Log in

 

Primavera, Cittadella - Carpi 3-2

Marcatori: 14’pt. Tumiatti(CI), 19’pt. Mezzoni(CA), 37′ pt.aut Di Pierri(CI), 39′ pt. Tumiatti(CI), 6′ st Morselli(CA)

CITTADELLA Bugin, Guerra, Volpato, Maniero, Maronilli, Nocerino, Caccin, Ansah, Tumiatti (12′ st Zonta), Sartori, Ballarin (33′ st Ferro).
A disp.: Vettore, Dissegna, Borsato, Papi, Selmin, Vasic, Placido, Felicetti, Rozzi
All.: Giacomin

CARPI Luppi, Fumanti, Zinani (1′ st Costi), Sapone, Di Pierri (32′ st Insolito), Melani, Mezzoni (25’st Saporetti), Tacconi, Kouakou, Morselli, Scarf.
A disp.: Rossi, Aristei, Odasso, Bottoni, Nardini, Pernigotti, Goh
All.: La Manna

Note: espulso Volpato(CI), ammoniti Maiero, Volpato (CI), Tacconi, Scarf, Costi(CA)

Primavera, Carpi - Udinese 1-1

Marcatori: 21′ Insolito (C), 36′ Armenakas (U)

Carpi (4-4-2): Rossi; Fumanti, Di Pierri, Melani, Ghidoni; Mezzoni, Tacconi, Sapone, Scarf; Insolito (54′ Costi), Morselli.
All. La Manna.

Udinese (4-2-3-1): Borsellini; Vedova (82′ Brunetti), Vasko, Parpinel, Paoluzzi; Variola, Halilovic; Varesanovic (45′ Bocic), Armenakas, Garmendia; Djoulou (67′ Bovolon).
All. Mattiussi.

Arbitro: Sign. Francesco Meraviglia di Pistoia – Assistenti: Sign. Luca Bianchini e Lorenzo Biasini di Cesena.

Note – Ammoniti: 78′ Bocic (U), 79′ Garmendia (U), 86′ Costi (C), 89′ Paoluzzi (U)

L'Udinese non va oltre l'uno a uno con il Carpi, in una trasferta difficile che i bianconeri chiudono con l'amaro in bocca. Dopo una fase di predominio territoriale dei friulani, i padroni di casa passano sorprendentemente in vantaggio con Insolito che sfrutta un errore in disimpegno della difesa. Al 36° la risposta dell'Udinese con Armenakas, abile a sfruttare una spizzata di Vasko sugli sviluppi di un corner. Nella seconda frazione ci prova in tutti i modi la formazione di Mattiuss, ma lo spunto giusto non arriva mai. Al 90° la grande paura: Costi si invola da solo verso l'area di rigore, Paoluzzi cerca l'intervento alla disperata e provoca un calcio di rigore. Borsellini però ipnotizza Morselli dagli undici metri e evita l'incredibile beffa.

Primavera, Juventus - Carpi 5-0

Marcatori: 18’ pt. Kanoute (J), 4’ st. Muratore (J), 16’ st. Muratore (J), 18’ st. Zeqiri (J), 29’ st. Clemenza (J).

Juventus: Del Favero, Semprini (23’ st. Mosti), Beruatto (14’ st. Clemenza), Muratore (Cap.), Vogliacco, Coccolo, Leris, Kanoute, Zeqiri, Pereira Matheus, Caligara (23’ st. Bove).
A disposizione: Loria, Marricchi, Toure, Rogerio.
Allenatore: Fabio Grosso.

Carpi: Sarri (1’ st. Bazzano), Ghidoni, Zinani, Sapone, Di Pierri, Melani, Mezzoni, Tacconi (Cap.) (31’ st. Campobasso), Insolito (15’ st. Costi), Morselli, Scarf.
A disposizione: Luppi, Aristei, Fumanti, Odasso, Nardini, Pernigotti, Goh.
Allenatore: Francesco La Manna.

