Log in

 

A Prato la Final Four della Berretti

Il campionato Dante Berretti di Lega Pro, giunto all’edizione numero 51, si trasferirà a Prato per la final4.
Oggi si e’ giocato il ritorno dei quarti di finale, ecco risultati delle quattro partite:

Catania-Fidelis Andria 2-1
Modena-Renate 0-1
Juve Stabia-Livorno 1-2
Reggiana-Como 6-0

Le semifinaliste sono Catania, Livorno, Reggiana e Renate.

Mercoledì 6 giugno alle 11,30, presso il Comune di Prato, e’ prevista la conferenza stampa di presentazione della fase finale della competizione. Si partirà con le semifinali, giovedì 8 giugno mentre venerdì 9 giugno e’ in programma la finale del Berretti per i club di Serie A.
Sabato 10 giugno si apre al Cicognini di Prato con un convegno sul calcio, i giovani talenti e i settori giovanili e nel pomeriggio, al “Lungobisenzio”, la finale della competizione Berretti 2016/2017.

Fase Finale Campionato Berretti, Quarti di finale: Reggiana - Como 6-0

Reti: Rizzi, Rizzi, Rizzi, Rivi, Vernocchi, Mecca.

Reggiana: Errera, Masini, Marconi, Vernocchi, Zito, Sadik, Tamagnini, Mecca, Rizzi, Rocco, Mastropietro.
A disp. Cavallini, Blandamura, Borghi, Capitani, Spirito, Rivi, Zaccariello, Sula, Sarli, Guerri.
All. Zanetti.

Como:  Barlocco, Magonara, Carzaniga, Bonaiti, Ouahdani, Scaglione, Belluzzi, Compagnone, Fusi, Melesi, Geros.
A disp. Vinci, Frigerio, Di Costanzo, Soldati, Scaccabarozzi, Pighetti, Kolaj, Rossi.
All. Galia

 

La Berretti della Reggiana batte il Como, ribaltando il risultato della gara di andata dei quarti di finale e, accede così alle Final Four del campionato nazionale, con la squadra allenata da Paolo Zanetti che può così continuare ad inseguire il sogno di conquistare lo scudetto di categoria, che in via Mogadiscio manca ormai da tantissimi anni.
Davanti al pubblico delle grandi occasioni, con moltissimi tifosi della Reggiana che, approfittando del giorno di festa, si sono recati a San Polo per far sentire il proprio sostegno ai giovani granata che erano chiamati ad una difficile rimonta, contro una delle formazioni sicuramente più attrezzate di tutto il panorama nazionale.
La formazione Berretti, guidata in panchina da Paolo Zanetti, ex giocatore granata e per due anni al fianco dell’ex allenatore granata Alberto Colombo, in questa stagione ha dimostrato di non essere inferiore a nessuno, con diversi elementi in rosa che hanno anche già fatto il proprio debutto in prima squadra.
La forza dei granata è stata dimostrata sul campo anche nella sfida di ieri contro il Como, con gli ospiti che nulla hanno potuto contro l’ottima partita disputata dai ragazzi di Paolo Zanetti che, trascinati dall’incitamento dei tifosi, hanno letteralmente sommerso di gol la formazione lariana.
Sono state infatti sei le reti segnate dai giovani giocatori granata, sotto gli occhi dei tifosi e della dirigenza al completo, seduta sugli spalti dello stadio di San Polo per sostenere i propri ragazzi.
Dopo un primo tempo equilibrato, in cui il Como ha provato a contenere la forza della Reggiana, nella ripresa si è scatenato Rizzi, l’attaccante della Berretti che ha già fatto anche il proprio esordio in prima squadra e che, nella sfida di ieri, ha messo a segno una tripletta guidando i suoi al successo.
Le altre reti sono state realizzate da Rivi, Mecca e il capitano Vernocchi, per il roboante 6 a 0 con cui si è conclusa la sfida.
Al triplice fischio del direttore di gara si è scatenata la festa dei ragazzi sul terreno di gioco, perché quella disputata nella giornata di ieri è stata un’ottima partita contro un’ottima squadra che sembrava avere tutte le carte in regola per arrivare a lottare fino in fondo per la conquista dello scudetto.
Cosa che, invece, potrà continuare a fare la Reggiana perché, arrivati a questo punto della stagione, nessuno vuole più mollare di un centimetro per portare a conclusione un percorso iniziato da alcune stagioni e che, quest’anno, ha iniziato a dare i propri frutti, sia in termini di risultati sul campo, con le squadre Berretti e Allievi Under17, qualificate alle Final Four di categoria, che con la presenza fissa di alcuni elementi nella rosa della prima squadra.

gazzetta di reggio

Fase Finale Campionato Berretti, Quarti di finale: Juve Stabia - Livorno 1-2

JUVE STABIA – Riccio, Strianese, Elefante, Mauro, Bisceglia, Borrelli, Scognamiglio, Vecchione, Chirullo, Del Prete, Matassa.
A disp. Borrelli F, Rubino, Berci, Casella, Servillo, Langella, Spavone, Sorrentino, Procida, Sorrentino A.
All. Panico

