Log in

 

Primavera, Virtus Entella - Genoa 0-0

ENTELLA (4-3-1-2): Ayoub; Casagrande, Ferrante, Joao, Carullo; Cleur, Castagna, Battaglia Busacca; Alluci (45’ st Traversari); Ganea (16’ st Giunta), Semprini.
A disposizione: Gaccioli, Urso, Vaccarezza, Cusato, Ciceri, De Marco, Mattera, Mitta, Caruso, Rossi.
Allenatore: Castorina.

GENOA (4-4-2): Rollandi; Capotos, Coppola, Zanandrea, Mahrous; Micovschi (38’ st Logan), Minardi, Quaini, Zanimacchia; Asencio, Benedetti (25’ st Matarese).
A disposizione: Boasi, Bruzzo, Palmese, Fassone, Sibilia, Tazzer, Embalo, Funicelli, Bulgarelli, Ierardi.
Allenatore: Stellini.

Arbitro: Meraviglia di Pistoia.

Un pari che vale l’accesso ai playoff. Il punto conquistato contro il Genoa sancisce l’accesso dell’Entella alle eliminatorie che porteranno alle Final Eight Primavera.
Primo tempo di marca biancoceleste. I ragazzi di mister Castorina mantengono il pallino del gioco, manovrando bene a centrocampo e costringendo il Genoa ad arretrare dietro la linea del pallone con nove dei dieci giocatori in campo.
Al 6’ il primo squillo dell’Entella: Semprini controlla di petto, entra in area, difende il pallone dal proprio marcatore e calcia sul primo palo ma Rollandi devia in corner. Identica sorte tocca al tiro di Cluer dal limite dell’area, scagliato di sinistro al 17’. I biancocelesti sono attivi prevalentemente nella corsia di destra, terreno di conquista di uno scatenato Casagrande. Il terzino, oltre ad annullare il proprio diretto avversario (e a segnare un gol poi annullato per fuorigioco contestato a Semprini), è tra i più attivi anche in zona gol con alcune interessanti azioni poi vanificate da errori nell’ultimo passaggio o dall’intervento provvidenziale dei difensori avversari. I rossoblu dal canto loro provano a spingere sull’acceleratore ma le sortite offensive vengono spente sul nascere dall’agonismo dei nostri ragazzi, caratteristica che porta spesso i Grifoni a falli di reazione o frustrazione.
La ripresa vede un Genoa molto più intraprendente: i nostri ragazzi soffrono la rinnovata verve dei Grifoni e rinculano di alcuni metri, senza però andare in affanno. Le folate rossoblu sono per lo più innocue e non creano grattacapi ad Ayoub e compagni. Al 18’ Semprini impensierisce Rollandi: gran palla in profondità del neo-entrato Giunta per il numero 9 che in corsa stoppa di petto e calcia di sinistro al volo, la palla però esce a lato. Passano i minuti e il caldo si fa sentire. Il ritmo si abbassa notevolmente e nessuna delle due squadre si avvicina con convinzione all’area avversaria. Gli unici sussulti provengono da lanci dalla trequarti e calci d’angolo.

 

Primavera Genoa, Big Match a Chiavari

Primavera Genoa, Big Match a Chiavari

A due giornate dalla fine della regular season non conviene lanciarsi in calcoli. Sono partite da dentro o fuori. In cui dare tutto per provare a raggiungere la qualificazione ai play-off ed entrare nel campionato elite varato con l’ultima riforma. Sabato (ore 15) a Chiavari la squadra di mister Stellini e del ds Taldo incontra al Comunale la Virtus Entella, finalista della Tim Cup di categoria, per la sfida che anticipa il successivo confronto con l’Inter. La rappresentativa levantina, quarta con cinque punti di vantaggio sui rossoblù, è già virtualmente ai play-off, ma tira al miglior piazzamento possibile per sfruttare l’incrocio migliore nel prosieguo.

