Log in

 

Lega Pro, Foggia -Lecce 3-0

Lega Pro, Foggia -Lecce 3-0


FOGGIA: Guarna, Vacca, Loiacono, Chiricò (Agnelli 75′), Di Piazza (Sarno 71′), Martinelli, Agazzi, Deli (Gerbo 56′), Mazzeo, Coletti, Rubin. A disp.: Tucci, Figliomeni, Agnelli, Sarno, Sainz-Maza, Sicurella, Dinielli, Pompilio, Sanchez, Gerbo, Pertosa, Faber. Allenatore: Stroppa.

LECCE: Perucchini, Agostinone, Cosenza, Costa Ferreira, Pacilli (Lepore 45′), Tsonev (Arrigoni 68′), Giosa, Caturano, Fiordilino (Marconi 68′), Ciancio, Doumbia. A disp.: Bleve, Chironi, Vitofrancesco, Mancosu, Arrigoni, Marconi, Lepore, Drudi, Monaco, Muci, Maimone, Mengoli. Allenatore: Padalino.

ARBITRO: Guida della sezione di Olbia

Recupero: 3 minuti

Ammonizioni: Ciancio, Vacca, Lepore
Un super Foggia, in uno Zaccheria da record - 16061 spettatori - schianta il Lecce e porta a 4 il distacco sui salentini. I rossoneri mettono in scena la gara perfetta, risultato in cassaforte nel primo tempo, in 4 minuti, per poi chiudere la gara nella ripresa.

Stroppa ritrova Vacca dopo il turno di squalifica, e rimanda nella mischia Deli, per il resto stessa formazione che è passata a Monopoli

Parte subito forte il Foggia che sfiora il vantaggio già al 3° minuto, con una punizione di Coletti che sfiora l’incrocio dei pali.

Il Lecce prova ad affacciarsi in avanti, ma è ancora il Foggia a sfiorare il vantaggio al 25°, sempre con un calcio piazzato, con Coletti che tocca per Martinelli, il tiro è potente, ma Perucchini blocca a terra. Il gol che sblocca la gara arriva al 29’: perfetto passaggio filtrante di Deli per Mazzeo, che scatta sul filo del fuorigioco, evita l’intervento dell’estremo difensore ospite, e a porta vuota deposita in rete, facendo letteralmente esplodere di entusiasmo lo Zaccheria

Un entusiasmo che si trasforma in una bolgia al 32’quando il Foggia raddoppia con un eurogol di Coletti, che da 35 metri indovina l’incrocio dei pali alla destra di Perucchini.

Il Lecce è sopraffatto e il Foggia potrebbe dilagare ma Di Piazza, Mazzeo e Chiricò non trovano il colpo giusto e così si va al riposo ‘solo’ sul 2-0.

Nel secondo tempo la musica non cambia: Foggia padrone del campo e Lecce che non riesce ad arrivare davanti a Guarna, così al 53° arriva il tris rossonero con Deli, che riceve un pallone in profondità da Agazzi, stoppa e deposita la sfera nell’angolino basso alla destra di Perucchini.

I restanti minuti del secondo tempo, sono di ordinaria amministrazione per i satanelli, che sfiorano il poker con Mazzeo che colpisce la traversa su calcio di punizione.

Al triplice fischio dell’arbitro, esplode la gioia del popolo rossonero per una vittoria meritata, che proietta i ragazzi di Stroppa a quota 65 punti e lascia il Lecce indietro di 4 punti.

Area Comunicazione Foggia Calcio