Log in

 

Supercoppa Under 15, Juventus - Parma 2-1

Reti: 28′ Bocchialini (P), 26′ st Sekulov (J), 35′ st Brentan (J).

Juventus: Raina, Bottano, Pittavino, Spina, Riccio, Spitale, Dacosta, Poletti, Sterrantino, Tongya, Fontana.
A disp. Girelli, Brentan, Zanchetta, Sekulov, Poppa, Mosagna, Cavallo, La Manna, Verduci.
All. Bovo.

Parma: Rinaldi, Baucina, Cucini, Numeroso, Mignemi, Omorodion, El Gazzouli, Bolzoni, Bocchialini, Camara, Schifano.
A disp. Ferrari, Tosi, Bartoli, Lika, Menozzi, Casarini, Ghisoni, Cissè, Rizzi.
All. Bucchi

Gli Under 15 della Juventus si aggiudicano la Supercoppa contro il Parma. A passare in vantaggio sono stati i crociati con Schifano al 28' del primo tempo
Pareggio per i bianconeri che arriva su un autogol propiziato da Sekulov al 28' della ripresa.  Su punizione al 35' è Brentan a trovare il 2-1 decisivo.

  • Pubblicato in Under 15

Under 15 Juventus: le parole di mister Bovo

Una vittoria voluta, meritata, sudata, in una giornata che, però, per l'ambiente Juventus non è stata una giornata di festa. Ecco perché, dopo la vittoria dello Scudetto Under 15, mister Riccardo Bovo ha dedicato innanzitutto un pensiero ad Erika Pioletti, scomparsa dopo i fatti della sera del 3 giugno in Piazza San Carlo: «In questa serata, il nostro pensiero va innanzitutto a lei, perché lo sport dovrebbe essere sempre un'occasione di festa, proprio come stasera».

UNA SERATA IMPORTANTE PER QUESTO GRUPPO
«I complimenti vanno fatto ai ragazzi, che oggi hanno dato l'anima per questo sport. In una Finale non ci sono favoriti: ogni ragazzo gioca una partita del genere come se fosse la propria Finale di Champions League, ed è quello che tutti i giocatori hanno dimostrato, sia i miei ragazzi, sia quelli dell'Inter. Stesse emozioni, e stesse tensioni. Oggi i ragazzi sono stati strepitosi, iniziano a capire che cosa significa vestire una maglia importante come quella della Juventus».

PRIMO TEMPO CHIUSO IN VANTAGGIO, GESTITO NELLA RIPRESA
«Essere andati in vantaggio il primo tempo ci ha aiutato, poi l'Inter ha dimostrato grande forza in avanti, come già sapevamo. Siamo stati bravi a soffrire, a difenderci e ad essere squadra nei momenti cruciali del match. C'è grande soddisfazione: vedere i ragazzi piangere di gioia è stata la cosa più bella di questa serata»

PAROLA D'ORDINE: LA CRESCITA DEI RAGAZZI
«Il nostro obiettivo è formare ragazzi che possano diventare degli uomini. Ciò che accadrà nel futuro dipenderà dalla loro volontà, dalla loro determinazione e dalla loro voglia di lavorare duro. Questo è ciò che ci ha contraddistinto soprattutto nel girone di ritorno: nella prima parte della stagione abbiamo creato una squadra, un gruppo, ora la squadra c'è, è presente, soffre, combatte, gioca quando c'è da giocare ed è una squadra forte».

SECONDO SCUDETTO NELLA CATEGORIA PER LA JUVENTUS
«E' il secondo titolo italiano in questa categoria: è un onore per me essere capitato quest'anno qui, ma sicuramente il grande merito va ai ragazzi vestiti di bianconero che ora stanno festeggiando».

