Log in

 

La Lega B premia l'Hellas nel cuore di Verona

La Lega B premia l'Hellas nel cuore di Verona
Davanti a miglia di tifosi in piazza dei Signori, il direttore generale Paolo Bedin ha consegnato questa mattina il trofeo promozione ai gialloblù

La Lega B ha premiato l'Hellas Verona tra la sua gente, nel cuore della città. Una mattinata "trionfale" per squadra e staff gialloblù che hanno ricevuto, direttamente dalle mani del direttore generale della Lega B, Paolo Bedin, il trofeo per la promozione ottenuta in Piazza dei Signori. Presenti anche il Sindaco, Flavio Tosi, e l'Assessore allo Sport, Alberto Bozza che, dopo il saluto del presidente Maurizio Setti, insieme ai tanti tifosi presenti hanno voluto ringraziare la squadra per l'obiettivo raggiunto, in attesa della prossima stagione sportiva.

«La cosa più importante è essere riusciti a centrare la promozione - ha detto Setti - sudata ma decisamente meritata. Ora siamo già proiettati sulla prossima stagione sportiva. Riunione con l'Amministrazione Comunale? La nuova rosa? Cercheremo di trovare i calciatori giusti per la Serie A, sicuramente ci saranno dei cambiamenti ma ne parleremo più avanti. Fusco e Pecchia? Confermati senza dubbio, e non solo per la promozione ma per il modo in cui hanno lavorato. La nuova Serie A? Ci sono varie fasce di classifica, noi partiamo chiaramente per salvarci».

 - ha detto Giampaolo Pazzini - E' stata una stagione molto lunga, speravo di riuscire a chiuderla prima, invece abbiamo lottato fino all'ultimo, ma l'obiettivo che ci eravamo preposti è stato centrato. E' finita alla grande e torniamo in Serie A, questa è la cosa più importante. I miei gol? Segnare non è mai facile, per me è stata una soddisfazione molto grande. Speravo di fare tanti gol, sono rimasto proprio per questo: per fare bene e dimostrare in tutti i modi di poter riportare il Verona nella massima serie dopo un'annata molto difficile per tutti. Adesso c'è bisogno di recuperare le energie, davanti ci aspetta una stagione che deve essere per forza bella, tutti la vogliono affrontare alla grande».

Nella foto La Presse il direttore generale della Lega B Paolo Bedin consegna nelle mani del capitano gialloblù Giampaolo Pazzini il trofeo per la seconda classificata della Serie B ConTe.it 206/17

  • Pubblicato in Serie B

B Italia in finale, battuta la NK Istra

B Italia in finale, battuta la NK Istra
3 a 1 il risultato finale contro i croati grazie alla solita doppietta di Stoppa e alla rete di D'Agostino. Ora la finalissima del torneo internazionale Lazio Cup domani a Cassino contro l'Albania

Domani la B Italia proverà a mettere il proprio nome sull'Albo d'oro del torneo internazionale Under 17 Lazio Cup. Grazie alla vittoria per 3 a 1 contro l'Nk Istra, infatti, i ragazzi di Piscedda, scelti fra le migliori promesse dei club della Serie B ConTe.it, hanno compiuto la loro impresa: incontrati per la prima volta domenica in albergo, grazie ai consigli dell'ex difensore della Lazio e del suo staff tecnico hanno portato a casa un risultato alla vigilai insperato.

Oggi a Sora il penultimo atto contro una formazione croata che ai quarti di finale aveva battuto la Fiorentina. I gol, per la B Italia, del solito Stoppa, doppietta per lui, e di D'Agostino. Domani a Cassino la finale contro l'Albania.

B Italia: 1 Marcianò, 2 Spaltro (al 29' st Padovan), 3 Magri, 4 Beretta, 5 Carminati, 6 Mazzarani, 7 Giani, 8 Tonali, 9 D'Agostino, 10 Stoppa, 11 Di Francesco (al 18' st Fiumicetti) (All. Piscedda). A disposizione: 12 Rao, 14 Esposito, 15 Pinta, 17 Di Ronza.