La qualificazione della Primavera avrebbe il sapore della ciliegina sulla torta, alla luce dei clamorosi risultati conquistati dall’Under 17 di Chiappino, dall’Under 16 di Oneto e dall’Under 15 di Gervasi, che hanno concluso in vetta ai rispettivi gironi e nelle prossime settimane gareggeranno per la conquista del titolo nazionale, insieme alla créme del calcio giovanile italiano. Un regalo aggiuntivo per la società del presidente Preziosi, per tutto il settore giovanile e pure per mister Stellini, che proprio in settimana ha festeggiato il compleanno, incassando una valanga di messaggi affettuosi sui social da parte dei supporter rossoblù.

Primavera, Genoa - Salernitana 4-1

Reti: 2’ pt rig. Asencio, 9’ pt Benedetti, 35’ pt Minardi (G), 13’ st Thioune (S), 26’ st Bianchi (G).

Genoa: Rollandi, Capotos, Mahrous, Embalo (39’ st Funicelli), Quaini, Zanadrea, Micovschi (13’ st Bianchi), Minardi, Asencio, Zanimacchia, Benedetti (32’ st Fassone).
All. Stellini.
A disposizione: Boasi, Bruzzo, Palmese, Logan, Sibilia, Tazzer, Belloni, Coppola, Bulgarelli.

Salernitana: Scolavino, Nardecchia, Vignes, Amabile (33’ st Maione), Ranieri, Siciliano, Faella (24’ st Carrafiello), Proto, Palladino (47’ st Cantelli), Gaeta, Thioune.
All. Savini.
A disposizione: Cangiano, Alcorace, Garofalo, Caterino, Altea.

Arbitro: Gariglio di Pinerolo.
Assistenti: Trinchieri (sez. Milano) – Lombardo (sez. Sesto San Giovanni).
Ammoniti: Amabile, Palladino (S).
Recupero: 3’ pt, 4’ st.

Sonora sconfitta per la Salernitana Primavera. Allo “Sciorba” i granatini incassano un sonoro 4–1 dal Genoa, avanti già al 2’ grazie a un calcio di rigore trasformato da Asencio. Lo stesso Asencio regala a Benedetti l’assist che vale il 2–0 dopo nove minuti. I granatini accusano il colpo e al 35’ subiscono il tris ad opera di Minardi, che chiude il primo tempo sul 3–0. Al 13’ della ripresa sussulto d’orgoglio dei granatini, che accorciano le distanze con Thioune, bravo a incornare di testa un cross dalla sinistra di Vignes. Ma è un fuoco di paglia perché al 26’ il neo entrato Bianchi cala il poker, fissando il risultato sul definitivo 4–1.

Primavera, Roma - Genoa 3-3

Marcatori: 17' Tumminello (AS Roma), 60' rig. Matarese (Genoa CFC), 66' Soleri (AS Roma), 69' Zanimacchia (Genoa CFC), 71' aut. Ciavattini (Genoa CFC), 90'+1 Tumminello (AS Roma)

AS ROMA (4-3-3) : Crisanto (GK); De Santis, Ciavattini, Marchizza (C), Anocic; Valeau (67' Meadows), Bordin, Spinozzi (80' Franchi); Antonucci (72' Cappa), Tumminello, Soleri.
A disp.: Romagnoli (GK), Ciofi, Kastrati, Nani, Marcucci, Grossi, Keba Coly, Pellegrini, Greco.
All.: De Rossi.

GENOA CFC (4-2-3-1) : Faccioli (GK); Capotos, Coppola (C), Zanandrea, Mahrous; Quaini (86' Bruzzo), Minardi: Tazzer; Zanimacchia, Micovschi (58' Matarese); Asencio (76' Bianchi).
A disp.: Rollandi (GK), Palmese, Silvestri, Fassone, Sibilia, Sene Anibal, Belloni, Benedetti, Boasi.
All.: Stellini.