Bene, anzi benissimo. La Primavera della Juventus vince al campo "Ale&Ricky" contro il Carpi, ed è un successo fondamentale, che permette ai ragazzi di Grosso avvicinarsi ancora alla Final Eight, a tre giornate dalla fine della Regular Season.
Vuole fortemente il successo, la Juve, e lo dimostra con una partenza arrembante, che porta, solo nei primi 10 minuti, Caligara, Leris, Zeqiri e Muratore vicinissimi al gol. Il Carpi cerca di difendere ordinatamente, ma la pressione portata dalla Juve è costante, e al minuto 18 porta i suoi frutti, con un gran gol di Kanoute.
La Juve non molla
Forti del vantaggio acquisito, i bianconeri continuano a tenere alta la pressione: il primo tempo è una sorta di monologo, che vede la Juve alla ricerca del 2-0 (sebbene con ritmi meno alti rispetto a inizio partita, complice anche il primo caldo a Vinovo), e il Carpi non affacciarsi nemmeno una volta dalle parti di Del Favero.
Nonostante questo, se proprio si vuole trovare un difetto ai ragazzi di Grosso, è il non avere la necessaria cattiveria per chiudere i conti già prima del riposo
Sale in cattedra Simone (e non solo)
Ecco perchè l'inizio della ripresa è da incubo per gli ospiti: la Juve comincia in modo ancora più convincente rispetto ai primi minuti del match e trova il gol per 3 volte in meno di 20 minuti: arriva una doppietta di Muratore, prima con un tap-in sottomisura e poi con uno splendido pallonetto dal limite, e la quarta marcatura di Zeqiri, che chiudono definitivamente i conti.
Prima della mezz'ora c'è tempo anche per la splendida azione di Clemenza, che segna il quinto gol bianconero con un tiro imprendibile dal limite dell'area.
Solo a questo punto la Juve alza un po' il piede dall'acceleratore, ma la vittoria ormai è cosa fatta.
Le parole del Mister
«Questi ragazzi hanno grandi qualità – così Fabio Grosso a fine partita – Oggi le hanno tirate fuori per lunghi tratti. Il nostro obiettivo è farlo per tutta la partita, ne hanno la potenzialità. Una buona vittoria, quella di oggi, ottenuta grazie a personalità e tecnica»

 

Primavera, Carpi - Bari 1-2

Marcatori: 20’ aut. Ghidoni, 36’ Morselli, 62’ Portoghese

CARPI Sarri, Ghidoni, Scarf, Sapone (65’ Di Pierri), Fumanti, Melani, Mezzoni (65’ Odasso), Tacconi, Insolito, Morselli, Kouakou (80’ Costi).
A disposizione: Bazzano, Zinani, Aristei, Campobasso, Nardini, Vittorini, Luppi.
Allenatore: La Manna

BARI Lizzano, Tedone, Vaccaro, Cabella, Gernone, Panebianco, Clemente, Ondo, Coratella (59’ Romanazzo), Portoghese (89’ De Palma), Abreu Santos (85’ Di Cosmo).
A disposizione: Faggiano, Dentamaro, Ndaye, Rodrigues.
Allenatore: Urbano

Rialza la cresta il Bari Primavera dopo lo sfortunato epilogo del Torneo di Viareggio, sconfiggendo il Carpi in trasferta per due reti a una.
La gara fra due squadre appollaiate entrambe a quota 24 in classifica si dimostra fin dal primo minuto piacevole e allo stesso tempo molto equilibrata. Il punteggio si sblocca intorno al 20' con un beffardo autogol dell'emiliano Ghidoni. Passa però un quarto d'ora e il Carpi ritrova il pari con Morselli, bravo ad incunearsi fra le linee e sfruttare un errato disimpegno della difesa barese. La prima frazione termina sull'1-1.
La ripresa non vede mutare lo spartito, fra due squadre senza particolari patemi di classifica e desiderose di mettere in mostra un bel calcio. E' il 65' quando il solito Portoghese, sempre più capocannoniere fra i suoi, inventa la giocata che vale da sola il prezzo del biglietto: slalom fra i difensori avversari partendo da destra e palla depositata in rete per il vantaggio biancorosso.
Il Bari Primavera, con la vittoria odierna, dimostra di essere una squadra dagli ottimi mezzi ma a cui è spesso mancata la continuità di gioco e risultati. A poche giornate dal termine, solo un intricato - ma non impossibile - filotto di risultati potrebbe ancora aprire qualche spiraglio in chiave play-off.

Primavera, Torino - Carpi 3-0

Marcatori: pt 14' rig. D'Alena, 21' De Luca; st 10' Berardi.

Torino: Cucchietti; Tofanari, Giraudo, Rivoira, D’Alena (33' st Remacle); Buongiorno, Rossetti; Traoré, De Luca, Berardi (11' st Luise), Gjuci (26' st Piscopo).
A disposizione: Coppola, Auriletto, Bedino, Bortoletti, Mele, Oukhadda, Tobaldo, Savatovic, Dieye.
Allenatore: Coppitelli.


Carpi: Sarri; Fumanti, Scarf, Sapone, Di Pierri (21' st Vittorini); Melani, Kouakou, Tacconi (11' st Insolito); Saporetti, Morselli, Mezzoni (14' pt Ghidoni).
A disposizione: Bazzano, Luppi, Cardamone, Odasso, Nardini, Doda, Pernigotti.
Allenatore: La Manna.


Arbitro: Provesi di Treviglio.
Note: nessun ammonito. Recupero 1'.

