Log in

 

PONTEDERA, COSTA ALLENATORE DELLA BERRETTI

PONTEDERA, COSTA ALLENATORE DELLA BERRETTI

L’U.S. Città di Pontedera comunica di aver affidato a Mario Piero Costa l’incarico di Responsabile della squadra “Berretti” per la stagione sportiva 2017/2018.

Il club granata ha puntato sul tecnico che lo scorso anno sedeva sulla panchina della Pistoiese categoria “Berretti” e quindi già profondo conoscitore del campionato.

  • Pubblicato in Berretti

Maino e Susic alla guida della Berretti e degli Under 17

“Iniziano a definirsi i nuovi incarichi del settore giovanile per la stagione sportiva 2017-2018.

 

Francesco "Checco" Maino, nella stagione uscente allenatore degli Allievi Nazionali Under 17 giallorossi, sarà il tecnico della prossima annata sportiva della squadra Berretti Nazionale.

Mentre Massimo Susic, già allenatore degli Allievi Under 16 del Bassano Virtus, guiderà nella prossima stagione sportiva gli Allievi Nazionali Under 17.

 

Una conferma per entrambi i tecnici che hanno ben figurato nella stagione appena trascorsa, dove i risultati e la crescita tecnica ed umana dei giovani calciatori si sono messi in evidenza.

 

A mister Maino e a mister Susic un forte in bocca al lupo per la nuova avventura!”.

  • Pubblicato in Berretti

NATA LA PRIMA BANCA DATI PER CALCIATORI, ALLENATORI, DIRIGENTI E MOLTI ALTRI OPERATORI

Area di servizio per: Dirigente, Allenatore, Preparatore Portiere, Preparatore Atletico, Calciatore, Calciatrice, Agente e Osservatore.

Se vuoi, attivando la sezione Calcio Mercato riceverai proposte calcistiche

Iscriviti gratuitamente su www.zonacalciofaidate.it la Banca Dati più importante d'Italia.

Potrai interagire e chattare con tutti gli iscritti. “Attiva il tuo Profilo”, entra nella tua area personale, gestisci la tua carriera calcistica inserendo il tuo curriculum in PDF, scarica il modulo apposito e una volta compilato inseriscilo nella sezione Curriculum.

 

  • Pubblicato in Berretti

Berretti Albinoleffe, sarà Giuseppe Biava il nuovo allenatore

Berretti Albinoleffe, sarà Giuseppe Biava il nuovo allenatore

L’U.C. AlbinoLeffe comunica che dal 1 luglio 2017 la guida tecnica della squadra Berretti sarà affidata a Giuseppe Biava.

Dopo aver disputato ben 5 stagioni in maglia bluceleste, oltre ad essere cresciuto nel settore giovanile del Leffe e ad aver esordito tra i professionisti con l’Albinese, Biava torna in riva al Serio forte di una grandissima esperienza maturata con le maglie di Palermo, Genoa, Lazio ed Atalanta. Con alle spalle 11 stagioni di Serie A (ben 284 presenze) e 2 di serie B, Biava ha trascorso il suo primo anno da tecnico al Pontisola, allenando la categoria Juniores Nazionale e collaborando con la Prima Squadra.

A Biava va un caloroso benvenuto da parte di tutta la famiglia bluceleste.

altQueste le prime dichiarazione del neo tecnico della Berretti sul suo ritorno in bluceleste: “Sono molto contento. Ritorno nella realtà in cui ero partito da giocatore, in una società in cui sono stato molto bene. Spero di confermarmi anche da allenatore. So di entrare in un settore giovanile che lavora bene,in un club molto organizzato. Sarà bello ritrovare quest’ambiente. Spero di far bene, inculcando nei giovani la giusta mentalità per migliorarsi sempre attraverso il lavoro”.