RINGRAZIAMENTI SPECIALI
«Il ringraziamento va a tutto il settore giovanile Molti ragazzi che arrivano dall'attività di base oggi erano qui presenti, grazie ad uno scouting che continua a lavorare sodo per dare i migliori giocatori a disposizione dei giocatori. Grazie allo staff tecnico, perché senza di loro sarebbe davvero difficile, e hanno fatto vivere ai ragazzi dei momenti indimenticabili. Grazie a tutta la Juventus: la Juventus è una grande famiglia, alla Juve impari a vivere, a fare sacrifici e a vincere».

juventus.com

  • Pubblicato in Under 15

Under 15 A e B, Juventus campione d'Italia

JUVENTUS - INTER 2-0

Marcatori: 31′ pt. Poppa (J), 40′ st. Zanchetta (J).

Juventus: Girelli; La Manna, Spina, Mosagna (25′ st. Riccio), Verduci; Brentan (28′ st. Spitale), Zanchetta; Sekulov, Tongya, Cavallo (12′ st. De Marzo); Poppa (12′ st. Sterrantino).
A disposizione: Raina, Dacosta, Diop, Poletti, Pittavino.
Allenatore: Riccardo Bovo.

Inter: Stankovic, Guedegbe, Dimarco, Cester, Alcides, Pirola, Barazzetta, Mangiarotti, Cancello, Sakho, Esposito.
A disposizione: Anane, Feltrin, Tinazzi, Essan, Boscolo, Sottini, Oristanio, Simic, Tordini.
Allenatore: Marco Mandelli.


La Juventus è Campione d'Italia della categoria Under 15: questo l'esito della vittoria per 2-0 nella Finalissima giocata al “Manuzzi” di Cesena, conquistata ai danni dell'Inter. Risultato ampiamente meritato per i giovani Bianconeri di mister Bovo, che sono stati in controllo della partita dall'inizio... fino alla fine.
Juve schierata in campo con il 4-2-3-1, con Girelli tra i pali; Spina e Mosagna coppia centrale con La Manna terzino destro e Verduci a sinistra. In mediana, coppia formata da Brentan e Zanchetta, con Sekulov, Tongya e Poppa alle spalle di Cavallo.
La Juve parte subito forte, sfruttando la velocità di Tongya che si conquista un calcio d'angolo dopo pochi secondi, col pallone che spiove in area senza trovare compagni. Risponde l'Inter con una conclusione debole dalla distanza di Cancello, parata senza problemi da Girelli, bravo anche qualche minuto dopo ad uscire pulito su Barazzetta lanciato in profondità.
Tra i Bianconeri, Poppa manca l'appuntamento col gol per una questione di centimetri, senza riuscire a deviare in tap-in un bel cross dalla sinistra, mentre al 19' è Cavallo a scaldare i guantoni a Stankovic con un bel diagonale che l'estremo difensore nerazzurro non riesce a trattenere, e sul quale si avventa Tongya, la cui conclusione è deviata in corner.
Lo stesso Tongya poco dopo semina scompiglio nella difesa nerazzurra penetrando in area con una serie di dribbling, fermato all'ultimo da Alcides, che riesce a liberare. E' poi Pirola a firmare, qualche secondo dopo, ancora Tongya in scivolata, ma al 33' la Juve passa in vantaggio: percussione di Poppa e conclusione angolata che si insacca alle spalle di Stankovic, per l'1-0 che manda le due squadre al riposo con i Bianconeri in vantaggio.

Nella ripresa, l'Inter prova ad alzare il baricentro ma la Juve controlla bene: prima è Sakho a mandare alto di testa in area, poi è Cancello a farsi vedere trovando un grande intervento difensivo di Spina, che devia in corner. I ragazzi di Bovo rispondono in contropiede, con il neo-entrato Sterrantino che conclude da posizione angolata, trovando la risposta di Stankovic.
I nerazzurri arrivano spesso al cross, ma la difesa della Juventus, tra Girelli sempre pronto all'uscita in presa alta e la linea ben schierata pronta a ribattere, non mostra alcun segno di cedimento. L'Inter ci prova, ma da quelle parti non si passa, e, dopo che Riccio svetta di testa a liberare a pochi minuti dal termine, è al secondo dei cinque minuti di recupero concessi che lo stesso difensore bianconero chiude bene su Simic, negando anche l'ultima occasione ai nerazzurri.
A questo punto, la Juve chiude la partita in contropiede: è il 74' quando Zanchetta, che già aveva segnato in semifinale contro la Roma, chiude la partita fissando il risultato sul definitivo 2-0.
Al triplice fischio, la Juve è Campione d'Italia per la seconda volta nella propria storia, dopo il titolo conquistato nel 1997/1998. Una cavalcata fantastica, quella dei ragazzi di mister Bovo, conclusa nel migliore dei modi: con un titolo tricolore ed una notte indimenticabile per il settore giovanile bianconero.

