Log in

 

SARRI: "SIAMO ALL'ALTEZZA DELLA JUVENTUS, ABBIAMO GIOCATO ALLA GRANDE"

SARRI: "SIAMO ALL'ALTEZZA DELLA JUVENTUS, ABBIAMO GIOCATO ALLA GRANDE"

"Segnare 3 gol ad una squadra che subisce così poco è motivo di soddisfazione e significa aver giocato una grande gara". Maurizio Sarri analizza così la gara del San Paolo e valuta l'andamento della sfida nell'arco dei due match:

"Sulla qualificazione pesano alcuni episodi avvenuti anche all'andata. Non c'è stata tutta questa differenza tra noi e la Juve, squadra che sta vincendo il sesto scudetto e che giocherà la terza finale consecutiva di TIM Cup. Per eliminare la Juve nel doppio confronto avremmo certamente avuto bisogno di un episodio fortunato ed invece non è capitato".

"Ciò che dice questo confronto è che ci stiamo avvicinando alla Juventus e che nella gara singola possiamo anche batterli. Questo è il dato confortante. Resta il rammarico di non aver completato la rimonta, ma abbiamo dato il massimo ed i ragazzi hanno dato tutto e meritano gli elogi. Abbiamo disputato un grandissimo secondo tempo. Mi spiace per il secondo gol subìto perchè è arrivato nel nostro momento migliore e dal possibile sorpasso nostro si è passato al 2-1 per loro".

"Aver messo la Juventus in difficoltà così tanto, sia domenica che stasera, è motivo di orgoglio ma ci dà anche tanto conforto per il lavoro che stiamo svolgendo. Non so se sia passata la squadra migliore ma certamente è passata la squadra che sta vincendo più di tutte in Italia negli ultimi anni. E vederla così in affanno come in questi 4 giorni, significa che noi ci siamo espressi ad altissimo livello".

"Noi, ripeto, abbiamo dimostrato di esserci avvicinati a loro come valore attraverso il gioco ed è un buon dato in proiezione futura. Credo che ci stiamo gradualmente attestando verso il top del calcio italiano".

  • Pubblicato in Serie A

Serie B, Avellino - Novara 1-1

AVELLINO (4-4-2): Radunovic; Gonzalez, Jidayi (38’ st Migliorini), Djimsiti, Solerio (22’st Bidaoui); Laverone, Omeonga, D’Angelo, Verde (10’ st Belloni); Castaldo, Ardemagni.
A disp.: Lezzerini, Perrotta, Eusepi, Camarà,
All.: Novellino.

NOVARA (3-4-1-2): Da Costa; Lancini, Troest, Chiosa; Kupisz, Cinelli, Casarini, Calderoni; Orlandi; Galabinov (38’st Lukanovic), Macheda (20’st Sansone).
A disp.: Montipò, Scognamiglio, Di Mariano, Malberti, Adorjan, Selasi, Koch.
All.: Boscaglia.

MARCATORI: 10’pt Macheda (N), 30’st Ardemagni (A, rig.).

Arbitro: Ros di Pordenone.

Guardalinee: Villa e Prenna.

Quarto uomo: Ayroldi.

NOTE: Spettatori: 2.403, Abbonati: 3.222. Ammoniti: Chiosa, Galabinov, Calderoni, Troest, Lancini (N). Angoli: 8-3 Avellino. Rec:1’pt, 3′st.

Avellino e Novara si spartiscono la posta nell'incontro valido per la 31/a giornata della Serie B ConTe.it . Al 'Partenio' finisce 1-1, risultato sostanzialmente giusto visto quanto accaduto in campo. In un primo tempo disputato con grande intensità dalle due squadre, sono i piemontesi a sbloccare il risultato dopo 10 minuti: gran conclusione dalla distanza di Casarini, la palla finisce in rete con la deviazione forse decisiva di Macheda. Nella ripresa gli irpini arrivano al pari. Da Costa interviene su Ardemagni, l'arbitro Ros indica il dischetto. Trasforma lo stesso Ardemagni: 1-1 al 77'. Il risultato non cambia più, a due minuti dal termine grande chance sprecata dagli azzurri con il neoentrato Sansone. L'Avellino torna a muovere la classifica e sale a 37 punti, prosegue la striscia positiva del Novara, imbattuto da nove turni. I piemontesi raggiungono quota 45 continuando la corsa playoff.

 

 

  • Pubblicato in Serie B

Serie B ConTe.it - Designazioni 6ª Giornata di ritorno

Serie B ConTe.it - Designazioni 6ª Giornata di ritorno


Si rendono noti i nominativi degli Arbitri, degli Assistenti e dei IV Ufficiali che dirigeranno le gare valide per la sesta giornata di ritorno della Serie B ConTe.it 2016/17 in programma sabato 25 febbraio 2017 alle ore 15.00.