A fare gli onori di casa ci ha pensato il direttore sportivo Simone Giacchetta, che ha così commentato l’arrivo di Biava: “L’arrivo di Biava nella struttura tecnica del settore giovanile rappresenta un ulteriore passo in avanti verso il potenziamento e la valorizzazione della nostra attività. E’ un inserimento importante: se da una parte come tecnico è all’inizio del suo percorso, dall’altra l’AlbinoLeffe avrà la possibilità di arricchirsi di un ragazzo nato e cresciuto in questo territorio, che si è formato attraverso sacrifici, rinunce e grandi qualità umane ed è arrivato ad essere un affermatissimo calciatore di serie A. Ha un bagaglio di esperienze notevolissimo, un tesoro soprattutto da un punto di vista morale. L’AlbinoLeffe ha voluto fortemente coinvolgerlo e metterlo a disposizione dei ragazzi che frequentano il nostro Centro Sportivo. Questo è quello che cerchiamo: non vogliamo di certo responsabilizzarlo più del dovuto per quanto riguarda la conduzione tecnica, dovrà semplicemente metterci la serenità, l’impegno e la passione che ha dimostrato in questi colloqui iniziali. Trasmetterà la sua esperienza di vita ai ragazzi per far capire loro che non si arriva in alto solamente attraverso le capacità del calciatore, ma anche e soprattutto attraverso le capacità dell’uomo. Quella della società è stata una scelta attenta e significativa, rafforzata ancor più dal fatto che mister Biava è figlio della nostra realtà, è cresciuto con i nostri colori e rappresenta il territorio. Siamo felici di iniziare questo percorso assieme”.

“Siamo veramente felici di poter riabbracciare un grande calciatore italiano che ha scritto la storia di questa società, per poi spiccare il volo nel calcio che conta” ha aggiunto il Responsabile del Settore Giovanile Paolo Zirafa. “Giuseppe Biava, oltre che per le doti calcistiche che sicuramente trasferirà ai nostri ragazzi, sarà un punto di riferimento anche per le qualità umane, che hanno contraddistinto la sua carriera”.

  • Pubblicato in Berretti

Berretti bluceleste, sarà Giuseppe Biava il nuovo allenatore

L'U.C. AlbinoLeffe comunica che dal 1 luglio 2017 la guida tecnica della squadra Berretti sarà affidata a Giuseppe Biava.

 

Dopo aver disputato ben 5 stagioni in maglia bluceleste, oltre ad essere cresciuto nel settore giovanile del Leffe e ad aver esordito tra i professionisti con l'Albinese, Biava torna in riva al Serio forte di una grandissima esperienza maturata con le maglie di Palermo, Genoa, Lazio ed Atalanta.

 

Con alle spalle 11 stagioni di Serie A (ben 284 presenze) e 2 di serie B, Biava ha trascorso il suo primo anno da tecnico al Pontisola, allenando la categoria Juniores Nazionale e collaborando con la Prima Squadra.

 

A Biava va un caloroso benvenuto da parte di tutta la famiglia bluceleste.

 

Queste le prime dichiarazione del neo tecnico della Berretti sul suo ritorno in bluceleste: "Sono molto contento. Ritorno nella realtà in cui ero partito da giocatore, in una società in cui sono stato molto bene. Spero di confermarmi anche da allenatore. So di entrare in un settore giovanile che lavora bene,in un club molto organizzato. Sarà bello ritrovare quest'ambiente. Spero di far bene, inculcando nei giovani la giusta mentalità per migliorarsi sempre attraverso il lavoro".

 

A fare gli onori di casa ci ha pensato il direttore sportivo Simone Giacchetta, che ha così commentato l'arrivo di Biava: "L'arrivo di Biava nella struttura tecnica del settore giovanile rappresenta un ulteriore passo in avanti verso il potenziamento e la valorizzazione della nostra attività. E' un inserimento importante: se da una parte come tecnico è all'inizio del suo percorso, dall'altra l'AlbinoLeffe avrà la possibilità di arricchirsi di un ragazzo nato e cresciuto in questo territorio, che si è formato attraverso sacrifici, rinunce e grandi qualità umane ed è arrivato ad essere un affermatissimo calciatore di serie A. Ha un bagaglio di esperienze notevolissimo, un tesoro soprattutto da un punto di vista morale. L'AlbinoLeffe ha voluto fortemente coinvolgerlo e metterlo a disposizione dei ragazzi che frequentano il nostro Centro Sportivo. Questo è quello che cerchiamo: non vogliamo di certo responsabilizzarlo più del dovuto per quanto riguarda la conduzione tecnica, dovrà semplicemente metterci la serenità, l'impegno e la passione che ha dimostrato in questi colloqui iniziali. Dovrà trasmettere la sua esperienza di vita ai ragazzi per far capire loro che non si arriva solamente attraverso le capacità del calciatore, ma anche e soprattutto attraverso le capacità dell'uomo. Quella della società è stata una scelta attenta e significativa, rafforzata ancor più dal fatto che mister Biava è figlio della nostra realtà, è cresciuto con i nostri colori e rappresenta il territorio. Siamo felici di iniziare questo percorso assieme".

