Log in

 

Lega Pro, le gare della 37a giornata

Lega Pro, le gare della 37a giornata

 

Girone A

Sabato, 29 Aprile 2017 ore 16:30

     

Livorno

 

-

 

Cremonese

     
     

Lucchese

 

-

 

Carrarese

     

 

     

Lupa Roma

 

-

 

Alessandria

     
     

Olbia

 

-

 

Robur Siena

     

 

     

Pontedera

 

-

 

Piacenza

     
     

Prato

 

-

 

Giana Erminio

     

 

     

Pro Piacenza

 

-

 

Tuttocuoio

     
     

Racing Club Roma

 

-

 

Pistoiese

     

 

     

Renate

 

-

 

Como

     
     

Viterbese

 

-

 

Arezzo

     

 

Girone B

Domenica, 30 Aprile 2017 ore 17:30

     

Ancona

 

-

 

Sambenedettese

     
     

Bassano Virtus

 

-

 

Gubbio

     

 

     

Lumezzane

 

-

 

Fano AJ

     
     

Modena

 

-

 

Mantova

     

 

     

Pordenone

 

-

 

Feralpisalò

     
     

Reggiana

 

-

 

Forlì

     

 

     

Santarcangelo

 

-

 

Maceratese

     
     

Sudtirol

 

-

 

Padova

     

 

     

Teramo

 

-

 

Parma

     
     

Venezia

 

-

 

Albinoleffe

     

 

 

Girone C

Domenica, 30 Aprile 2017 ore 14:30

 

     

Akragas

 

-

 

Juve Stabia

     
     

Catania

 

-

 

Siracusa

     

 

     

Catanzaro

 

-

 

Casertana

     
     

Fidelis Andria

 

-

 

Reggina

     

 

     

Foggia

 

-

 

Melfi

     
     

Matera

 

-

 

Monopoli

     

 

     

Messina

 

-

 

Cosenza

     
     

Paganese

 

-

 

Lecce

     

 

     

Taranto

 

-

 

Vibonese

     
     

Virtus Francavilla

 

-

 

Unicusano Fondi

  • Pubblicato in Lega Pro

Lega Pro, Albinoleffe - Pordenone 1-1

Lega Pro, Albinoleffe - Pordenone 1-1

ALBINOLEFFE: 32 Nordi, 2 Mondonico, 4 Gavazzi (C), 5 Zaffagnini, 7 Gonzi, 9 Mastroianni, 10 Cortellini, 15 Nichetti , 16 Anastasio, 18 Montella, 27 Di Ceglie. A disp.: 1 Cortinovis, 3 Scrosta, 11 Moreo, 14 Dondoni, 19 Ravasio, 23 Guerriera, 24 Mandelli, 28 Perego. Allenatore: Alvini.

PORDENONE: 1 Tomei, 3 De Agostini, 4 Stefani (C), 6 Suciu, 7 Padovan, 8 Burrai, 9 Arma, 11 Semenzato, 13 Marchi, 20 Buratto, 26 Misuraca. A disp.: 12 D’Arsiè, 10 Berrettoni, 14 Martignago, 15 Parodi, 16 Cattaneo, 18 Zappa, 21 Gervaudo, 23 Pietribiasi, 26 Bulevardi. Allenatore: Tedino.

ARBITRO: Sig. Luciano di Lamezia Terme, coadiuvato dal Sig. Bologna e dal Sig. Affatato.

Si prenda il miglior attacco di tutto il campionato, una delle difese meno battute, le si metta a confronto ed il risultato che ne uscirà sarà un pareggio dal peso specifico non indifferente, che permette all’AlbinoLeffe di continuare a veleggiare nella nobile zona play-off. Una splendida cornice di pubblico fa da sfondo ad uno dei tre posticipi serali del girone B di Lega Pro in cui l’AlbinoLeffe era chiamato a rispondere colpo su colpo ai risultati delle dirette avversarie durante il turno domenicale. Compito tutt’altro che semplice dato che gli orobici erano falcidiati da pesanti assenze e di fronte avevano la terza forza del campionato. Nonostante ciò, i ragazzi di Alvini, in partenza si fanno maggiormente apprezzare per intensità e cattiveria agonistica e la prima occasione porta la firma di Gonzi che al 14’ s’inventa un dribbling ad effetto, utile a saltare De Agostini, per poi concludere di mancino, ma Tomei è bravo a non farsi trovare impreparato sul proprio palo, mandando la sfera in corner.