NK Istra: 12 Crbanic, 2 Sverko, 3 Krizmanic, 4 Zikovic, 14 Rosic, 17 Mardesic, 7 Golja, 15 Giljanovic, 20 Nikl, 10 Mionic, 18 Miskulin. A disposizione: 1 Dizdar, 21 Antanaskovic, 22 Rovis.

Reti: al 20' Nikl, al 25' Stoppa, al 57' st Stoppa, al 81' D'Agostino.

  • Pubblicato in Serie B

Serie B, Carpi - Frosinone 0-0

Il Frosinone blocca il Carpi: è 0 a 0

 

CARPI (4-4-1-1)

Belec, Struna, Poli, Gagliolo (1’st Romagnoli), Letizia; Concas, Sabbione, Bianco (24’st Mbakogu), Di Gaudio; Lollo; Lasagna (39’st Jelenic).

A disposizione: Colombi, Beretta, Carletti, Pasciuti, Mbaye, Fedato.

Allenatore: Castori

FROSINONE (3-5-2)

Bardi, Terranova, Ariaudo, M.Ciofani; Fiamozzi (39’st Paganini), Sammarco (18’st Frara), Gori, Maiello, M.Ciofani; Dionisi (46’st Mokulu), D.Ciofani.

A disposizione: Zappino, Russo, Soddimo, Volpe, Mamic, Krajnc.

Allenatore: Marino

Arbitro: Chiffi di Padova (assistenti De Troia di Empoli e Chiocchi di Foligno, IV ufficiale Cangiano di Napoli, addizionali di porta Pinzani di Empoli e Abbattista di Molfetta)

Note: espulso Sabbione al 35’st; ammoniti Gori, Sammarco, Dionisi; recupero 1′ primo tempo e 3′ secondo tempo
tabellino #CarFro Frosinone


Pareggio nel primo round di semifinale fra emiliani e laziali: gli ospiti si difendono con ordine e creano anche diverse occasioni soprattutto nel primo tempo. Espulso Sabbione nel finale

E' terminata con un pareggio a reti bianche la sfida del 'Cabassi' tra Carpi e Frosinone nella prima semifinale d'andata dei playoff della Serie B ConTe.it. Agli emiliani servirà così una vittoria fra tre giorni nella gara di ritorno per strappare il pass per la finale. Ottimo l'avvio degli ospiti che provano a impensierire Belec prima con un tiro da fuori di Dionisi poi con un colpo di testa di Ciofani. Poco dopo la mezz'ora il Frosinone torna a rendersi pericoloso, sempre con i suoi attaccanti. Al 36' Dionisi spreca a tu per tu con il portiere, un minuto dopo invece Ciofani strozza troppo la conclusione di sinistro mandando a lato. In chiusura di frazione primo squillo del Carpi con un'iniziativa personale di Di Gaudio sventata da Terranova. La ripresa regala poche emozioni, almeno fino a quando i padroni di casa non rimangono in dieci uomini al 35' per l'espulsione per doppia ammonizione di Sabbione. Il Frosinone però non ne approfitta (anzi è il Carpi con Di Gaudio a creare l'unica occasione) e si accontenta del pareggio che lo favorisce in vista della sfida di ritorno.

Nella foto La Presse Sabbione e Dionisi in azione

  • Pubblicato in Serie B

I Semi dell'Etica: la seconda edizione al Liceo Scientifico “Antonelli” di Novara


Le scuole finaliste di Novara, Chiavari, Perugia e Benevento si sono sfidate in un torneo di calcio a cinque che ha visto prevalere, oltre al sano agonismo, una buona dose di fair play.

Si è svolta presso il Centro Sportivo Giulio Onesti la fase finale della 2° edizione del progetto "I Semi dell'Etica", che ha visto partecipare, a conclusione di un lungo percorso formativo, 15 scuole di secondo grado appartenenti ai territori delle squadre della Serie B ConTe.it.

