Log in

 

Signori rinnova con la Fortitudo Mozzecane

Voglia di riscatto della Signori

Francesca Signori, centrocampista classe ’97, rinnova il contratto con la Fortitudo Mozzecane. Dopo un grave infortunio al ginocchio destro che l’ha tenuta fuori dal campo per un anno, dal gennaio 2016 al gennaio 2017, la giovanissima giocatrice ha ancora più voglia di scendere sul rettangolo verde. La centrocampista vuole sicuramente riscattarsi e dalle sue parole si capiscono chiaramente quali siano i suoi obbiettivi, sia personali sia di gruppo: «Ho voglia di migliorarmi a livello tecnico-tattico, ho ancora più voglia di prima di giocare e ho molti stimoli, nonostante la difficile annata passata per problemi fisici». La decisione di rinnovo naturalmente deriva dalle esperienze soddisfacenti vissute con la società della Fortitudo, che ha sempre dimostrato di tenere alla sua persona e di volerle bene, anche e soprattutto durante il periodo complicato dell’infortunio. Signori è sicura che ci siano buoni elementi su cui lavorare per poter fare una annata positiva: «Sono incuriosita dal nuovo mister Simone Bragantini, che mi ha fatto una gran bella impressione. Le partite saranno difficili, ma abbiamo le possibilità di fare bene, anche se ovviamente sarà il campo a parlare alla fine».

Fortitudo Mozzecane - Comunicato stampa serie B: Caliari rinnova con la Fortitudo Mozzecane

Giulia Caliari rinnova con la Fortitudo Mozzecane

Giulia Caliari, difensore classe ’95, è stata una delle prime giocatrici a rinnovare con la Fortitudo Mozzecane. Questo sarà il suo quindicesimo anno con la squadra, dato che da quando ha iniziato a giocare a calcio, all’età di 8 anni, è sempre stata con la Fortitudo. Dalle sue parole traspare chiaramente l’entusiasmo di far parte del nuovo progetto: creare una squadra giovane e competitiva, con ragazze piene di voglia di giocare e divertirsi sul campo. Giulia, nonostante gli importanti impegni universitari, ha deciso di continuare con la sua passione, il calcio.

Chiari inoltre sono gli obbiettivi della giovane giocatrice: «Vorrei fare un buon campionato, crescere, imparare sempre qualcosa di nuovo e soprattutto divertirmi».

Un ringraziamento speciale va infine alla società: «Devo ringraziare i vari allenatori, perché mi hanno sempre insegnato molte cose, e anche la dirigenza, che ha sempre aiutato noi ragazze e lavorato con impegno, professionalità e disponibilità».

 

"MORETTI Amore a San Bernardo Luserna"

"MORETTI Amore a San Bernardo Luserna"
Inizia, con la fiducia riposta dall'attaccante Erika Moretti classe 1993, la ripartenza della San Bernardo Luserna Calcio Femminile
Ecco la dichiarazione di Erika dopo il tesseramento "Sono felice di restare con il San Bernardo Luserna, pronta per rendere al meglio in una stagione che non ammette sbagli. Si sta costituendo un gruppo importante che, con la giusta convinzione e voglia di rivalsa, può e deve ambire ad essere tra i primi della classe"
Intenti e propositi i quali motivano il Presidente Cosimo Ippolito che, in prima persona, sta lavorando per un rinnovamento basato su approcci e mentalità diversi dal passato:
"è da un mese a questa parte che, attraverso un lavoro di team ed il coinvolgimento trasversale delle atlete, stiamo cercando di dare forma e sostanza ad un Gruppo con la G maiuscola, coeso e con un unico obiettivo, risalire in serie A"
A questo punto non possiamo far altro che aspettare le prossime comunicazioni societarie

‘Calcio+15’, terminato lo stage. Migliorini: “Progetto utile per la crescita delle ragazze”