  • Pubblicato in Under 15

Semifinali Under 15 A e B, Roma-Juventus 1-3

Reti: 23' Cavallo (J), 27' Tueto (R), 43' Zanchetta (J), 69' Poppa (J)

Roma: Trovato, Muteba (49' Tomassini), Calafiori (40' Tripi), Ciucci, Astrologo, Buttaro, Travaglini, Bove (59' Silvestri), Antenori (49' Cancellieri), Milanese (59' Zalewski), Tueto.
A disp: Rossi, Aglietti, Suffer, Ciervo.
All: Fattori

Juventus: Girelli, La Manna, Verduci, Spina, Mosagna, Zanchetta, Sekulov (40' De Marzo), Brentan (70' Poletti), Sterrantino (65' Poppa), Tongya (70' Spitale), Cavallo (65' Da Costa).
A disp: Raina, Diop, Pittavino, Riccio.
All: Bovo.

Ammonito: 18' Calafiori (R)

La Under 15 di Bovo approda all'ultimo atto del campionato, battendo in Semifinale la Roma per 3-1: venerdì se la vedrà contro la vincente fra Inter e Sampdoria.
La partita è molto equilibrata, e combattuta, fin dall'inizio. Nonostante il forte caldo di Ravenna, le due squadre si fronteggiano a viso aperto, senza lesinare energie. Dopo una partenza piuttosto veemente della Roma, è la Juve a uscire gradualmente, ma in modo costante.
Gli sforzi dei bianconeri si concretizzano con un gran destro di Tongya al quindicesimo, un rasoterra che si stampa sul palo. E' il preludio al gol, che arriva pochi minuti dopo:
L'entusiasmo, però, dura poco: la Roma pareggia al 28', con un contropiede di Tueto.
La sostanza del match resta comunque la stessa: la Juve fa la partita, e ricomincia a macinare gioco al rientro in campo dopo la fine del primo tempo, costruisce azioni importanti, va vicina al gol al sesto della ripresa con Tongya (palla parata dal portiere della Roma) e, pochi giri di lancette dopo.
La Roma prova a rispondere con una rovesciata di Travaglini, pochi minuti dopo, ma il match ormai è saldamente in mano ai bianconeri, che verso il 70' trovano anche la rete del 3-1, con un contropiede micidiale del neo entrato Poppa.

  • Pubblicato in Under 15

Under 15 A e B, quarti di finale: Juventus - Napoli 1-1

Marcatori: 12′ pt Sterrantino (J), 28′ pt Cioffi (N).

JUVENTUS (4-2-3-1): Girelli; Boffano (9′ st Pittavino), La Manna, Mosagna, Verduci; Brentan (29′ st Fontana), Zanchetta; De Marzo (9′ st Sekulov), Tongya (25′ st Poletti), Cavallo (25′ st Spitale); Sterrantino (29′ st Poppa).
A disposizione: Raina, Dacosta, Riccio.
Allenatore: Riccardo Bovo.

NAPOLI: V. Mancino, Somma, Costanzo, Autiero, D’Onofrio, Carbone, D’Agostino, Marrazzo, A. Mancino, Cerapano, Cioffi.
A disposizione: Daniele, Parisi, Tello, Cretella, De Martino, Barruffo, D’Antonio, Padolino, Montaperto.
Allenatore: Giovanni Chiaiese.