Federico Coppitelli era stato chiaro dopo il derby perso giocando pure male: per sperare nel secondo posto bisognava considerarle tutte come finali e dopo il Sassuolo anche il Carpi oggi l’ha capito. Con il Toro a trazione anteriore, senza Remacle e Piscopo che ancora non hanno alzato il tasso tecnico della squadra, è un altro vedere e infatti i risultati sono arrivati già nel primo tempo: Berardi è stato bravo a procurarsi il rigore poi trasformato da D’Alena, poi De Luca è tornato finalmente al gol dopo un assist ancora di D’Alena.
Il Toro già nella prima frazione avrebbe potuto aumentare il punteggio e invece ha preferito amministrare senza affondare, trovando poi la rete della tranquillità con una stoccata apprezzabilissima di Berardi da fuori area. Manca più di mezz’ora alla fine ma in realtà succede ancora poco, perché Coppetelli decide di dare fiato ai titolari inserendo tra gli altri proprio Remacle e Piscopo e la squadra porta a casa tre punti fondamentali per la rincorsa playoff in attesa che cominci l’avventura al alla Viareggio Cup.

Primavera, Sassuolo - Carpi 1-0

Reti: 5' Pierini.

Sassuolo: Costa, Adjapong, Masetti, Marin, Ferrini (46' Rossini), Ravanelli, Pierini, Cipolla (73' Franchini), Scamacca, Viero, Zecca.
A disposizione: Vitali, Saccani, Celia, Rossini, Tinterri, Viero, Bellei, Romairone, Caputo.
Allenatore: Sig. Paolo Mandelli.

Carpi: Sarri, Zinani (62' Doda), Scarf, Sapone, Di Pierri, Fumanti, Kouakou, Tacconi, Saporetti (58' Vittorini), Morselli, Insolito (82' Aristei).
A disposizione: Rossi, Melani, Ghidoni, Odasso, Pernigotti, Nardini.
Allenatore: Sig. Ferdinando La Manna.

Arbitro: Sig. Cipriani di Empoli.
Assistenti: Sig. Meozzi di Empoli e Sig. Gnarra di Siena.
Note: ammoniti Marin, Viero e Adjapong del Sassuolo; Kouakou del Carpi.

Quinto successo consecutivo per la Primavera del Sassuolo che vince con merito il derby contro il Carpi. Il gol che decide il match arriva dopo solo 5 minuti: cross dalla destra di Adjapong e colpo di testa vincente di Pierini. I neroverdi insistono e vanno vicini al raddoppio al 25' ma Sarri si salva in angolo su tiro di Zecca e al 37' con un colpo di testa di Scamacca fuori di poco. Prima dell'intervallo il Carpi si fa pericoloso con due calci d'angolo velenosi di Morselli ma Costa si fa trovare pronto. Anche il secondo tempo è marcatamente neroverde: al 51' Masetti calcia a lato da buona posizione, al 53' gran tiro di Pierini che centra la traversa, al 60' splendido colpo di testa di Scamacca su cross di Zecca e palla fuori di un nulla. Nel finale il Carpi cerca di farsi avanti ma è ancora il Sassuolo a fallire alcune palle gol con Pierini, Ravanelli e Viero. Dopo tre minuti di recupero arriva il triplice fischio del direttore di gara che sancisce l'1-0 neroverde.

Primavera, Carpi - Empoli 0-4

Marcatori: 14’st Buglio, 16’st Manicone, 34’ e 40’st An.Zini

CARPI Sarri, Fumanti, Zinani (42’pt Kader), Sapone, Di Pierri, Melani, Mezzoni (18’st Ghidoni), Tacconi, Saporetti (18’st Insolito), Morselli, Scarf.
A disposizione: Rossi, Aristei, Campobasso, Cardamone, Doda, Odasso, Nardini, Pernigotti, Vittorini.
Allenatore: La Manna

EMPOLI Giacomel, Zappella, Seminara, Pejovic, Buglio, Bianchi, Bellini (27’st Dileo), Damiani, Manicone (35’st Olivieri), Traore, Jakupovic (10’st An.Zini).
A disposizione: Meli, Ricchi, Al.Zini, Giampà, Castorami, Montaperto.
Allenatore: Dal Canto

Arbitro: Frontera di Bologna
Note: ammonito Bellini, recupero 1’+3’

Primavera, Carpi - Avellino 2-0

Marcatori: 18′ rig. Morselli, 3′ st Scarf.

CARPI: Sarri, Fumanti, Zinani, Sapone, Di Pierri, Melani, Mezzoni, Tacconi (dal 31′ st Odasso), Saporetti (dal 28′ st Pernigotti), Morselli (dal 40′ st Aristei), Scarf.
A disposizione: Bazzano, Villa, Ghidoni, Campobasso, Cardamone, Doda, Nardini, Vittorini, Insolito.
All: La Manna.

AVELLINO: Cappa (dal 5′ st Jusufi), Rescinio, Todisco, Bongiovanni, Sgabbati, Rizzo, Federico (dal 14′ st Perna), Miranda, Branchi, Izi, De Sarlo (dal 1′ st Ciotti).
A disposizione: Marino, Alfano, De Martino, Saccarino, Caruso, Crisci.
All: Cioffi.

Arbitro: Luca Candeo
Assistenti: Gianluca Sartori e Flavio Zancanaro.
Recupero: 1′ pt, 3′ st

Ammoniti: Morselli, Zinani, Branchi (A), Perna (A).