 ‘Calcio+15’, terminato lo stage. Migliorini: “Progetto utile per la crescita delle ragazze”
È terminato oggi a Coverciano lo stage che per cinque giorni ha visto protagoniste 36 ragazze di età compresa tra i quattordici e quindici anni, selezionate in tutta Italia grazie al progetto ‘Calcio+15’: si tratta di un’iniziativa sviluppata dal Settore Giovanile e Scolastico della FIGC, in stretta sinergia con le Squadre Nazionali femminili e integrata nel programma dei Centri Federali Territoriali, dedicata alla crescita tecnica, tattica, culturale, psicologica e relazionale di giovani calciatrici classe 2002 e 2003, che da domenica hanno potuto svolgere al Centro tecnico federale sedute di allenamento sul campo e attività in aula.

“Questo stage formativo - ha sottolineato Massimo Migliorini, il tecnico della Nazionale Under 16 Femminile che ha guidato le ragazze durante gli allenamenti – permetterà alle ragazze di rientrare a casa con un maggior bagaglio di conoscenze, sia per quel che riguarda l’aspetto tecnico e tattico sia per quel che concerne tutto ciò che una calciatrice deve sapere al di fuori del rettangolo di gioco. In questi cinque giorni le ragazze hanno avuto informazioni su alimentazione, prevenzione degli infortuni, regolamento e tesseramenti, tutte nozioni che possono essere utili a queste giovani per una crescita globale, per essere ancora più pronte e preparate ad entrare nel mondo del calcio”.

Nella giornata di martedì le ragazze avevano incontrato il Direttore generale della FIGC, Michele Uva, mentre ieri hanno ricevuto la visita della vice allenatrice della Nazionale maschile Under 16 Patrizia Panico, che ha parlato a tutto tondo della sua esperienza come calciatrice e delle difficoltà incontrate durante la sua lunga carriera: “Alla vostra età – ha raccontato Panico, 204 presenze e 110 gol in maglia azzurra, primo tecnico donna a guidare in Italia una nazionale maschile - quando mi dicevano ‘le ragazze non possono giocare a calcio’ mi motivavano ancora di più e non vedevo l'ora di smentire queste persone. Sul campo dovete sempre divertirvi, dimostrando quello che valete”.

Borgese dice addio alla Fortitudo Mozzecane

Borgese dice addio alla Fortitudo Mozzecane


Marco Borgese, vice allenatore della prima squadra, dice addio alla Fortitudo Mozzecane. Lascia la società dopo una stagione per tornare nella sua città, Torino. Ha preso la decisione di salutare la squadra per motivi lavorativi, poiché non poteva rifiutare di cogliere l’opportunità di tornare nell’amata città torinese, la sua città natale. È quindi con rammarico che il vice allenatore lascia le ragazze, consapevole delle bellissime esperienze vissute in questi mesi con loro. La società lo ringrazia per l’impegno dimostrato e gli augura buona fortuna per il futuro che gli si prospetta lontano da Mozzecane.

Riccardo Cannavaro
Foto: Graziano Zanetti Photography

OPEN DAY 25 LUGLIO 2017 SAN BERNARDO LUSERNA e l’ALMESE CALCIO

OPEN DAY 25 LUGLIO 2017
Inizia il progetto di promozione del calcio femminile in Piemonte, le due società SAN BERNARDO LUSERNA E ALMESE CALCIO, aprono le porte alle ragazze che vogliono iniziare a giocare.
Si svolgerà martedì 25 luglio 2017 alle ore 18,30 presso i campi di Almese (Via Granaglie n. 30) l’ Open Day riservato alle ragazze nate tra il 2000 e il 2004.
Questa nuova patnership tra la SAN BERNARDO LUSERNA e l’ALMESE CALCIO ha come obbiettivo la crescita del calcio femminile nella Valle di Susa e non solo, ed è l’inizio del progetto” pari opportunità del mondo del calcio”.
Per chi volesse informazioni può contattare i numeri 347 854 6324 – 333 840 9551.