altIl risveglio del Pordenone al 22’ è letale, dato che Arma è il più lesto di tutti ad arrivare su un pallone indirizzato verso il secondo palo, deviandolo in maniera imparabile per Nordi. La risposta bluceleste non si fa attendere e arriva cinque giri di lancette più tardi con Cortellini che pennella un delizioso traversone per la testa di Mastroianni, il quale però indirizza troppo centralmente. Al 36’ arriva il meritato pareggio dell’AlbinoLeffe con Cortellini, che approfitta di una respinta difettosa di Tomei in uscita per beffarlo con uno splendido lob. Poco dopo è Anastasio a provarci con un fendente dall’out di sinistra, su cui Tomei è prodigioso a distendersi ed evitare guai peggiori.

Il primo squillo della ripresa al 16’ è di marca nero verde con Padovan che, dopo un ottimo taglio, si trova a tu per tu con Nordi, abile a rimanere in piedi fino all’ultimo e a neutralizzare la conclusione del numero sette. Al 20’ Gonzi guadagna il fondo e fa partire un traversone che supera Tomei e scheggia la traversa. Sul capovolgimento di fronte sono i ramarri a rendersi ancora pericolosi con Misuraca che, dopo essersi inserito tra le maglie avversarie con troppa facilità, scarica un destro di sola potenza addosso all’estremo difensore seriano. Grande chance al 31’ per gli ospiti con capitan Gavazzi provvidenziale a deviare un rigore in movimento di Pietribiasi. Nel finale i ramarri danno vita ad un forcing offensivo, neutralizzato però ottimamente dalla solida fase difensiva bluceleste, anche oggi parsa impeccabile. Arriva così un punto importantissimo in ottica play-off, che dà la carica necessaria per il prossimo impegno di domenica, contro la vincitrice del campionato: il Venezia di Filippo Inzaghi.


La parola ai protagonisti

Cortellini: "E' un punto che ci fa onore"


|
In sala stampa, al termine di AlbinoLeffe-Pordenone, la contentezza dell'ambiente seriano per un pareggio molto importante in ottica play-off è stata espressa dal tecnico Massimiliano Alvini che, a caldo, ha così commentato la partita appena conclusasi: “Oggi era dura. Abbiamo giocato contro la squadra che, secondo me, gioca il miglior calcio del girone. Ci siamo arrivati con qualche piccolo problema, che abbiamo provato a risolvere e alla fine è venuto fuori questo pareggio che per noi è straordinario. Lo è perché si deve tener conto di tutti i fattori che possono influenzare una gara, dagli infortuni al blasone dell'avversario, e la squadra ha tirato fuori una prestazione di cuore, di grande voglia, entusiasmo. I ragazzi hanno onorato la maglia, questa è la miglior cosa. A livello di gioco non siamo stati da meno, anzi, soprattutto nel primo tempo abbiamo fatto benissimo. Sono contento per i ragazzi, sono contento per tutto l’ambiente”.

altSull’apporto dei tanti giovani, anche oggi scesi in campo dal primo minuto: “Mondonico, giusto per fare un esempio, è un giocatore su cui noi crediamo molto. Se continua così, è destinato ad un futuro diverso da questo. Anastasio sta facendo un campionato straordinario. Nichetti, che è un prodotto del settore, sta facendo benissimo. Crediamo tantissimo nei nostri ragazzi. Abbiamo 6-7 elementi del nostro vivaio che a fine campionato avranno giocato in Lega Pro e questo è motivo di grande orgoglio e soddisfazione”.

Sul pubblico oggi accorso numeroso a gremire gli spalti dello Stadio Atleti Azzurri d’Italia: “Abbiamo sentito più calore del solito. Io credo che quando, dopo trentasei partite, questa squadra tira fuori una prestazione così di cuore, di onore, di umiltà, di sacrificio e attaccamento alla maglia contro una big come il Pordenone, anche la gente non può non apprezzare quello che questi ragazzi stanno facendo dal 16 agosto, quando siamo partiti”.