Il Progetto promosso e organizzato dall'ACSI, Associazione Centri Sportivi Italiani, in collaborazione col MECS, Movimento per l’Etica, la Cultura e lo Sport, e con la Lega Nazionale Professionisti B ha avuto inizio nel mese di novembre e ha coinvolto i ragazzi delle Scuole Secondarie di Secondo Grado (I e II anno) che, sotto la guida di un Team Etico formato da sportivi, docenti e studenti, hanno sviluppato una serie di competenze finalizzate a una maggiore comprensione e adozione di una cultura dell’etica, improntata al rispetto e all’integrazione.

Gli studenti hanno svolto nel corso dei mesi un quiz test etico-ambientale e hanno ideato e inviato al Team Etico una foto di gruppo accompagnata da un significativo slogan sull'etica nello Sport. Le quatto scuole finaliste giunte a Roma hanno poi svolto un quiz test etico, superato al meglio dal liceo Marconi Delpino di Chiavari, con 158 punti, che ha ricevuto un buono per il proprio Istituto da investire nell'acquisto di libri.

Le scuole finaliste di Novara, Chiavari, Perugia e Benevento si sono sfidate in un torneo di calcio a cinque che ha visto prevalere, oltre al sano agonismo, una buona dose di fair play. Ognuno dei 4 Istituti ha partecipato con una delegazione di 10 membri, 8 giocatori (tra cui due ragazze). I vincitori si sono aggiudicati un buono per il proprio Istituto, da investire nell'acquisto di materiale sportivo.

Di seguito la classifica finale:

1. Liceo Scientifico “Alessandro Antonelli” di Novara

2. Istituto di Istruzione Superiore “G. Alberti” di Benevento

3. Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Perugia

4. Liceo Economico Sociale “Marconi Delpino” di Chiavari

Nella foto i ragazzi del Liceo Scientifico Antonelli

  • Pubblicato in Serie B

Lega di Serie B, Corradino candidato alla Presidenza

Lega di Serie B, Corradino candidato alla Presidenza

''Una candidatura per unire la Lega e trovare una soluzione politica alla nostra governance''. Parola di Andrea Corradino, candidato alla presidenza della Lega di Serie B, che a due giorni dalla Assemblea Elettiva della LNPB, prevista per giovedì 25 maggio, aggiunge: ''sento il dovere istituzionale e morale di offrire, in prima persona, una soluzione alla complessa situazione che la nostra Lega sta fronteggiando da qualche settimana, nella ricerca della ricostituzione dell'organo di presidenza dopo le dimissioni di Abodi''.

''Ho cercato in questi mesi di Vice Presidente facente funzioni - aggiunge Corradino - di garantire, con senso di responsabilità, rispetto per il ruolo e impegno, la più alta rappresentatività della Lega, supportato dal prezioso contributo dei consiglieri, ai quali ho costantemente riportato le risultanze della mia attività, coadiuvato dall'operato del Direttore generale e della sua struttura. Ora, nell'imminenza di una ulteriore scadenza elettorale, sollecitato nei giorni scorsi da numerosi presidenti, anch'essi desiderosi di trovare una via di uscita alla situazione venutasi a creare, ritengo doveroso mettere a disposizione dell'assemblea la mia persona e quindi la mia candidatura, qualora tale soluzione possa rappresentare quel coagulo di aspettative e istanze comunemente auspicato. La mia vuole essere una candidatura fortemente unitaria, volta a rinsaldare il quadro politico della categoria, mirante alla individuazione degli obiettivi strategici e al risultato di ricostituire al più presto la pienezza della governance della nostra Lega. Con lo scopo di affrontare al più presto i temi fondamentali che necessitano di soluzioni prima tra tutti la questione della sostenibilità finanziaria delle società con le connesse problematiche relative alla mutualità di sistema ,la riforma dei campionati, il rapporto con la Serie A e la federazione, la predisposizioni dei bandi televisivi per il prossimo triennio''.

''Se le società riterranno di affidarmi questa responsabilità

- conclude Corradino - la raccoglierò con entusiasmo e
dedizione, a tutela degli interessi collettivi della categoria''.

