Log in

 

Dezi lancia il Perugia. Torrente indenne a Benevento.


Dezi lancia il Perugia. Torrente indenne a Benevento.
Finisce 0-1 il primo anticipo della sedicesima giornata di ritorno della Serie B ConTe.it. La gara delle 21 termina invece a reti inviolate tra Benevento e Vicenza.

Il Perugia si impone per 1-0 in casa del Novara nel primo anticipo della 37/a giornata della Serie B ConTe.it. Un risultato importante, che consente alla compagine umbra di portarsi al quarto posto da sola in classifica con 56 punti in attesa dell'altro anticipo fra Benevento e Novara. Ko doloroso, invece, per il Novara che resta a ridosso della zona playoff. Partita decisa dal gol di Dezi al 75', giocata sempre sul filo dell'equilibrio. Nel primo tempo Novara vicino al vantaggio con Galabinov e Dickmann, ospiti pericolosi soltanto con Forte. Nella ripresa sono sempre i piemontesi di casa a fare la partita, pericolosi in avvio con Macheda e ancora con Dickmann. Nel finale viene fuori il Perugia che prima si rende pericoloso due volte con Terrani e al 75' trova il gol vittoria con Dezi abile a sfruttare una respinta corta della difesa. Il Novara crolla e rischia anche di subire il raddoppio ancora con Terrani.

Il Benevento non va oltre lo 0-0 in casa contro il Vicenza nel secondo anticipo della 37/a giornata della Serie B ConTe.it. Un risultato che costa ai campani il quarto posto in classifica, scavalcati dal Perugia. Punto prezioso in chiave salvezza, invece, per il Vicenza che aggancia a quota 38 il Brescia. Benevento più aggressivo e propositivo nel primo tempo. I giallorossi di Baroni si rendono pericolosi più volte e sfiorano il vantaggio con il bomber Ceravolo, Vicenza che, dopo un buon inizio, non è quasi mai riuscito a ripartire e si è limitato a difendersi. Nella ripresa invece sono proprio i veneti a rendersi per primi pericolosi con un colpo di testa di poco alto di Ebagua e con una conclusone di Bellomo. Poi è solo Benevento: i sanniti colpiscono una traversa con un colpo di testa di Camporese su azione d'angolo, poi reclamano un paio di volte il rigore per altrettanti tocchi di mano in area, quindi ci provano ancora con Cissè e infine con un colpo di testa di poco fuori di Ceravolo. Con il passare dei minuti, anche a causa della stanchezza, la spinta dei sanniti si affievolisce e perde di lucidità. Nel finale è anzi il Vicenza a sfiorare il colpaccio in contropiede con Giacomelli e Signori.

Nella foto La Presse l'esultanza di Dezi