Log in

 

Primavera, Empoli - Benevento 5-0

MARCATORI: 12′ Jakupovic, 29′ Manicone, 67′ Seminara, 69′ Traore, 84′ Olivieri

EMPOLI (4-3-1-2): Giacomel; Zappella, Pejovic, Bianchi, Seminara; Buglio, Bellini (79′ Castorani), Traore; Andrea Zini; Jakupovic (73′ Olivieri), Manicone (79′ Tehe).
A disposizione: Meli, Carradori, Giampà, Alessio Zini, Viligiardi.
All.: Alessandro Dal Canto (in panchina Giuliano Lamma).


BENEVENTO (3-4-1-2): Volzone; Caiazza, Fusco, Cesarano (82′ Maisto); Sparandeo, Donnarumma, Volpicelli, Martone; Sorgente (60′ Crudo); Pinto (73′ Quattrocchi), Brignola.
All. Ignoffo

A disposizione: Bruno, Letizio, Casaburi, Ronga, Saccone.

ARBITRO: Andrea Tursi di Valdarno (Marchi-Saccenti)
AMMONITI: Martone, Seminara, Volpicelli

Torna a vincere la Primavera di Dal Canto, che stamani ha superato 5-0 il Benevento a Monteboro. Azzurri padroni della gara fin da subito, con Jakupovic che al 12´ finalizza al meglio una bella trama offensiva. Al 29´ il raddoppio di Manicone e prima dell´intervallo l´Empoli sfiora il tris. Nella ripresa Seminara e Traore chiudono di fatto la gara; nel finale anche il gol di Olivieri per il definitivo 5-0.

 

Primavera, Benevento - Torino 1-3

Marcatori: pt 2' Berardi, 21' Pinto, 44' Rossetti; st 8' Berardi

Benevento: Volzone, Iodice, Sparandeo, Mincione, Caiazza, Fusco, Volpicelli, Crudo, Pinto, Donnarumma, Cesarano.
A disposizione: Bruno, Martone, Letizio, Maisto, Casaburi, Ronga, Brignola, Saccone, Sorgente.
Allenatore: Ignoffo.

Torino: Cucchietti; Tofanari (9' st Auriletto), Rivoira, Buongiorno, Avelar; D’Alena, Rossetti; Traoré (12' st Oukhadda), Berardi (18' st Bortoletti), Piscopo; De Luca.
A disposizione: Coppola, Giraudo, Mele, Tobaldo, Luise, Gjuci.
Allenatore: Coppitelli.

Arbitro: Vigile di Cosenza.
Note: Cucchietti para un calcio di rigore a Pinto al 21' pt.

Dopo la sconfitta di Empoli per la Primavera di Coppitelli non ci sono alternative se non quella di vincerle tutte e il primo passo è stato fatto oggi nella trasferta con il Benevento che ha riconsegnato un Toro vincente e anche sufficientemente convincente.
Forse il vantaggio frutto di una bella azione personale di Berardi è arrivato fin troppo presto perché il furore agonistico si è esaurito in fretta ed è arrivato anche il pari dei campani (con Cucchietti che ancora una volta si è confermato felino sui rigori) e da lì è cominciata un'altra partita, risolta dalla giocata di Rossetti e dal suo tiro da fuori arrivato al momento giusto, poco prima che finisse il tempo. E quando Berardi ha fatto tris, dimostrando di esse uno dei pochi a potersi prendere sulle spalle la squadra, sono passati i titoli di coda perché i granata hanno saputo amministrare con sagacia, gestendo palla senza rischiare e sfiorando anche nuove marcature. Tre punto fondamentali per crederci ancora, come predica da tempo il tecnico romano.

infotoro

Primavera, Pescara - Benevento 1-1

Reti: Ferrini 5’st, Donnarumma 43’st.

PESCARA: Antonino, Maloku, Di Giacomo, Marcelli, Ferrini, Camilleri (Pompetti 32’st), Diallo, Ilic, Mancini (Sow 14’st), Del Sole, Liguori (Palladini 12’st).
A disposizione: Fargione, Perini, Lupo, Battista.
Allenatore: Ruscitti

BENEVENTO: Volzone, Iodice, Sparandeo, Donnarumma, Caiazza, Cesarano (Martone 35’st) Volpicelli, Crudo (Saccone 30’st), Sorgente, Mincione, Ronca (Quattrocchi 25’st).
A disposizione: Di Maggio, Maisto, Casaburi, Chiacchio.
Allenatore: Ignoffo

Arbitro: Ayroldi Giovanni sez. Barletta
I°Assistente: Falco Michele sez. Bari
II°Assistente: Palermo Domenico sez. Bari

Ammoniti: Palladini 47’st

La Primavera del Pescara di Mister Ruscitti pareggia 1 a 1 nella gara casalinga contro il Benevento. Dopo il vantaggio iniziale firmato da Ferrini al 5′ del primo tempo i biancazzurri vengono ripresi dagli avversari sullo scadere del secondo tempo.