Arbitro: Sig. Giuseppe Strippoli di Bari.
Assistente 1: Sig. Arcangelo Vingo di Pisa.
Assistente 2: Sig. Francesco Alessandro Iovine di Napoli.
Ammoniti: Marchizza (AS Roma)

Espulsi: De Santis (AS Roma) per grave fallo di gioco, Matarese (Genoa CFC) per grave fallo di gioco
Note: angoli 4-2

 

CRONACA LIVE DELLA PARTITA

SECONDO TEMPO
90'+5 - Termina il match.
90'+4 - Cappa prova la conclusione, ma il tiro, sporcato, termina a Faccioli. Il portiere butta il pallone fuori perché Tazzer ha i crampi.
90'+3 - Un cross rasoterra di Marchizza taglia tutta l'area di rigore.
90'+1 - TUMMINELLO, IL PARI DELLA ROMA! Il numero 9 giallorosso riesce a ricevere su un colpo di testa di Franchi, manca il pallone sul primo tentativo ma lo trova nel secondo battendo Faccioli!
90' - Si allunga Soleri su un cross di Bordin, ma la sua girata va di pochissimo a lato. Si giocherà per altri quattro minuti.
89' - Tumminello svetta di testa su un cross di Anocic, pallone bloccato da Faccioli.
88' - Espulso Matarese, che colpisce Ciavattini col braccio sinistro.
87' - Un calcio di punizione di Bordin sfiora il palo alla sinistra del portiere del Genoa.
86' - Bruzzo per Quaini completa il quadro dei cambi per il Genoa.
85' - Cross morbido di Bordin col pallone che tocca la parte alta della traversa e finisce sul fondo.
84' - Un cross basso di Franchi viaggia su una traiettoria interessante, ma nessun compagno si avventa sulla sfera che finisce sul fondo.
81' - Eros De Santis rifila un calcio a Matarese e viene espulso.
80' - Ultimo cambio per la Roma, che sostituisce Spinozzi con Franchi.
79' - Il calcio di punizione battuto da Matarese termina alto.
78' - Marchizza stende Bianchi lanciato in contropiede: ammonizione per il centrale romanista.
76' - Bianchi sostituisce Asencio nel Genoa.
75' - Percussione del neoentrato che però non guadagna il corner.
72' - Nella Roma dentro Cappa per Antonucci.
71' - AUTOGOL DI CIAVATTINI, IL GENOA È IN VANTAGGIO: cross da destra di Asencio, Matarese si avventa sul pallone che batte sul palo e poi su Ciavattini, che nel tentativo di salvare la sua porta mette dentro la sferae.
69' - ZANIMACCHIA, IL GENOA PAREGGIA ANCORA: gran destro dalla media distanza del 10 ospite, il pallone batte sulla parte bassa della traversa e termina in rete.
68' - Crisanto blocca un morbido traversone di Tazzer.
67' - Dentro Meadows per Valeau nella Roma.
66' - SOLERI, LA ROMA TORNA IN VANTAGGIO! Sul ribaltamento di fronte, da Antonucci a Soleri che, defilato a destra, spara il diagonale che si spegne all'angolino basso!
66' - Filtra un pallone che Asencio riesce a rigiocare dentro l'area di rigore, non trovando compagni.
64' - Anocic riesce a sfondare e prendere il fondo nei pressi del lato sinistro dell'area di porta; il suo cross rasoterra viene allontanato sui piedi di Antonucci, il cui tiro è però ribattuto.
63' - Sponda di Zanimacchia su un cross di Quaini dalla trequarti, la Roma libera la sua area.
60' - IL PARI DEL GENOA: proprio Matarese calcia forte il penalty spiazzando Crisanto.
59' - Calcio di rigore per il Genoa: Zanimacchia viene agganciato da Anocic poco oltre i sedici metri.
58' - Il Genoa effettua la prima sostituzione: fuori Micovschi, dentro Matarese.
57' - Bella sgroppata di Antonucci che raggiunge il fondo e crossa da sinistra, non trovando destinatario.
56' - Da Soleri a Tumminello che si allunga troppo il pallone, Faccioli blocca in due tempi.
54' - Su un buco di Ciavattini, Marchizza anticipa Minardi in area di rigore.
52' - Genoa vicinissimo al pareggio: cross di Tazzer che taglia tutta l'area di rigore, il pallone carambola su Zanimacchia e finisce alto di poco.
51' - Crisanto è costretto a deviare in corner un calcio di punizione battuto quasi dalla linea laterale sinistra dal Genoa. L'angolo produce un nuovo tiro dalla bandierina dal lato opposto.
49' - Marchizza anticipa Asencio su un cross rasoterra di Tazzer.
45' - Riprende il gioco con il calcio d'inizio affidato alla Roma.