A chi gli chiede un’opinione riguardo l’astinenza da vittoria: “So che qualcuno potrebbe storcere il naso perché arriviamo da cinque pareggi consecutivi, ma ci sono pareggi e pareggi ed i nostri sono arrivati contro avversari di enorme qualità, in partite lottate e giocate. Li valuto in maniera più che positiva”.

Ai microfoni di www.albinoleffe.com è intervenuto l’autore del gol del pari, Roberto Cortellini, che riguardo all’andamento del match ha dichiarato: “Abbiamo fatto una buona partita, mettendo in atto quello che ci aveva chiesto il mister, ovvero di stare ordinati in campo. Abbiamo cambiato qualcosa, ma ormai penso che la squadra sia in grado di esprimersi in qualsiasi modulo. Ciò che fa la differenza è l’atteggiamento. Oggi abbiamo messo in campo la giusta determinazione contro un’ottima squadra. E’ un punto che ci fa onore”.

Sul mix tra giocatori esperti e giovani ha così commentato: “Fin dall’inizio dell’anno tutti i ragazzi si sono sempre applicati, seguendo i consigli del mister e di quelli più grandi e penso che abbiano avuto una crescita. Loro sicuramente hanno un percorso diverso dal mio da fare e quindi sono contento quando riescono a ritagliarsi i loro spazi, a fare bene, dandoci una grossa mano”.

Sui due delicatissimi impegni contro Venezia e Santarcangelo che attendono la compagine bluceleste ha aggiunto: “A questo punto della stagione sono due partite fondamentali. Andiamo prima a Venezia e si comincia a giocare tutte in contemporanea, quindi sarà anche quello un fattore importante. Cerchiamo di andare là con la nostra mentalità, cercando di portare punti a casa. Dopo di che ci giocheremo probabilmente tanto nella sfida in casa contro il Santarcangelo”.

  • Pubblicato in Lega Pro

Il Monza torna in Lega PRO !!!

Il Monza torna in Lega PRO !!!

esultanza MZ Seregno 250Dopo meno di due anni in serie D il club biancorosso torna nel calcio professionistico. Bastava un punto oggi per sancire la promozione ed un punto è stato ma il Seregno ha dato filo da torcere ad i ragazzi di Zaffaroni fino alla fine. Ha aperto le danze D’Errico al 34° con una perla delle sue: penetrazione in area palla al piede e tiro a girare dove Bardaro non ci arriva. Il Monza non corre pericoli e gioca per tutto il primo tempo a ridosso dell’area ospite. Al 7° della ripresa il raddoppio di Gasparri e lì comincia la partita degli ospiti che al minuto 67 accorciano con Vaini dopo una azione insistita di Capogna e a tempo scaduto acciuffano il pareggio dopo una mischia conclusasi con un rimpallo favorevole a Lillo. Qualche istante prima Bardaro aveva negato la gioia del gol al neo entrato Ferrario. Per la prima volta nella stagione Battaiola (che nel frattempo aveva dovuto sfoderare la sua prontezza in un paio di occasioni) viene battuto per due volte, ma poco conta perché il risultato odierno scatena la festa del Brianteo per il ritorno in Lega PRO del Monza !!!

  • Pubblicato in Lega Pro

Il Monza torna in Lega PRO !!!

Il Monza torna in Lega PRO !!!

esultanza MZ Seregno 250Dopo meno di due anni in serie D il club biancorosso torna nel calcio professionistico. Bastava un punto oggi per sancire la promozione ed un punto è stato ma il Seregno ha dato filo da torcere ad i ragazzi di Zaffaroni fino alla fine. Ha aperto le danze D’Errico al 34° con una perla delle sue: penetrazione in area palla al piede e tiro a girare dove Bardaro non ci arriva. Il Monza non corre pericoli e gioca per tutto il primo tempo a ridosso dell’area ospite. Al 7° della ripresa il raddoppio di Gasparri e lì comincia la partita degli ospiti che al minuto 67 accorciano con Vaini dopo una azione insistita di Capogna e a tempo scaduto acciuffano il pareggio dopo una mischia conclusasi con un rimpallo favorevole a Lillo. Qualche istante prima Bardaro aveva negato la gioia del gol al neo entrato Ferrario. Per la prima volta nella stagione Battaiola (che nel frattempo aveva dovuto sfoderare la sua prontezza in un paio di occasioni) viene battuto per due volte, ma poco conta perché il risultato odierno scatena la festa del Brianteo per il ritorno in Lega PRO del Monza !!!