 

"Siamo veramente felici di poter riabbracciare un grande calciatore italiano che ha scritto la storia di questa società, per poi spiccare il volo nel calcio che conta" ha aggiunto il Responsabile del Settore Giovanile Paolo Zirafa. "Giuseppe Biava, oltre che per le doti calcistiche che sicuramente trasferirà ai nostri ragazzi, sarà un punto di riferimento anche per le qualità umane, che hanno contraddistinto la sua carriera".

 

  • Pubblicato in Berretti

Il Livorno è CAMPIONE D’ITALIA BERRETTI!

Il Livorno è CAMPIONE D’ITALIA BERRETTI!

 

LIVORNO: Romboli, Raimo, Santini, Dilaiti (20′ st Bartolini), Lischi, Vittorini, Folegnani (22′ st Pallecchi), Bardini, Canessa Al. (39′ st Habumuremyi), Cortopassi, Nigiotti. A disposizione: Puccini, Canessa Ax., Bozhanaj, Carlucci, Balleri, De Wit. All. Nappi

RENATE: Stucchi, Bonalume, Mutti A., Busa (20′ st Gulinelli), Gallo, Confalonieri, Roda (9′ st Pizzi), Caferri, Diaferio (1′ st Verderio), Tagliabue, Villa. A disposizione: Turati, Cavuoto, Forno, Citterio A., Mutti L., Gianpietro, Di Benedetto. All. Citterio S.

ARBITRO: Sig. Dionisi di L’Aquila (Sig. Tribelli – Sig. Badoer di Castelfranco Veneto)

RETE: 46′ st Bardini, 51′ st Pallecchi

NOTE: Giornata molto calda e soleggiata, terreno in buone condizioni. Nessun giocatore espulso, ammoniti Bardini (L), Bonalume (R). Calci d’angolo: 9-3 Livorno. Recupero: 0′ pt. + 6′ st

La Berretti del Livorno Calcio vince lo scudetto di categoria battendo il Renate 2-0 al “Lungobisenzo” di Prato. Per la società amaranto è il secondo titolo nazionale a livello giovanile dopo lo scudetto vinto dagli Juniores di Dino Bonsanti nel 1963/64. Merito a tutta la società A.S. Livorno Calcio a partire dal Presidente Spinelli che ha sempre creduto nei giovani, al Responsabile del settore giovanile Doga e, ovviamente, a mister Nappi ed ai suoi magnifici ragazzi.

La finale con il Renate, giunta dopo un campionato condotto sempre in testa ed aver eliminato ai playoff Feralpisalò, Venezia, Juve Stabia e Reggiana, è stata molto combattuta e giocata in un caldissimo pomeriggio. I ragazzi di Nappi hanno creato molte più occasioni da rete, sin dal primo tempo. Bardini ha colpito un palo, Canessa, Nigiotti e Folegnani hanno mancato per pochissimo il gol. Per il Renate una traversa esterna con Confalonieri.
Nella seconda parte di gioco Nigiotti è scatenato e per ben tre volte nel primo quarto d’ora sfiora la rete. Poi il caldo si inizia a far sentire e molti calciatori sentono la stanchezza, le interruzioni sono numerose ed il gioco è frammentario. Tutto sembra portare ai supplementari ma sugli sviluppi di un angolo Lischi rimette al centro per Bardini che di testa segna il gol del vantaggio. Nel finale, in contropiede è Pallecchi a segnare la rete dello scudetto. Un grande Livorno è Campione d’Italia dopo una magnifica stagione. Alla fine la premiazione e la gioia di tutti gli amaranto presenti. (P.Nacarlo)

 

Amarezza e lacrime in casa nerazzurra, ma anche la consapevolezza di aver dato tutto, costruendo una stagione-capolavoro in cui nessuno avrebbe scommesso non più tardi di due mesi fa. “Siamo orgogliosi di questi ragazzi – commenta a caldo il Direttore Generale Massimo Crippa – che hanno dato tutto per conquistare un titolo così prestigioso. Nell’ultimo mese sono riusciti a superare ogni ostacolo contro ogni pronostico, questo nessuno potrà mai dimenticarlo“.