  • Pubblicato in Serie B

Serie B Play Off, Benevento - Spezia 2-1

Serie B Play Off, Benevento - Spezia 2-1

MARCATORI: 22' Ceravolo, 25' Puscas

BENEVENTO

Cragno; Gyamfi, Lucioni, Camporese, Lopez; Chibsah, Viola; Eramo, Falco (73' Ciciretti), Puscas; Ceravolo (86' Melara).

A disp.: Gori, Pezzi, Del Pinto, Pajac, Padella, De Falco, Venuti.

All.: Baroni

SPEZIA

Chichizola, Valentini, De Col (72' Sciaudone) Ceccaroni, Djokovic (56' Mastinu), Terzi, Fabbrini, Vignali, Maggiore, Granoche (63' Nene'), Giannetti.

A disp.: Valentini, Baez, Errasti, Migliore, Datkovic, Pulzetti.

All. Di Carlo

Arbitro: Manganiello di Pinerolo

Ammoniti: Chibsah, Vignali

Espulso: Vignali

Rec.: 1'pt; 3' st

E' il Benevento la quarta semifinalista
Con non poca sofferenza ma dopo un ottimo primo tempo la squadra di Baroni si qualifica per le semifinali: 2 a 1 il risultato finale. Di Ceravolo e Puscas i gol. Accorcia Nené nel secondo tempo per uno Spezia che esce a testa alta

Il Benevento batte lo Spezia con il punteggio di due reti a una e si qualifica alla semifinale dei playoff, dove, ad attenderlo, troverà sabato, prima gara al Vigorito, il Perugia. Nel primo tempo, protagonista nel bene e nel male Ceravolo che prima si fa parare un rigore da Chichizola al 21' e tre minuti dopo rimedia con un colpo di testa che trafigge il portiere argentino su cross dalla sinistra di Viola. Subito dopo il raddoppio messo a segno da Puscas con tiro dalla distanza. Nella ripresa Nenè riapre la gara al 24', poi però nel momento migliore lo Spezia resta in 10 per doppia ammonizione di Vignali. Da notare nel primo tempo un gol richiesto dal Benevento su una parata non perfetta di Chichizola che avrebbe, almeno secondo i campani, portato la palla oltre la linea.

Mentre il primo tempo è di marca campana nel secondo spicca lo Spezia: subito Giannetti su assist di Mastinu non trova il bersaglio, quindi con la rete di Nenè che con una botta improvvisa sorprende Cragno dalla distanza: 2-1. Cragno che si rifà subito dopo su Mastinu. Quindi l'episodio del rigore contestato dallo Spezia per atterramento di Fabbrini e l'espulsione subito dopo di Vignali con le aquile che rimangono in inferiorità numerica nel loro momento migliore. Nonostante l'uomo in meno, lo Spezia cerca il forcing finale per portarla almeno ai supplementari, ma il risultato non cambia. Anzi è il Benevento nei minuti di recupero a sfiorare di rimessa il 3 a 1.

 

  • Pubblicato in Serie B

A Dionisi il Fair play Morosini

A Dionisi il Fair play Morosini
Alla Scuola militare Teulié il riconoscimento all'attaccante del Frosinone, amico ed ex compagno di squadra del centrocampista scomparso cinque anni fa. Il premio consegnato da Gianfelice Facchetti del Comitato etico della Lega B

Nella splendida cornice della Scuola militare Teulié di Milano Federico Dionisi, attaccante del Frosinone, ha ricevuto il premio del “Gentleman Serie B”, giunto alla sesta edizione e dedicata all’ex giocatore del Livorno Piermario Morosini. Dopo l’ex capitano del Novara Calcio Raffaele Rubino, il difensore dell’Empoli Marco Zambelli, il difensore del Torino Angelo Ogbonna, il centrocampista del Carpi Lorenzo Pasciutti e l’attaccante del Brescia Leonardo Morosini, il prestigioso riconoscimento dedicato al Fair Play nel calcio professionistico è finito nelle mani del giocatore reatino.

