Log in

 

Primavera, Hellas Verona - Lazio 1-2

In evidenza Primavera, Hellas Verona - Lazio 1-2

Marcatori: 30' pt Tupta (rig.), 16' st Rossi, 29' st Bari.

HELLAS VERONA (4-3-1-2): Ferrari; Pavan, Casale, Kumbulla, Pettinà (dal 40' st Nigretti); Danzi, Guglielmelli (dal 30' st Jurj), Hoxha; Stefanec (dal 34' st Dentale); Tupta; Buxton.
A disposizione: Tosi, Dall'Agnola, Baniya, Kyriakopoulos, Cherubin, Gecchele, Forgia, Aloisi.
All.: Pavanel.

LAZIO (4-3-3): Borrelli; Spizzichino, Baxevanos, Cardoselli, Ceka; Folorunsho, Miceli, Bezziccheri (dal 33' st Portanova); Bari (dal 40' st Muzzi), Rossi, Ndiaye (dal 45' st Petro).
A disposizione: Rus, Spurio, Javorcic, Djassi.
All.: Bonatti.

Arbitro: Marini di Trieste.
Assistenti: Marcolin di Schio e Moro di Schio.

NOTE. Ammoniti: Danzi, Jurj, Cardoselli.

Va alla Lazio la sfida al vertice del campionato Primavera TIM, una gara che l'Hellas aveva a lungo condotto grazie al rigore segnato nel primo tempo. Nella prima frazione era stato proprio l'Hellas a meritare il vantaggio, con il rigore procurato da Buxton e perfettamente realizzato da Tupta, e un ottimo contropiede purtroppo fallito dallo stesso Buxton. Anche nella ripresa il Verona sembra in controllo, fino al gol segnalo al quarto d'ora dall'attaccante biancoceleste Rossi, con un pallonetto che inganna Ferrari e si infila sotto la traversa. L'Hellas si rifà sotto e prova a tornare in vantaggio, ma al 29' è Bari a firmare la rimonta della Lazio, con un tocco fortunoso in piena area. Gli sforzi finali non portano nuovi gol e finisce così 1-2: le ultime due gare contro Cesena e Napoli saranno fondamentali per proseguire il sogno playoff, ai quali oggi il Verona accederebbe come una delle due migliori quinte dei tre gironi che compongono il campionato Primavera.

Le principali dichiarazioni dell'allenatore della Primavera gialloblù Massimo Pavanel: «Sapevamo della grande forza, anche e soprattutto fisica, della Lazio. Ma abbiamo giocato alla pari, anzi forse meritando qualcosa di più, contro una squadra che senza dubbio parteciperà alla fase finale, e questo è grande motivo di orgoglio. La lotta per accedere ai playoff è serratissima, quello resta il nostro sogno, e come accade da diversi mesi a questa parte giocheremo le prossime due gare al massimo delle nostre possibilità».

Le principali dichiarazioni del difensore della Primavera gialloblù Edoardo Pavan: «Peccato aver perso questa partita, non lo meritavamo per quanto espresso, sono molto contento della prestazione di tutta la squadra. Questo per noi resta un campionato incredibile, un sogno, e ora ripartiamo subito dalla prossima gara contro il Cesena. La testa è già là».