LIVORNO – Romboli, Raimo, Santini, Bartolini, Lischi, Vittorini, Camarlanghi, Bardini, Canessa, Diolaiti, Folegnani.
A disp. Puccini, Canessa, Bozhanaj, Cortopassi, Pallecchi, Carlucci, Balleri, Nigiotti.
All. Nappi

Arbitro: Ilario Guida di Salerno
Assistenti: Giuliano Parrella di Battipaglia e Nicola Nevio Spiniello di Avellino

Al 3 la Juve Stabia va vicina al vantaggio con una punizione di Del Prete che impegna Romboli alla deviazione in angolo.
Al 4 risponde il Livorno con Camarlanghi che riceve palla e in mezza rovesciata non riesce ad inquadrare lo specchio della porta per pochi centimetri.
Al 20′ il Livorno passa in vantaggio con Canessa che in netta posizione di fuorigioco mette alle spalle di Riccio tra le proteste del pubblico di casa.
Al 23′ episodio dubbio in area di rigore con Matassa che viene atterrato da Bartolini.
Al 29′ Cirullo servito ottimamente da Scognamiglio svirgola il pallone e spreca malamente una ghiotta occasione.
Al 31′ rigore per il Livorno per un presunto fallo di Strianese su Canessa. Sul dischetto va Camarlanghi che colpisce il palo alla destra di Riccio.
Al 39′ Chirullo riceve palla al limite vede lo specchio della porta e prova a sorprendere Romboli
Al 40′ pareggio della Juve Stabia con Del Prete che riceve palla da Mauro in posizione defilata e lascia passare il pallone sotto le sue gambe ingannando il portiere del Livorno che non riesce ad intervenire. Grande gioia di tutti il pubblico presente con Del Prete che va a ringraziare i tifosi gialloblè.
Inzia la ripresa con la Juve Stabia che sostituisce Matassa con Procida. Si passa al 4-3-1-2 con Procida che si sistema alle spalle di Chirullo e Procida.
Al 52′ Borrelli sugli sviluppi di un calcio d’angolo, di testa mira l’incrocio dei pali alla sinistra di Romboli che è bravo a deviare sul fondo la conclusione del difensore gialloblè.
Al 57′ la Juve Stabia va vicina al vantaggio con Procida che serve Del Prete che all’altezza del dischetto di rigore controlla e prende la mira ma Romboli è strepitoso nel deviare la conclusione dell’attaccante stabiese.
Al 59′ Il Livorno sostituisce Diolaiti con Cortopassi.
Al 67′ Doppia espulsione: L’arbitro espelle Strianese e Camarlanghi che erano venuti a contatto. Il calciatore livornese simula una testata ricevuta.
Al 70′ Il Livorno sostitusce Bartolini con Nigiotti.
Al 77′ Nella Juve Stabia esce Del Prete entra Langella
Al 84′ Per il Livrono esce Bardini ed entra Pallecchi. Su un lancio lungo della Juve Stabia Romboli anticipa Chirullo che era pronto a colpire di testa.
Al 86′ Il Livorno passa in vantaggio con Folegnani che ribadisce in rete la corte respinta di Riccio.
Al 87′ La Juve Stabia sostituisce Mauro con Servillo.
Al 90′ Ammonito Nigiotti per fallo su Servillo.
Al 92′ Chirullo spreca l’occasione di portare la propria squadra sul pari calciando malamente al lato un cross dalla destra di Langella.
Termina così il match con la Juve Stabia che viene eliminata dal Livorno in virtù delle due reti segnate in trasferta. Il calcio sa essere crudele ma questi ragazzi meritano un elogio e un applauso per il campionato importante che hanno svolto sinora.

Ciro Novellino e Mario Vollono vivicentro

Fase Finale Campionato Berretti, Quarti di finale: Modena - Renate 0-1

Marcatori: 87' Gulinelli.

MODENA FC: Brancolini, Lo Bello, Boccioletti (86' Barbati), Setti, Massari, Makaya, Cheli, Hardy, Caselli (67' Serroukh), Sakaj (88' Cioppi), Ghidoni.
A Disposizione: Mascagni, Acanfora, Luppi, Manfredini, Mineo, Zironi, Mariani, Rustichelli, Russo.
Allenatore: Di Donato.

AC RENATE: Stucchi, Mutti, Muti, Basa (78' Gulinelli), Gallo, Confalonieri, Roda (55' Pizzi), Cafferi (55' Tagliabue), Diaferio, Verderio, Villa.
A Disposizione: Turati, Cavuoto, Forno, Citterio, Crippa.
Allenatore: Citterio.

Arbitro: Andreini di Forlì.