A premiarlo Gianfelice Facchetti, componete del comitato etico della Lega B che sul palco ha parlato della rappresentazione che in questi giorni va in scena a Milano sui Vigili del fuoco dello Spezia campione dell’Italia occupata nel ’44 e che lo vede nel cast degli attori.

La Giuria del Fair play Morosini, composta da prestigiose firme del giornalismo sportivo, ha preso in esame il comportamento dentro e fuori del campo di alcuni giocatori delle squadre della Serie B segnalati dalle società, ma anche l’implicazione affettiva nei confronti del giocatore del Livorno scomparso cinque anni fa: atleti con le caratteristiche, umane e comportamentali, esaltate dal premio correttezza, tolleranza e rispetto per l’avversario.

Federico Dionisi ha giocato con Piermario nel Livorno. Amico personale indossa la maglia dell’ex compagno sotto quella di gara e spesso partecipa ad attività nel suo nome. Ha scritto un libro ‘La mia stagione’ il cui ricavato è andato in beneficenza a una casa famiglia di Rieti, ai terremotati di Amatrice e al reparto pediatrico dell’Ospedale reatino.

Il Premio Gentleman è stato ideato nel 1996 da Gianfranco Fasan e Federico Aloisi. Dal 2014 Javier Zanetti è il Presidente Onorario.

Nella foto un momento della premiazione

  • Pubblicato in Serie B

Serie B play Off, Cittadella - Carpi 1-2

Serie B play Off, Cittadella - Carpi 1-2

 Il Carpi espugna il Tombolato: ora il Frosinone
Gli emiliani vincono 2-1 in casa dei veneti e si regalano la semifinale contro il Frosinone.


Marcatori: 33’ Lollo, 20’st Mbakogu, 22’st Iunco

CITTADELLA (4-3-1-2)

Alfonso, Salvi, Pelagatti, Pascali, Pedrelli; Bartolomei (21’st Schenetti), Iori, Valzania; Chiaretti (16’st Iunco); Arrighini, Litteri (32’st Kouame).

A disposizione: Paleari, Varnieri, Strizzolo, Pasa, Martin, Paolucci.

Allenatore: Venturato

CARPI (4-4-2)

Belec, Struna, Poli, Gagliolo, Letizia; Jelenic (43’st Romagnoli), Bianco, Lollo, Di Gaudio (39’st Concas); Lasagna (45’st Sabbione), Mbakogu.

A disposizione: Colombi, Beretta, Seck, Pasciuti, Mbaye, Fedato.

Allenatore: Castori

Arbitro: Pasqua di Tivoli (Penna di Molfetta e Zappatore di Taranto, IV ufficiale Dei Giudici di Latina, addizionali Sacchi di Macerata e Serra di Torino)

Note: ammoniti Bartolomei, Poli, Iori, Pelagatti, Arrighini; recupero 2’ primo tempo e 6’ secondo tempo

Sarà il Carpi il prossimo avversario del Frosinone in una delle due semifinali dei playoff della Serie B ConTe.it 2016/2017. Gli emiliani riescono a sovvertire il favore del pronostico e ad annullare il fattore campo riuscendo ad espugnare il Tombolato con un 2-1 targato Lollo, autore di un gran gol al 33' del primo tempo, e Mbakogu, decisivo al 65' col il raddoppio in contropiede.

Il Cittadella però ha carattere ed appena due minuti dopo aver subito il secondo gol biancorosso, ha riaperto la gara grazie ad Antimo Iunco che di testa ha insaccato a porta vuota. Nel finale la gara si è accesa con i padroni di casa a caccia del gol del pareggio ma il Carpi ha gestito bene il risultato portando a casa vittoria e qualificazione.

Sfuma quindi il sogno Serie A per i veneti che però si congedano da questa stagione a testa altissima, consci di aver disputato una grandissima stagione peraltro al ritorno in B dopo l'annata in Lega Pro.

Per il Carpi invece sfida interessantissima contro il Frosinone: ad un anno dalla Serie A si rinnova il duello tra le due squadre rivelazione della B 2014/2015.

Nella foto La Presse l'esultanza dei calciatori del Carpi

  • Pubblicato in Serie B