Gli Under 15 della Juventus, guidati da mister Riccardo Bovo, si giocheranno lo Scudetto di categoria tra le quattro migliori d'Italia: questo è l'esito del doppio confronto ai Quarti di finale play-off contro il Napoli, vinto dai Bianconeri con un risultato aggregato complessivo di 4-2.
Dopo la vittoria per 3-1 conquistata sabato scorso a Napoli, firmata dalla doppietta di Tongya e dal gol di Sterrantino, quest'oggi sul terreno di gioco dell'Ale&Ricky di Vinovo è arrivato un pareggio per 1-1 (rete bianconera ancora di Sterrantino al 10' e pareggio partenopeo di Cioffi al 27'), che vale ai giovani Bianconeri la qualificazione alla fase finale Scudetto, in programma in Emilia Romagna con la Finalissima prevista al "Manuzzi" di Cesena.
«È stata una sfida molto bella: è la prima volta che ci capita quest'anno di gestire una gara su andata e ritorno con il vantaggio dell'andata, e abbiamo cercato di portare la vittoria dalla nostra parte»: commenta soddisfatto a fine gara mister Bovo. «La gara è stata condizionata dalla tensione emotiva dei ragazzi, cui devo fare i complimenti per essere arrivati fin qui, oltre alla temperatura molto elevata. Dobbiamo migliorare ancora nella gestione delle forze e delle idee in previsione delle sfide in programma nelle prossime settimane».
Ora, testa alla partita secca di semifinale contro la Roma: «Già martedì inizieremo a prepararci per le Final Four» - spiega mister Bovo - «Non abbiamo ancora fatto niente, l'obiettivo è arrivare fino in fondo lavorando bene per prepararci ed arrivare pronti. Abbiamo già incontrato la Roma al Torneo di Bologna: è un'ottima squadra e quello che sicuramente ci sarà di aiuto è che 23 giocatori su 25 saranno disponibile, abbiamo la rosa quasi praticamente al completo e potremo gestire le forze. Saranno partite "vere", partite secche e il nostro obiettivo sarà far vivere ai ragazzi appieno questa emozione, spingendoli a rendere al massimo».

 

  • Pubblicato in Under 15

Under 15 A e B, quarti di finale: Napoli - Juventus 1-3

Marcatori: 1′ pt e 24′ pt Tongya (J), 2′ pt Russo (N), 26′ st Sterrantino (J).

NAPOLI: V. Mancino, Somma, Musella, Costanzo, D’Onofrio, Russo, Padolino, Carbone, A. Mancino, Ceparano, Cioffi.
A disposizione: Daniele, Autiero, Tello, Cretella, De Martino, Barruffo, D’Antonio, D’Agostino, Montaperto.
Allenatore: Giovanni Chiaiese.

JUVENTUS (4-2-3-1): Girelli; La Manna, Spina, Mosagna, Verduci; Brentan, Zanchetta (24′ st Spitale); De Marzo, Tongya, Cavallo (8′ st Sekulov); Sterrantino.
A disposizione: Raina, Pittavino, Dacosta, Fontana, Boffano, Poppa, Diop.
Allenatore: Riccardo Bovo.

Note: espulso Musella (N) al 34′ st.

Buona la prima per la Juventus Under15, che batte 3-1 il Napoli in trasferta nell’andata dei quarti di finale di campionato. Gara di personalità per la squadra di Mister Bovo che ipoteca dunque l’accesso alle final four del campionato.
Inizio scoppiettante con la Juventus che passa subito in vantaggio al 1′: Tongya sfrutta un errore difensivo e buca la porta napoletana. Un minuto l’immediato pareggio del Napoli con una bella azione di Russo. Gara bella ed equilibrata, Tongya sempre protagonista prima colpisce un palo poi realizza la doppietta al 24′ mettendo dentro su assist di Cavallo.
Nella ripresa controllo juventino che cala il tris al 26′: corner corto battuto da Tongya e l’attaccante Sterrantino anticipa tutti mettendo in rete la palla del 3-1. Finisce così la gara d’andata coi bianocneri che ipotecano dunque il passaggio alle semifinali, ma tra una settimana c’è la gara di ritorno da giocare a Vinovo.
giovanibianconeri

 

  • Pubblicato in Under 15

Under 15 A e B, Spezia - Juventus 0-5

Marcatori: pt Tongya (J), pt Cavallo (J), pt aut. (J), st Spitale (J), st rig. Zanchetta (J).