 
ASCOLI – PISA
MINELLI
SORICARO – GALETTO
IV: ZINGARELLI

AVELLINO – VICENZA
PICCININI
INTAGLIATA – SECHI
IV: PROIETTI

BENEVENTO – BARI Venerdì 24/02 h. 21.00
PINZANI
DE TROIA – MARGANI
IV: MARTINELLI

BRESCIA – CITTADELLA Venerdì 24/02 h. 19.00
PEZZUTO
BACCINI – BRESMES
IV: GUCCINI

CESENA – PRO VERCELLI
ABBATTISTA
CHIOCCHI – OPROMOLLA
IV: CAMPLONE

ENTELLA – CARPI
MANGANIELLO
ROSSI L. – BORZOMI’
IV: PISCOPO

FROSINONE – VERONA
CHIFFI
PRENNA – SANTORO
IV: BARONI

NOVARA – SPEZIA
NASCA
CITRO – GROSSI
IV: SOZZA

SPAL – PERUGIA
DI MARTINO
GORI – TARDINO
IV: AMABILE

TERNANA – LATINA
SACCHI
D’APICE – OLIVERI
IV: PATERNA

TRAPANI – SALERNITANA
AURELIANO
BELLUTTI – FORMATO
IV: CAPONE

  • Pubblicato in Serie B

Torres, per la panchina c’è ‘El Campion’ Pedro Pablo Pasculli

Torres, per la panchina c’è ‘El Campion’ Pedro Pablo Pasculli

 

La Torres si affida ad un ex campione del mondo per il prosieguo del campionato: Pedro Paolo Pasculli. Per il tecnico Misiti comincia invece una nuova avventura nelle formazioni giovanili del sodalizio sardo. Appuntamento quindi per domani, 20 gennaio, allo stadio Vanni Sanna di Sassari per la conferenza stampa di presentazione del nuovo mister rossoblù. Argentino, classe ’60, debutta nel campionato argentino con il Colòn de Santa Fé, per poi difendere i colori dell’Argentinos Juniors. In Italia, dal 1985 al 1992, ha vestito la maglia giallorossa del Lecce e, dopo una breve esperienza nel campionato giapponese, ha chiuso la carriera da giocatore nella Casertana (1995/1996) contribuendo al ritorno dei campani tra i professionisti. Con la nazionale argentina di Maradona ha vinto il Campionato del Mondo nel 1986 in Messico, realizzando anche la rete decisiva negli ottavi di finale contro l’Uruguay. Da allenatore, tra le altre, ha guidato la nazionale dell’Uganda, la nazionale di beach soccer dell’Italia vincendo l’Europeo di Francia nel 2005, la Dinamo Tirana (serie A albanese). Nella stagione 2013 è stato allenatore della formazione Berretti del Lecce e nelle ultime stagioni ha rivestito il ruolo di consulente tecnico.

Foto: Michel Caputo (Lecce Calcio)

  • Pubblicato in Serie D

MISTER ODDO COMMENTA LA SCONFITTA CONTRO LA ROMA


MISTER ODDO COMMENTA LA SCONFITTA CONTRO LA ROMA

"Una partenza da incubo, poi la grande reazione". Il tecnico del Pescara, Massimo Oddo, sintetizza così la sconfitta esterna con la Roma.

"Abbiamo reagito benissimo dominando o quasi il secondo tempo. Purtroppo ci ritroviamo un'altra volta a commentare un'ottima prestazione e zero punti. Ma non possiamo recriminare perché siamo noi che abbiamo commesso gli errori che ci hanno portato sotto di due reti. Dobbiamo andare avanti col gioco cercando di avere partenze meno traumatiche. Creiamo tanto, poi abbiamo difetti come tutti".

"Oggi avevamo nove assenti e per una squadra come la nostra sono troppo pesanti. Dall'inizio del campionato giochiamo senza punte e oggi avevamo quattro centrali di ruolo out, al centro della difesa c'erano due terzini, Vitturini e Biraghi. Non ci dobbiamo demoralizzare, se la risposta della squadra è questa io non mi butto giù, anzi ci credo ancora di più. Da due anni portiamo avanti un progetto con un certo tipo di calcio che è durato fino a due partite fa. Nelle ultime due partite abbiamo provato a cambiare qualcosa per ritrovare un po' di solidità difensiva ma quando cambi ovviamente perdi qualche linea di passaggio in avanti. Dobbiamo recuperare alcune pesanti assenze".

"Il mercato di gennaio? La società sa benissimo cosa manca ma non dimentichiamo gli infortunati come Gyomber, che per noi è fondamentale, o Bahebeck che è la punta che ci serviva ma finora ha fatto con la squadra solo una ventina di allenamenti".

"Per come stanno le cose adesso non sembriamo attrezzati per la Serie A TIM ma sono straconvinto che se avessimo avuto i nostri assenti avremmo fatto almeno cinque punti in più. Poi nella vita è anche questione di sliding doors: magari se avessimo battuto l'Inter poi avremmo fatto punti col Chievo sull'onda dell'entusiasmo. In una squadra giovane come la nostra la componente emotiva è importante: è umano che qualche certezza venga meno se giochi sempre bene ma non fai mai risultato. Nella mia squadra la maggior parte dei giocatori è alla prima esperienza in Serie A TIM".

(Foto LaPresse)

  • Pubblicato in Serie A