  • Pubblicato in Lega Pro

IL MESTRE PROMOSSO IN LEGA PRO!

IL MESTRE PROMOSSO IN LEGA PRO!

 

Dopo ben 34 anni, sparizioni, cancellazioni, rinascite, l’A.C.Mestre è tornato in Terza Serie. Era dall’annata 1982/83 che i tifosi orange aspettavano con ansia questo momento, sancito oggi da una larga vittoria per 1-4 in casa del Vigasio.

Oltre 400 tifosi entusiasti hanno seguito la squadra in terra veronese a sottolineare una passione che non è mai morta, nonostante le vicissitudini degli ultimi decenni. Molti di loro in lacrime al momento del fischio finale, quando è esploso il grido di liberazione sugli spalti del piccolo stadio veronese.

In serata caroselli di automobili imbandierate hanno invaso il centro di Mestre e alla fine i tifosi si sono riversati sotto Casa Mestre – sede del club, dove la festa è proseguita in compagnia della squadra e della dirigenza.

L’Associazione Calcio Mestre in questo momento di gioia, ringrazia tutta la squadra, l’allenatore Mauro Zironelli e tutto il suo staff, il nostro Presidente Stefano Serena, i due VicePresidenti, tutta la dirigenza e i collaboratori ed infine i nostri ineguagliabili tifosi per averci permesso di raggiungere un sogno chiamato LEGA PRO.

  • Pubblicato in Lega Pro

Lega Pro, Monopoli-Catania 3-0

Lega Pro, Monopoli-Catania 3-0

9′ Esposito, 22’st Ricucci, 44’st rig. Genchi(M)

S.S. MONOPOLI 1966 (4-3-3): 22 Furlan; 2 Carissoni, 4 Esposito, 30 Bacchetti, 3 Mercadante; 16 Franco(13’st 6 Ricucci), 28 Nicolini, 15 Mavretic; 9 Genchi(46’st 14 Bei), 23 Montini, 19 Pinto(41’st 13 Sounas). All.: Zanin. A disp.: 1 Pellegrino; 5 Ferrara, 8 El Friyekh, 10 Gatto, 11 Vuthaj, 18 Parker, 21 Balestrero, 29 Padalino, 32 Cavagna.
CATANIA CALCIO (3-5-2): 12 Pisseri; 20 Djordjevic, 15 Mbodj, 16 Marchese; 28 Parisi, 18 Di Stefano(13’st 10 Russotto), 5 Scoppa, 32 Mazzarani(26’st 11 Barisic), 33 Manneh(34’st 4 Bucolo); 23 Di Grazia, 9 Pozzebon. All.: Pulvirenti. A disp.: 1 Miguel Angel; 2 Bonaccorsi, 7 Maccioni, 8 Rizzo, 26 De Rossi, 35 Tavares.
Arbitro: Ivan Robilotta di Sala Consilina. Assistenti: Giuseppe Mansi di Nocera Inferiore e Nicola Nevio Spiniello di Avellino.
Ammoniti: -(M); -(C); Espulsi: -.
Note: recupero 1′ p.t., 5′ s.t.; angoli 2-2; campo in discrete condizioni; cielo sereno; divisa verde per il Monopoli, rossazzurra per il Catania. Spettatori totali 2397 di cui 594 abbonati.

Un minuto di silenzio per rendere omaggio a Michele Scarponi, campione di ciclismo morto tragicamente ieri mattina in allenamento.