SPEZIA: Vaccarezza, Naso, Fusco, Romano, Bascherini, Basta, Rosaia, Damato, Barcio, Bachini, Ciccarelli.
A disposizione: Gavellotti, Ebainetti, Franzoni, Furio, Spallanzani, Pennucci, Pietra, Furno, Orpelli.
Allenatore: Giuseppe Vecchio.

JUVENTUS (4-3-3): Girelli; Verduci (st Continella), Spina, La Manna, Mosagna (st Pittavino); Brentan (st Dacosta), Spitale, Zanchetta (st Poletti); Tongya (st Sekulov), Poppa (st Diop), Cavallo (st Fontana).
A disposizione: Raina, De Marzo.
Allenatore: Riccardo Bovo.


Vittoria e primo posto in classifica: questo il verdetto dell’ultima giornata di campionato Under15 per la Juventus guidata da Riccardo Bovo, che ha espugnato La Spezia per 5-0, conquistando matematicamente la prima piazza del girone A, una posizione importante in ottica playoff, con gli abbinamenti che si sapranno nei prossimi giorni e la Juve che partirà dai quarti di finale.
Partita a cannone la squadra di Mister Bovo che ha chiuso la partita già nel primo tempo, concludendolo per 3 reti a 0. A segno Tongya e Cavallo, più l’autorete sfortunata di un difensore spezzino. Chiusa la pratica nella ripresa, con i bianconeri che arrotondano il risultato anche per assicurarsi la prima posizione in classifica del girone A, decisa di fatto per differenza reti.
Nel secondo tempo ci pensano dunque Spitale prima e Zanchetta poi (su rigore) a chiudere il tabellino sul 5-0 finale per i bianconeri, che possono alla fine festeggiare la netta vittoria e il primato in classifica del girone A conquistato davanti ad Empoli e Sampdoria.

giovanibianconeri

 

  • Pubblicato in Under 15

Under 15 A e B, Juventus - Carpi 2-1

Marcatori: 32′ pt Zanchetta (J), 36′ pt Spina (J), 14′ st Ranieri (C).

JUVENTUS (4-3-3): Raina; Vercellone (12′ st Pittavino (18′ st Dacosta)), Spina, La Manna, Verduci; Brentan, Zanchetta, Spitale (23′ st Miretti); De Marzo (30′ st Fontana), Diop (30′ st Poppa), Cavallo.
A disposizione: Girelli, Continella, Poletti, Bonetti.
Allenatore: Riccardo Bovo.

CARPI: Mascolo, Paluan, Troiano, Turricelli, Tamburini, Bettini, Ranieri, Gibertoni, Camara, Malvezzi, Bondi.
A disposizione: Bernardi, Vezzani, Mazzali, Guerra, Pensalfini, Mazzoli, Tulipano, Venturelli, Bernazzoli.
Allenatore: Erica Puddu.

Vittoria sofferta ma meritata per la formazione Under15 della Juventus, che ha superato questa mattina a Vinovo i pari età del Carpi per 2 reti a 1. Decidono la vittoria i gol di Zanchetta e Spina nella prima frazione.
Dopo due buone occasioni sprecate, Diop serve a Zanchetta l’assist per il gol del vantaggio juventino poco dopo mezzora. Allo scadere del primo tempo arriva anche il raddoppio bianconero: colpo di testa di Spina sugli sviluppi di un calcio d’angolo.
Nella ripresa accorcia le distanze il Carpi dopo un errore difesnivo, a segno Ranieri al minuto 14. Si spaventa la Juve con la difesa che va in tilt e gli ospiti rischiano di pareggiare poco dopo con Camara che colpisce una clamorosa traversa. Minuti finali di sofferenza per la squadra di Mister Bovo che stringe però i denti e riesce a portare a casa 3 punti fondamentali, a una gara dal termine del girone di campionato.
giovanibianconeri.it