PRIMO TEMPO
45' - Termina il primo tempo.
42' - Bella azione in fascia di Tazzer, ben contenuto però da Marchizza che gli sradica il pallone dalle gambe.
39' - Su un tiro di Bordin, Capotos colpisce di testa anticipando anche il suo portiere e mettendo il pallone in angolo. Il corner non ha esito.
38' - Lancio di Bordin per Tumminello, traiettoria leggermente troppo lunga.
37' - Colpo di testa di Tumminello su un cross da destra di De Santis, pallone alto sulla traversa.
30' - Antonucci fluidifica per Anocic, il cui cross teso da sinistra è respinto da Faccioli.
27' - De Santis riceve centralmente da Tumminello e prova una giocata di sinistro col pallone che finisce a Faccioli.
22' - Cross di Zanimacchia sul secondo palo, Asencio è appostato sul secondo palo e, di testa, manda fuori non di molto.
20' - Destro secco di Bordin dai venti metri, Faccioli respinge.
19' - Un pallone toccato non perfettamente da Antonucci diventa quasi buono per Soleri, che non ci arriva di pochissimo.
18' - Chance per Zanimacchia in mischia, la Roma libera.
17' - ROMA IN VANTAGGIO, MARCO TUMMINELLO! Il siciliano recupera in pressione alta un pallone che Bordin gli restituisce e lo scarica in porta nell'uno contro uno con Faccioli!
15' - Soleri controlla e prova la percussione centrale di forza, poi calcia debolmente e Faccioli blocca.
14' - Conclusione di Tazzer dopo un cross da sinistra, il tiro viene respinto.
11' - Faccioli non trattiene un cross teso da destra di Antonucci, Soleri è lì ma non è sufficientemente reattivo per centrare la porta.
10' - Torre di Marchizza su un calcio di punizione battuto da Bordin, libera la difesa del Genoa.
8' - Chance per Soleri su un bel cross di De Santis, ma il suo colpo di testa in elevazione manca il bersaglio.
7' - Piccolo problema fisico per Anocic, che poi si rialza.
6' - Asencio è ben appostato sul primo palo sul cross di Bordin.
5' - Coppola pulisce l'area su un cross di Anocic, provocando un angolo per la Roma.
4' - Angolo per la Roma da destra, stacca De Santis che di testa manda alto.
Al via la partita con il calcio d'inizio battuto dagli ospiti.

vocegiallorossa

Primavera, Genoa - Novara 1-1

Marcatori: 38'pt Penna rig. (No), 17'st Zanimacchia (Ge)

GENOA: Faccioli, Capotos, Mahrous, Coppola, Bruzzo, Zanandrea, Micovschi, Minardi, Benedetti, Zanimacchia, Pellegri.
A disp.: Rollandi, Funicelli, Palmese, Silvestri, Fassone, Sibilia, Logan, Belloni, Matarese, Bianchi, Boasi, Tazzer.
All.:Stellini.