PRIMO TEMPO
16.34 Inizia il match
21′ Inserimento in area di Mavretic, il suo tiro è debole tra le braccia di Pisseri
22′ Contropiede Monopoli con Pinto, palla per Genchi che tira alto sopra la traversa
23′ Tiro di Pinto respinto in corner con un grande intervento di Pisseri
26′ Tiro di Mazzarani respinto da Furlan
28′ Pallonetto di Carissoni a scavalcare Pisseri alto di poco sopra la traversa
29′ Tiro di Pozzebon bloccato in due tempi da Furlan
30′ Tiro di Genchi alto sopra la traversa
⚽39′ GOAAAL DEL MONOPOLI! IL CAPITANO ESPOSITO! Negli sviluppi di una punizione dalla destra il n° 4 biancoverde insacca alle spalle di Pisseri
42′ Tiro di Di Stefano alto sopra la traversa
44′ Colpo di testa di Pozzebon a porta vuota che termina fuori
45′ 1 minuto di recupero
Termina il primo tempo, 1-0

 

SECONDO TEMPO
17.37 Inizia il secondo tempo
2′ Genchi servito da Montini non riesce a colpire in pallone in rete
13′ Esce Di Stefano, entra Russotto nel Catania
13′ Esce Franco, entra Ricucci
17′ Tiro di Mazzarani fuori di poco alla destra di Furlan
⚽22′ GOAAAL DEL MONOPOLI! RICUCCI! Inserimento nell’area del centrocampista su assist di Montini e con un colpo di testa insacca il 2-0!
26′ Esce Mazzarani, entra Barisic nel Catania
34′ Esce Manneh, entra Bucolo nel Catania
37′ Colpo di testa di Montini di poco alto sopra la traversa
41′ Esce Pinto, entra Sounas
43′ Rigore per il Monopoli, atterrato Mercadante!
⚽44’st GOAAL DEL MONOPOLI! Rigore perfetto di GENCHI!
45′ 5 minuti di recupero
46′ Esce Genchi, entra Bei

  • Pubblicato in Lega Pro

Lega Pro, Lecce-Messina 0-1

Lega Pro, Lecce-Messina 0-1

Marcatori: 66′ Anastasi (M)

Lecce: Perucchini, Ciancio, Arrigoni, Drudi (73′ Vitofrancesco), Lepore, Tsonev, Ferreira (76′ Maimone), Agostinone, Pacilli (46′ Caturano), Marconi, Torromino. A disposizione: Bleve, Chironi, Mancosu, Monaco, Muci, Doumbia, Mengoli.
Allenatore: Sergio Di Corcia (Padalino squalificato).

Messina: Berardi, Grifoni, Rea, Maccarrone, De Vito, Da Silva, Musacci, Sanseverino (71′ Bruno), Ciccone (60′ Foresta), Anastasi, Milinkovic. A disposizione: Russo, Benfatta, Capua, Bencivenga, Mancini, Ferri, Marseglia, Ventola, Ansalone, Madonia.
Allenatore: Cristiano Lucarelli.

Arbitro: Giampaolo Mantelli di Brescia.
Ammoniti: Maccarrone (M), Ferreira (L), Agostinone (L), Anastasi (M), Rea (M).
Angoli: 8-1
Recupero: 2′ e 5′

  • Pubblicato in Lega Pro

Lega Pro, Casertana-Matera 3-1

Lega Pro, Casertana-Matera 3-1


CASERTANA (4-3-3):Ginestra; Finizio, Giorno (27’st Lorenzini), De Marco, Rajcic, Corado, Ramos, D’Alterio, Rainone, Ciotola (21’st Carriero), Orlando (33’st De Filippo). A disp.: Fontanelli, Simone, Lorenzini, Magnino, Diallo, Petricciuolo, De Filippo, Carriero, Colli, Moretta, Taurino, Cisotti. All. Tedesco.

MATERA (3-4-3):Biscarini; Bertoncini, Iannini, Infantino, Armeno, Didiba (19’st Sartore), Dammacco, Salandria, Ingrosso, Gigli (19’st De Franco), Lanini.A disposizione: D’Egidio, Tozzo, Mattera, De Rose, De Franco, Strambelli, Sartore Dos Santos, Carretta, Armellino, Casoli, Negro.Allenatore: Auteri.

Marcatori: 3’pt Dammacco (MT), 9’pt Corado ‘R’ (CE), 32’pt Rajcic (CE), 41’pt Ciotola (CE)

Note: Il Matera conclude la gara in nove. Nel secondo tempo Gigli e Salandria lasciano il terreno di gioco per infortunio dopo che erano state effettuate le tre sostituzioni.

ARBITRO: Daniele Viotti (Tivoli).

PRIMO ASSISTENTE: Michele Falco (Bari).

SECONDO ASSISTENTE: Domenico Palermo (Bari).

  • Pubblicato in Lega Pro