 

Anticipo Primavera, Juventus - Benevento 1-0

Marcatori: 21’ pt. Kean (J).

Juventus: Audero, Andersson, Coccolo, Muratore (Cap.), Bove, Rogerio (1’ st. Vogliacco), Semprini, Matheus Pereira, Kean (14’ st. Zeqiri), Mosti (44’ st. Toure), Leris.
A disposizione: Del Favero, Loria, Merio, Kanoute, Ndiaye, Caligara, Clemenza, Galtarossa.

Allenatore: Fabio Grosso.

Benevento: Cioce, Iodice, Sparandeo (Cap.), Donnarumma, Rutjens, Fusco, Volpicelli (10’ st. Brignola), Crudo (34’ st. Sorgente), Pinto, Cesarano (39’ st. Saccone), Mincione.
A disposizione: Di Ma ggio, Martone, Caiazza, Casaburi, Gengaro, Maisto, Ronga.

Allenatore: Giovanni Ignoffo.

Ammoniti: 29’ st. Mosti (J), 43’ st. Muratore (J), 22’ pt. Volpicelli (B), 20’ st. Rutjens (B), 47’ st. Sparandeo (B).

La settimana della Primavera della Juventus, iniziata con un uno a zero in casa del Toro lunedì, si conclude con una vittoria con identico punteggio a Vinovo contro il Benevento.
Decide la partita un gol di Kean al 21’ minuto del primo tempo di un match che i bianconeri portano a casa non senza fatica.
Il Benevento, memore della vittoria dell’andata, arriva infatti a Torino deciso a giocarsi le sue carte fino in fondo, e lo conferma poco dopo l’inizio della partita, con un rasoterra a incrociare di Mincione, che finisce a pochi centimetri dal palo della porta difesa oggi da Audero.
I bianconeri però si organizzano e minuto dopo minuto portano una pressione crescente dalle parti del portiere Cioce: pressione che si concretizza con l’incornata di testa di Kean su cross dalla sinistra, a metà della prima frazione, che a conti fatti sarà la rete decisiva del match.
Nella ripresa non si vede un Benevento arrembante, ed è anzi la Juve che, oltre a controllare, porta i pericoli maggiori alla porta di Cioce, più di una volta decisivo in particolare su Zeqiri e Leris, fra i più attivi del match insieme a Muratore.
Lo score, però, non si muove più, ma tutto sommato ai bianconeri va bene così, perché permette loro di continuare a veleggiare in testa alla classifica e, soprattutto, di portare a casa due vittorie fondamentali nel giro di pochi giorni, come sottolinea Mister Grosso: «Siamo stati bravi, sono contento – spiega – Abbiamo portato una buona pressione al Benevento e poi siamo riusciti nel modo migliore a contenere gli avversari. Il nostro cammino continua».

Primavera, Benevento - Udinese 0-2

MARCATORI: Brunetti 20′(U); Armenakas 41′(U);

BENEVENTO: Cioce; Iodice, Sparandeo, Mincione, Rutjens, Caiazza, Castaldo(72'- Ronga), Volpicelli(61'- Sorgente), Pinto, Donnarumma, Brignola;
All.: Ignoffo

UDINESE: Borsellini; Pieve, Paoluzzi, Variola, Varsko, Parpinel, Brunetti (53′- Bovolon), Halilovic, Armenakas(88'- Varesanovic), Ruscio Gargamendia, Sarda(82'- Djoulou);
All.: Mattiussi

AMMONITI: Brunetti 35′(U); 76' Bovolon(U); 90' Sorgente(B);

Arbitro: Natilla di Molfetta. Assistenti: Lillo, Bruni

Partita che si accende subito nei primi minuti. Al 11' il Benevento va vicino al vantaggio con un ribaltamento di fronte seguito ad una punizione calciata male da Armenakas. I giallorossi orchestrano la manovra con Castaldo che serve Pinto il quale fa proseguire la sfera per Brignola che tira ma la palla si infrange sul palo. L'Udinese risponde al 20' trovando il vantaggio. L'azione viene costruita da Halilovic che serve Garmendia il quale è bravo a trovare in area Armenakas; la conclusione del bianconero è ribattuta ma sul pallone interviene Brunetti a mettere dentro. Bianconeri che continuano a spingere diventando nuovamente pericolosi al 26' con una grande punizione di Parpinel che centra la traversa. Al 35' Pinto avrebbe l'occasione buona per pareggiare ma non riesce a superare Borsellini. Al 41' i friulani raddoppiano grazie ad Armenakas che intercetta un passaggio in orizzontale di Sparandeo, e infila Cioce per il 2-0, risultato che chiude il primo tempo. Ripresa che inizia senza sostituzioni nelle due formazioni. Primo cambio per Mattiussi al 53' con l'ingresso in campo di Bovolon per Brunetti. Azione dubbia di Volpicelli che tocca Garmendia in area di rigore ma l'arbitro non assegna la massima punizione ai bianconeri. Il Benevento manda in campo Sorgente per Volpicelli al 61' e Ronga per Castaldo al 72'. Udinese che controlla la gara anche se il Benevento non rinuncia a pungere per riaprire il risultato. Seconda sostituzione per Mattiussi al 82' con Djoulou che entra in campo per Sarda. Al 85' Halilovic ci prova dalla distanza ma il suo tiro finisce altissimo. Al 88' Armenakas esce per Varesanovic. Al 89' Sparandeo va alla conclusione di sinistro ma Borsellini non ha problemi a bloccare in sicurezza. Gara che si conclude con l'Udinese che porta a casa una vittoria preziosa in trasferta. Nella ripresa la formazione di Mattiussi ha praticamente controllato gli avversari non correndo mai grossi pericoli.