Ammonizioni:22' Gallo (R), 88' Serroukh (M),

Fase Finale Campionato Berretti, Quarti di finale: Catania - Fidelis Andria 2-1

Marcatori: pt 28° Maffei (F) su rigore, 37° Longo, 45° Noce.

CATANIA: Spataro; Longo, Pantò, Papaserio (40°st Calì), Noce, Bonaccorsi, Maccioni, Di Stefano D., Napolitano (25°st Pannitteri), Rizzo (30°st Condorelli), Manneh.
A disposizione: Buemi; Indelicato, Giuffrida, Berti, Florio, Ferraù, Biondi, Di Stefano G., Costantino.
Allenatore: Pulvirenti.

FIDELIS ANDRIA: Antonacci; Festa, (31°st Addario), Paradiso, Imbriola, D'Addato (20°st Mastrippolito), Guadagno, Maffei, Cfarku, Camporeale (12°st Di Bari), Lobascio, Di Cosmo.
A disposizione: Borracino; Correnti, Antonicelli.
Allenatore: Loseto.


AMMONITI: Cfarku, D'Addato, Imbriola, Lobascio e Paradiso(F)

Mister Pulvirenti allontanato al 90°.
ARBITRO: Pasciuta di Agrigento.
ASSISTENTI: De Pasquale di Barcellona Pozzo di Gotto e Madonia di Palermo.

La Berretti del Catania supera in rimonta la Fidelis Andria, fissando il risultato sul 2-1, ed accede per la seconda stagione consecutiva alla Final Four, quest'anno in programma allo stadio "Lungobisenzio" di Prato: in semifinale, gara unica, la formazione allenata da Giovanni Pulvirenti affronterà il Renate, che ha eliminato il Modena. Per i giovani rossazzurri, quello odierno è stato il settimo successo consecutivo tra campionato, girone di qualificazione e quarti di finale: la squadra dell'Elefante è l'unica, tra le quattro promosse alle sfide decisive in Toscana, sempre vittoriosa nelle prime quattro partite della Fase Finale. A Torre del Grifo, realizzato in questa stagione un en-plein straordinario: 12 vittorie in altrettanti incontri. Credenziali importanti per un gruppo capace di mostrare qualità, carattere e spirito di sacrificio, entusiasmando i tifosi e coinvolgendoli nel coro replicato a fine gara sugli spalti, in campo e negli spogliatoi (il video dell'esultanza è sulla nostra pagina Facebook): "ce ne andiamo a Prato" è il ritornello della gioia. Al 12°, la prima occasione del match: fuga di Manneh sulla sinistra e palla in mezzo, Maccioni raccoglie l'assist e calcia di prima intenzione ma colpisce il palo. Sull'asse Manneh-Maccioni, sempre rapidi e pungenti, seconda chance: la conclusione del numero 7 in maglia bianca è respinta, Noce e Longo vicini al gol. L'Andria si affaccia in avanti con una conclusione di D'Addato, Spataro neutralizza senza difficoltà. Al 26°, rigore per i pugliesi: contatto Pantò-Maffei, lo stesso attaccante ospite trasforma il penalty. Lorenzo Longo suona la carica: al 37° svetta di testa sull'angolo da destra e riequilibra le sorti dell'incontro. Il Catania torna ad esprimersi con fluidità, Rizzo ci prova ma il pallone esce di poco. Al 45°, gran giocata di Di Stefano che impedisce la ripartenza avversaria e conquista una punizione dalla sua posizione preferita: traiettoria impeccabile, pallone sul palo, Mario Noce raccoglie e spedisce in fondo al sacco, rossazzurri in vantaggio. In avvio di ripresa Bonaccorsi potrebbe completare il festival del gol dei difensori ma l'Andria salva sulla linea. Papaserio ed Imbriola concludono poi dal limite ma non inquadrano lo specchio della porta avversaria, Spataro devia in angolo una conclusione di Di Cosmo. Gli ultimi attacchi pericolosi sono rossazzurri: cross di Manneh e colpo di testa di Maccioni, a lato; assalto di Condorelli e palla sull'esterno della rete. Al triplice fischio, orgoglio e soddisfazione per una splendida prova di maturità.

 

Fase Finale Campionato Berretti: il programma dei Quarti di Finale

GARE DI RITORNO - VENERDI’ 2 GIUGNO 2017


GARA 1
CATANIA - FIDELIS ANDRIA
Campo “Torre del Grifo 3”, via Magenta, Mascalucia (CT) Ore 15.00

GARA 2
JUVE STABIA - LIVORNO
Stadio “R. Menti”, Castellammare di Stabia Ore 15.00

GARA 3
MODENA - RENATE
C.S. “G. Ferrari”, p.zza dei Ciliegi 15, Fiorano Modenese (MO) Ore 15.00

GARA 4
REGGIANA - COMO
Stadio Comunale, via Della Resistenza, San Polo D’Enza (RE) Ore 15.00