NOVARA: Ragone, Pasqualoni, Guatieri, Collodel, Bove, Bellich, Zacchi, Penna, Salucci, Stoppa, Caldirola.
A disp.: Intorre, D'Astoli, Van der Linde, Carrara, Oliveira, Campus, Fonseca, Lattarulo, Gomes, Trabuio, Sati, Piazza.
All.: Gattuso

Un gol e un punto a testa. La Primavera di mister Stellini incamera un pareggio contro il Novara nel match di Arenzano e fa un altro passo nella rincorsa per un posto nei play-off, quando la stagione sta per declinare verso il termine. Al di là della supremazia territoriale esercitata per lunghe fasi e dei tentativi indirizzati verso la porta avversaria, è forte il rammarico per una vittoria che sarebbe stata molto utile per il raggiungimento dell’obiettivo. Gli ospiti sono passati in vantaggio sul finire del primo tempo grazie a un rigore trasformato da Penna. Al quarto d’ora della ripresa il pareggio siglato dal nazionale Under 19 Zanimacchia che deviava in rete l’assist di Zanandrea. Le speranze si spegnevano nel finale sul palo centrato dal subentrato Fassone. Domenica gara in trasferta con la Roma.

 

Anticipo Primavera, Palermo - Genoa 0-3

PALERMO: 1 Breza, 2 Punzi, 3 Maddaloni, 4 Tafa, 5 Ambro, 6 Giuliano, 7 Mazza, 8 Santoro, 9 Plescia, 10 Bonfiglio (cap.), 11 Pane.
A disposizione: 12 Guddo, 13 Tarantino, 14 Marinali, 15 Calivà, 16 Rizzo, 17 Silva Marques, 18 Geraci, 19 Manno, 20 Kebbeh, 21 D'Amico, 22 Di Cara.
Allenatore: Giovanni Bosi.

GENOA: 1 Faccioli, 2 Capotos, 3 Tazzer, 4 Palmese, 5 Minardi, 6 Zanandrea, 7 Micovschi, 8 Bruzzo, 9 Asencio Moraes, 10 Zanimacchia, 11 Fassone (cap.).
A disposizione: 12 Rollandi, 13 Seno, 14 Belloni, 15 Silvestri, 16 Sibilia, 17 Logan, 18 Matarese, 19 Benedetti.
Allenatore: Cristian Stellini.

ARBITRO: Nicolò MARINI (Trieste).
Assistenti: Salvatore Sangiorgio (Catania) - Alfio Conti (Acireale).

La 21ª giornata del campionato Primavera, l’ultima prima dell’inizio della Viareggio Cup, racconta di un Genoa corsaro a Palermo. Per la formazione di mister Stellini punteggio rotondo (3-0) maturato tutto nel secondo tempo, dopo una prima frazione equilibrata. Prima parte del Genoa, seconda del Palermo. La strada dei grifoncini viene spianata in avvio di ripresa da un’autorete, ma – dopo solo un minuto – l’azzurrino Under 19 Zanimacchia firma il raddoppio su assist di Raul. Nelle battute finali del match arriva la terza marcatura: a segno ancora Zanimacchia, questa volta dopo una splendida azione personale di Zanandrea. Un successo che non solo vale 3 punti – 42 in classifica –, ma che permette al Grifone di agganciare momentaneamente la Virtus Entella al quarto posto e di consolidare le speranze nella corsa ai play-off

Primavera, Genoa - Bologna 1-3

MARCATORI: 14′ Asencio (G), 31′ Silvestro (B), 74′ rig. Tabacchi (B), 89′ Okwonkwo (B)

GENOA: Faccioli, Capotos, Tazzer, Anibal (74′ Palmese), Quini (42′ Bruzzo), Zanandrea, Nicovschi, Minardi, Asencio, Matarese (64′ Zanimacchia), Fassone.
All. Stellini

BOLOGNA: Ravaglia, Tazza, Frabotta, Ghini, Bianconi, Cestaro, Gulinatti, Silvestro, Djibril (76′ Okwonkwo), Trovade, Tabacchi.
All. Magnani

ARBITRO: Pagliardini di Arezzo
AMMONITI: Minardi (G), Zanandrea (G)