Massimo Giuri udineseblog

Primavera, Benevento - Carpi 0-2

Marcatori: 49′ Saporetti, 91′ Insolito.

BENEVENTO Cioce, Iodice, Cesarano (dal 76′ Sparandeo), Mincione, Rutjens, Caiazza, Maisto, Crudo (dal 55′ Ronga), Pinto (dal 68′ Lama), Brignola, Sorgente.
A disposizione: Bruno, Martone, Fusco, Casaburi, Gengaro, Saccone.
Allenatore: Ignoffo.

CARPI Sarri, Fumanti, Scarf, Sapone, Di Pierri, Melani, Kouaker, Tacconi, Saporetti (dal 57′ Insolito), Morselli (dal 86′ Aristei), Mezzoni (dal 68′ Ghidoni).
A disposizione: Bazzano, Villa, Cardamone, Campobasso, Bottoni, Odasso, Vittorini, Pernigotti, Goh.
Allenatore: La Manna.

Arbitro: Nicola De Tullio di Bari.
Assistenti: Giampiero Urselli di Taranto e Santo Burgi di Matera.
Recupero: 3′ pt, 3′ st.
Ammoniti: Mezzoni, Rutjens, Sparandeo.

Primavera, Sassuolo - Benevento 3-1

Reti: 18' e 85' Zecca (S), 37' Sorgente (B), 83' Romairone (S).

Sassuolo: Vitali, Gambardella (50' Romairone), Masetti, Sarzi Maddidini (87' Abelli), Ferrini, Ravanelli, Pierini, Cipolla (65' Marin), Zecca, Franchini, Adjapong.
A disposizione: Costa, Saccani, Celia, Rossini, Marchetti, Bruschi, Caputo, Scavo.
Allenatore: Sig. Paolo Mandelli.

Benevento: Cioce, Martone (84' Saccone), Cesarano, Mincione, Rutjens, Caiazza, Quattrocchi, Crudo, Pinto (60' Fusco), Maisto (87' Casaburi), Sorgente.
A disposizione: Di Maggio, Gengaro, Letizio, Iodice.
Allenatore: Sig. Giovanni Ignoffo.

Arbitro: Sig. Prontera di Bologna.
Assistenti: Sig. Cavallina e Sig. Pappalardo di Parma.
Note: ammoniti Sarzi Maddidini (S) e Rutjens (B).

Torna al successo la Primavera del Sassuolo battendo 3-1 con merito il Benevento. Buona la partenza dei neroverdi che al 5' sfiorano già il vantaggio: cross dalla destra di Adjapong e colpo di testa di Franchini sul quale compie il miracolo Cioce. Al 19' percussione sulla sinistra di Franchini e cross perfetto per il tocco al volo di Zecca che insacca l'1-0. Al 37' lancio lungo dei campani, indecisione difensiva neroverde e Sorgente beffa tutti infilando l'1-1. Il Sassuolo torna avanti al minuto 82: azione personale sulla destra di Adjapong e palla al centro per il tap in vincente di Romairone. Passano solo due minuti e Zecca mette al sicuro i tre punti con un diagonale rasoterra che non lascia scampo a Cioce e vale la doppietta personale.

Primavera, Benevento - Cittadella 1-0

MARCATORE: 31'pt Mincione

BENEVENTO Cioce, Iodice, Cesarano, Mincione, Rutjens, Caiazza, Quattrocchi, Crudo (42'st Casaburi), Sorgente (23'st Pinto), Brignola, Maisto (47'st Lama).
A disp.: Di Maggio, Volzone, Martone, De Caro, Gengaro, Ronga, Rillo.
All.: Ignoffo

CITTADELLA Corasanti, Gatto, Sartori, Maronilli, Selmin, Zonta, Vasic (31'st Volpato), Rozzi (16'st Ballarin), Felicietti (6'st Dri), Maniero, Caccin.
A disp.: Bugin, Manente, Nicerino, Guerra.
All. Zunin