielmelli, Hoxha (dal 10' st Jurj); Stefanec; Tupta, Buxton.
A disposizione: Nigretti, Baniya, Kyriakopoulos, Forgia, Gecchele, Aloisi.
All.: Pavanel.

SPEZIA (3-5-2): Barone; Manfredi, Tahir, Mannucci; Panaccione, Demofonti, Martorelli (dal 23' st Vatteroni), Cecchetti (dal 38' st Monti), Posenato; Abdullahi, Capelli (dal 29' st Giuliani).
A disposizione: Del Freo, Gavini, Della Pina, Marinai, Selimi, Milani, Figoli.
All.: Giampieretti.

Arbitro: Andreini di Forlì.
Assistenti: Colinucci di Cesena e Marchi di Bologna.
NOTE. Ammonito: Pavan. Espulso: al 49' st Demofonti per proteste.

Seconda vittoria consecutiva per la Primavera gialloblù, che a una settimana dal successo esterno sul Latina piega anche lo Spezia con lo stesso risultato (2-0). Il primo tempo vede un approccio morbido alla gara da parte delle due squadre, che si studiano a lungo e raramente arrivano alla conclusione. Nella ripresa l'Hellas dimostra di meritare la posizione in classifica, con un paio di azioni degne di nota che preparano al vantaggio gialloblù, firmato al quarto d'ora da Lubomir Tupta. Fino al recupero il Verona sceglie di gestire il vantaggio e lo fa nel migliore dei modi, chiudendo la gara a pochi secondi dalla fine con un contropiede finalizzato dal solito Buxton, arrivato in doppia cifra in campionato. Ora due settimane di pausa, prima della ripresa prevista in trasferta sul campo del Vicenza, per un derby ancora una volta decisivo: visto il pareggio tra Milan e Sampdoria, i gialloblù sono tornati quarti e in piena zona playoff.

 

Primavera, Latina - Hellas Verona 0-2

Marcatori: 13' pt Buxton, 33' st Tupta.

LATINA (4-3-3): Bortolamelotti; Varriale (dal 34' st Oberrauch), Varga, Celli, Santovito; Barberini (dal 20' st Chianese), Megelaitis, Colaretti; Negro, Di Nardo, Rodriguez (dal 17' st Tucci).
A disposizione: Marino, Morelli, Costanzo, Begliuti, Cancelli, Tagliarini, Mentana, Barry.
All.: Tebi.

HELLAS VERONA (4-3-1-2): Tosi; Pavan, Casale, Dall'Agnola, Badan; Cherubin (dal 41' st Kyriakopoulos), Guglielmelli, Hoxha (dal 15' st Dentale); Stefanec; Buxton (dal 20' st Jurj), Tupta.
A disposizione: Bianchi, Nigretti, Baniya, Forgia, Aloisi.
All.: Pavanel.

Arbitro: Boggi di Salerno.
Assisistenti: Assante di Frosinone e Notarangelo di Cassino.

NOTE. Ammoniti: Badan, Negro. Espulso: al 39' per doppia ammonizione Celli.

Sono tre punti pesantissimi quelli raccolti dalla Primavera gialloblù contro il Latina, gara che segna il ritorno alla vittoria dopo il tour de force delle ultime settimane. Partono subito meglio, Casale e compagni, e nonostante il campo pesante costruiscono buone trame e portano al gol Buxton, bravo a ribadire a rete dopo due conclusioni verso la porta. Nel primo tempo non accade molto altro, mentre la ripresa è un insieme di occasioni per il Verona. Meritatissimo, quindi, il raddoppio firmato da Tupta, già arrivato a quota 12 punti in campionato. Nel finale ci sarebbe spazio per altri gol, ma un pizzico di cattiveria in più avrebbe fatto la differenza. Finisce così 2-0, e il Verona tiene il passo delle grandi del campionato. Tra una settimana, a Vigasio arriverà lo Spezia.
Le principali dichiarazioni dell'allenatore della Primavera gialloblù, Massimo Pavanel: «Bello tornare alla vittoria, è stata la partita che ci aspettavamo, contro una squadra molto fisica. Come sempre abbiamo delle cose su cui lavorare, come la freddezza sottoporta e la gestione del vantaggio, ma oggi faccio nuovamente i complimenti ai miei ragazzi. Abbiamo creato tanto, come è nelle nostre caratteristiche, e ci servirà in futuro»

Primavera, Hellas Verona - Sampdoria 1-1

Marcatori: 8' st Baumgartner, 29' st Guglielmelli.

HELLAS VERONA (4-3-1-2): Tosi; Pavan, Pellacani (dal 24' st Nigretti), Dall'Agnola, Badan; Hoxha (dal 19' st Cherubin), Guglielmelli, Danzi; Dentale (dal 19' st Aloisi); Buxton, Jurj.
A disposizione: Carletti, Pettinà, Baniya, Kumbulla, Gecchele, Marrulli, Kyriakopoulos, Forgia, Bianchi.
All.: Pavanel.

SAMPDORIA (4-3-3): Krapikas; Tomic, Pastor, Leverbe, Amuzie; Cioce, Gabbani (dal 5' st Criscuolo), Baumgartner, Tessiore (dal 42' st Oliana); Balde, Vrioni.
A disposizione: Cavagnaro, Tissone, Gilardi, Romei, De Nicolò, Gomes, Testa, Piccardo.
All.: Pedone.

Arbitro: Detta di Mantova.
Assistenti: Zangrillo di Seregno, Martinelli di Seregno.

NOTE. Ammoniti: Pellacani, Gabbani, Dall'Agnola, Balde.


Buon punto conquistato dalla Primavera dell'Hellas Verona contro l'attrezzata squadra della Sampdoria, in una gara molto tirata e giocata alla pari da gialloblù e blucerchiati. Niente male il primo tempo da parte del Verona, che riesce a rendersi pericoloso più spesso dei blucerchiati, e ad andare al tiro con Dentale e Buxton, che costringono il portiere avversario a interventi di spessore. Stile di gioco simile anche nella ripresa, ma all'8' è Baumgartner ad avventarsi su un pallone in area e a portare avanti i genovesi. L'Hellas non molla e si mette alla ricerca di pareggio, trovato una ventina di minuti dopo con un grandissimo tiro dal limite dell'area di Guglielmelli, che porta sull'1-1 i suoi. Nell'ultimo quarto d'ora entrambe le squadre provano a farsi vedere in area avversaria, senza successo. Pareggio interno e 35 punti in classifica quindi per la Primavera del Verona, che tra una settimana sarà di scena a Latina per la settima giornata del girone di ritorno.

Le principali dichiarazioni dell'allenatore della Primavera gialloblù Massimo Pavanel: «Devo fare i complimenti ai miei ragazzi, perché al di là degli interpreti riescono sempre a mantenere un'identità e un'idea di gioco. La Samp è una squadra forte, lo sapevamo, ma abbiamo giocato alla pari e solo due grandi interventi del loro portiere hanno evitato che passassimo meritatamente in vantaggio già nel primo tempo».