 

Questa la rosa e lo staff della Berretti del Livorno Calcio Campione d’Italia 2016/2017

Portieri: Matteo Puccini, Thomas Romboli
Difensori: Adenew Amore, Giorgo Angioli, Matteo Annibale, Alberto Lischi, Alessandro Raimo, Gabriele Santini, Matteo Vittorini, Axel Canessa, Gabriele Carlucci
Centrocampisti: Filippo Bardini, Leonardo Bartolini, Jano Bozhanai, Fabio Cortopassi, Matteo De Wit, Gabriele Balleri, Lorenzo Dibatte, Thomas Diolaiti
Attaccanti: Giulio Camarlinghi, Alessio Canessa, Gabriel Folegnani, Jonathan Nigiotti, Matteo Pallecchi, Jean Habumuremyi

Allenatore: Marco Nappi
Collaboratore: Claudio Galici
Preparatore Portieri: Francesco Palmieri
Dirigente accompagnatore: Andrea Moretti
Medico sociale: Aldo Bonsanti
Massaggiatore: Paolo Raffaelli

  • Pubblicato in Berretti

Final Four Berretti, in finale Renate e Livorno

Final Four Berretti, in finale Renate e Livorno

CATANIA-RENATE 14-15 dcr (2-2 al 90′, 1-1 al 45′)
MARCATORI: 12′ pt Manneh (C), 17′ pt Gallo (R), 15′ st Maccioni (C), 42′ st Diaferio (R).
SEQUENZA RIGORI: Caferri (R) gol, Bonaccorsi (C) gol, Citterio (R) gol, D. Di Stefano (C) gol, Pizzi (R) gol, Ferraù (C) parato, Villa (R) gol, Longo (C) gol, Gallo (R) parato, Pantò (C) gol, Bonalume (R) gol, Biondi (C) gol, Diaferio (R) gol, Manneh (C) gol, Busa (R) gol, Noce (C) gol, Stucchi (R) gol, Pannitteri (C) gol, L. Mutti (R) gol, Spataro (C) gol, Caferri (R) gol, D. Di Stefano (C) gol, Citterio (R) gol, Bonaccorsi (C) gol, Pizzi (R) gol, Pantò (C) gol, Villa (R) gol, Biondi (C) parato.
CATANIA (4-1-4-1): Spataro, Longo, Noce, Bonaccorsi, Pantò, D. Di Stefano, Maccioni (31′ st Pannitteri), Rizzo (37′ st Papaserio), Ferraù, Manneh, Napolitano (25′ st Biondi). A disp.: Manno, Indelicato, Giuffrida, Berti, Condorelli, Florio, G. Di Stefano, Calì, Costantino. All.: Bellia.
RENATE (4-4-2): Stucchi, L. Mutti, Gallo, Busa, A. Mutti; Caferri, Tagliabue (21′ st Pizzi), Confalonieri (31′ st Bonalume), Villa; Verderio (37′ st A. Citterio), Diaferio. A disp.: Turati, Cavuoto, Gulinelli, Forno, Roda, Gianpietro. All.: S. Citterio.
ARBITRO: Cipriani di Empoli. Assistenti: Cecchi di Pistoia e Berti di Prato.
NOTE: ammonizioni: Diaferio (R), Villa (R), Gallo (R). Corner: 8-5. Recupero: pt 1′ pt, st 3′, pts 0′, sts 0′.