 

Il saluto del DG Uva alle 36 ragazze del progetto 'Calcio+15': "Divertitevi"

Il saluto del DG Uva alle 36 ragazze del progetto 'Calcio+15': "Divertitevi"
“Dovete essere orgogliose e felici di essere in questi giorni a Coverciano, in quella che è la casa delle Nazionali italiane di calcio.
Siete qui per imparare, grazie ad un progetto che vi vuole far crescere, dentro e fuori dal campo. Il mio augurio è che possiate divertirvi con addosso l’azzurro di questa maglia”.
Con queste parole il Direttore Generale della FIGC, Michele Uva, ha salutato questo pomeriggio le trentasei ragazze under 15 presenti fino a giovedì al Centro Tecnico Federale per uno stage.

Le giovani calciatrici, selezionate in occasione di ‘Calcio+15’ - il programma dedicato alla crescita tecnica, tattica, culturale, psicologica e relazionale delle ragazze nate nel 2002 e nel 2003 - hanno quindi potuto salutare Patrizia Panico: “Dovete avere entusiasmo e voglia di giocare a quello che è lo sport più bello del mondo - ha detto la vice allenatrice della Nazionale maschile under 16, rivolgendosi alle ragazze presenti - Specialmente per quel che riguarda il calcio femminile, bisogna avere grande passione per scendere in campo ogni volta. Ricordatevi che il divertimento è alla base di questo sport”.

Il progetto ‘Calcio+15’, sviluppato dal Settore Giovanile e Scolastico della FIGC in stretta sinergia con le Squadre Nazionali femminili e integrato nel programma dei Centri Federali Territoriali, ha l'obiettivo di far crescere le giovani calciatrici sia dal punto di vista tecnico - in vista di un possibile inserimento il prossimo anno nella rosa della Nazionale Under 16 - sia sul piano educativo, con varie attività in aula.

 

Al via lo stage di ‘Calcio+15’: in campo a Coverciano 36 ragazze provenienti da tutta Italia

Al via lo stage di ‘Calcio+15’: in campo a Coverciano 36 ragazze provenienti da tutta Italia
È iniziato ieri e si concluderà giovedì a Coverciano lo stage che vede protagoniste le 36 ragazze selezionate in occasione di ‘Calcio+15’, il programma dedicato alla crescita tecnica, tattica, culturale, psicologica e relazionale delle giovani calciatrici nate nel 2002 e 2003. Lo scorso 1° luglio all’Orogel Stadium Dino Manuzzi di Cesena il torneo per le Selezioni Territoriali Under 15 Femminili era terminato con il successo della Longobarda grazie alla vittoria in finale contro il Tirrenica ai calci di rigore.

Il progetto, sviluppato dal Settore Giovanile e Scolastico della FIGC in stretta sinergia con le Squadre Nazionali femminili e integrato nel programma dei Centri Federali Territoriali, ha l'obiettivo di far crescere le giovani calciatrici sia dal punto di vista tecnico – in vista di un possibile inserimento il prossimo anno nella rosa della Nazionale Under 16 - sia sul piano educativo, con varie attività in aula.
Questa mattina, sul campo del Centro tecnico federale, le 36 ragazze presenti hanno svolto una seduta di allenamento sotto la supervisione del tecnico della Nazionale Under 16 Femminile, Massimo Migliorini. Alle ore 18 le giovani calciatrici saranno davanti alla televisione a tifare per le Azzurre della Nazionale maggiore, impegnate in Olanda nella partita d’esordio del Campionato Europeo contro la Russia.

Domani il Direttore Generale della FIGC, Michele Uva, farà visita alle ragazze, che avranno poi l’occasione di confrontarsi con una vera e propria icona del calcio femminile italiano: Patrizia Panico, vice allenatrice della Nazionale maschile Under 16 e impegnata in questi giorni a Coverciano per seguire il corso per ‘Allenatore professionista di seconda categoria – UEFA A’.