Nessun punto da marcare in classifica e corsa ai play-off che si complica per la Primavera del Genoa, sconfitta ad Arenzano con il punteggio di 3-1 dal Bologna nonostante il vantaggio iniziale. Con un pizzico anche di buona sorte nei momenti chiave, gli ospiti portano a casa una vittoria pesante per rilanciarsi. Il gol iniziale del cecchino Raul, sempre più puntuale in zona gol, sugli sviluppi di un angolo aveva spianato la strada ai ragazzi di Stellini, che prima e dopo il pareggio firmato da Silvestro con un gran tiro da fuori, avevano sfiorato altre volte la segnatura con Anibal e lo stesso Raul.
Squadre al riposo sul risultato di 1-1 e grifoncini all’assalto a inizio ripresa, senza riuscire a scuotere però la rete. Il tentativo di Tazzer con una parabola maligna veniva rintuzzato dal portiere con un colpo di reni e poco prima della mezzora il Genoa assisteva al sorpasso, su calcio di rigore trasformato da Tabacchi. Il giocatore felsineo a una manciata di minuti dalla fine siglava il terzo gol per i suoi, chiudendo di fatto i conti con una esecuzione diabolica su calcio da fermo. La squadra disputerà giovedì in anticipo l’incontro di campionato a Palermo. Poi l’avventura alla Viareggio Cup.

Primavera, Genoa - Pisa 3-1

MARCATORI: 31'pt Giani (Pi), 24'st e 30'st Asencio (Ge), 36'st Nencioni aut. (Ge)

GENOA: Faccioli, Capotos, Mahrous, Anibal, Quaini, Zanandrea, Tazzer, Minardi, Asencio, Zanimacchia, Matarese.
A disp.: Rollandi, Palmese, Logan, Silvestri, Micovschi, Sibilia, Fassone, Belloni, Bruzzo, Bianchi, Boasi, Seno.
All.: Stellini

PISA: Bruno, Favale, Montanaro, Balduini, Castellacci, Salvi, Giani M., Degl'Innocenti, Giani E., D'Angina, Bertoni.
A disp.: Vecchio, Pietranera, Fillanti, Ghelardoni, Santi, Nencioni, Lores Varela, Borgioli, Adami, Micchi, Nasini, Bracci.
All.: Grandoni

ARBITRO: Annaloro di Collegno. ASSITENTI: Kamal e Zaninetti di Voghera

Fa e disfa. Ma soprattutto fa. Nel segno dell’attaccante Raul. Con una doppietta del promettente centravanti spagnolo, autore anche di un errore dal dischetto, la Primavera del Genoa di mister Stellini ribalta il gol di vantaggio del Pisa e conquista tre punti fondamentali nella corsa ai play-off. Un’impresa più complicata del previsto contro un avversario agguerritissimo, non infiacchito neppure dalla doppia inferiorità numerica con cui ha concluso l’incontro. Onore ai vincitori (3-1), ma anche ai vinti.
Nella prima frazione i grifoncini sono andati vicini a segnare di testa con l’azzurrino Zanimacchia e con una conclusione di Raul che ha sorvolato la traversa, incassando il gol dei nerazzurri alla mezzora con un contropiede chiuso da Giani. Quasi allo scadere l’occasione di fare 1-1 con un calcio di rigore concesso per fallo di mano. Alla battuta Raul ma Bruno neutralizzava la stoccata del numero nove che nella ripresa si rifaceva con gli interessi.
Pisa in dieci per l’espulsione di Salvi dopo pochi minuti e Raul protagonista su tutto il fronte. Prima con un tiro deviato dall’estremo toscano e quindi con il pareggio su assist di Anibal in area. Al 28’ il portiere lasciava in nove la sua squadra e ancora Raul con un gran tiro da fuori marcava la rete del sorpasso. Nel finale Nencini infilava poi nella porta, nel tentativo di respingere un cross del capitano di giornata Mahrous. Sabato altra gara ad Arenzano con il Bologna.