livorno

LIVORNO – REGGIANA 1-0 (1-0 al 90′, 0-0 al 45′)
MARCATORE: 32’st Vittorini
LIVORNO (4-3-3): Romboli; Raimo, Vittorini, Lischi, Santini; Cortopassi, Diolaiti (17’st Bartolini), Bardini; Nigiotti (41’st Pallecchi), Canessa A., Folegnani.
A disposizione: Puccini, Canessa Axel, Bozhanaj, Pallecchi, Carlucci, Balleri, De Wit, Habumuremyi.
Allenatore: Nappi.
REGGIANA (4-3-3): Errera; Sadik (42’st Sula), Zito, Vernocchi, Masini; Mecca (35’st Rivi), Zaccariello, Tamagnini (25’pt Spirito); Mastropietro, Rizzi, Rocco.
A disposizione: Demalija, Guerri, Borghi, Blandamura, Capitani, Marconi, Sula, Cavallini.
Allenatore: Zanetti.
ARBITRO: Matteo Marchetti di Ostia Lido. Assistenti: Tiziana Trasciatti di Foligno e Francesco Gentileschi di Terni.
NOTE: ammonizioni: Bardini (L); Masini (R). Corner: 8-7. Recupero: 0’pt; 4’st.

Final Four Berretti 51^ edizione: Renate e Livorno si giocheranno lo scudetto di categoria sabato 10 giugno alle ore 17.00, Stadio Lungobisenzio di Prato.
Questo pomeriggio si sono disputate le due semifinali Catania-Renate (14-15 dcr, con vittoria dei nerazzurri dopo una lunghissima serie di calci di rigore) e Livorno-Reggiana (1-0), che hanno permesso ai ragazzi di mister Citterio e al club toscano del tecnico Nappi di conquistarsi il pass per l’accesso al match valido per il primo e il secondo posto.
Due partite equilibrate giocate su discreti livelli agonistici. Gol ed emozioni davanti a 500 spettatori e sotto gli occhi del Vicepresidente di Lega Pro, Walter Baumgartner, e l’Amministratore Delegato della società A.C. Prato, Paolo Toccafondi.

 

Semifinale Berretti Final4: Livorno - Reggiana 1-0

Semifinale Berretti Final4: Livorno - Reggiana 1-0

Un grandioso Livorno batte 1-0 la Reggiana ed arriva alla finalissima scudetto della categoria Berretti. A decidere la gara in favore dei ragazzi di Nappi è stata una magnifica trasformazione di capitan Vittorini che in sforbiciata, sugli sviluppi di un angolo, insacca nell’angolo alto. Il Livorno ha giocato una gara attenta e ben organizzata, rischiando pochissimo e creando diverse occasioni con Canessa e Folegnani in particolare.

Il Livorno, nella finale scudetto, se la vedrà con il Renate che nell’altra semifinale ha superato il Catania ai rigori (2-2 i tempi regolamentari, 15 a 14 dopo i tiri dal dischetto). La finalissima Livorno-Renate valida per il tricolore Berretti si giocherà sabato 10 Giugno allo stadio “Lungobisenzio” di Prato con inizio alle ore 17. (p.nacarlo/foto by LegaPro)


LIVORNO – REGGIANA 1-0 (1-0 al 90′, 0-0 al 45′)


MARCATORE: 32’st Vittorini


LIVORNO (4-3-3): Romboli; Raimo, Vittorini, Lischi, Santini; Cortopassi, Diolaiti (17’st Bartolini), Bardini; Nigiotti (41’st Pallecchi), Canessa A., Folegnani. A disposizione: Puccini, Canessa Axel, Bozhanaj, Pallecchi, Carlucci, Balleri, De Wit, Habumuremyi.
Allenatore: Nappi.


REGGIANA (4-3-3): Errera; Sadik (42’st Sula), Zito, Vernocchi, Masini; Mecca (35’st Rivi), Zaccariello, Tamagnini (25’pt Spirito); Mastropietro, Rizzi, Rocco. A disposizione: Demalija, Guerri, Borghi, Blandamura, Capitani, Marconi, Sula, Cavallini.
Allenatore: Zanetti.


ARBITRO: Matteo Marchetti di Ostia Lido. Assistenti: Tiziana Trasciatti di Foligno e Francesco Gentileschi di Terni.
NOTE: ammonizioni: Bardini (L); Masini (R). Corner: 8-7. Recupero: 0’pt; 4’st.