Log in

 

Berretti, Fondi - Matera 4-1

Reti: 5’pt GIORGI (UFC), 24’pt GIORGI (UFC), 43’pt Colella (M), 7’st LANDOLFI (UFC), 44’st GIONTA (UFC).

UNICUSANO FONDI: Calandra, Ferazzoli, Parasmo (32’st Pernarella), Di Lanna, Santi Amantini, Gnignera, Pascarella (25’st De Santis), Gionta, Giorgi, Parisella L., Landolfi (16’st De Lellis).
A disp.: Bartolelli, Altobelli, Tibaldo, Gentile, Pignetti, Di Giacomo, Parisella A., Testa, Marchionne.
All.: Parisella Alessandro.

MATERA: Fortunato, Colella, Lampugnani, Quero (10’st Pellegrino), Antonacci, Calvani, Pirolo, Galeone (10’st Cornacchia), Dellino, Taccogna (38’st Montemurro), Strippoli.
A disp.: Sportelli, Marino, Gigante, Sabalat.
All.: Squicciarini Pasquale.

Arbitro: Damiani della sezione di Frosinone (Di Mambro/Fiorini)
Note: ammoniti Antonacci (M), Cornacchia (M)/Parisella L. (UFC).

La Berretti dell’Unicusano Fondi è tornata a vincere e al “Madonna degli Angeli” si è imposta per 4 a 1 contro la formazione del Matera. Il team fondano grazie a questo successo sale a 41 punti e si conferma definitivamente al terzo posto del girone d, che significa playoff.
I padroni di casa quest’oggi hanno dato prova di grande determinazione e massima concentrazione per arrivare al successo e alla conquista dell’obiettivo prefissato. Il match subito nel vivo, al 4’ intervento spettacolare dell’estremo difensore del Matera che vola alto per respingere un gran tiro di Luca Parisella, che aveva fatto sobbalzare tutta la panchina pronta ad esultare per la rete. Il direttore di gara comanda il corner, cross in area e Giorgi indirizza in rete per il vantaggio dell’Unicusano Fondi. Al 12’ sono ancora i rossoblù a provarci, palo pieno di Landolfi, ma al 24’ è ancora Giorgi a far esultare, trovando la rete del raddoppio calciando direttamente da punizione. La prima frazione di gioco si chiude sul 2 a 1, distanza accorciata al 43’ da Colella.
Nella Ripresa Landolfi sigla il 3 a 1, ma il Matera non ci sta e cerca di pungere gli universitari. Miracoloso l’intervento di Gionta, che salva la porta della squadra fondana, lo stesso Gionta che al 44’ decreterà il poker finale e festa in campo per la squadra, lo staff e tutti i tifosi della berretti dell’Unicusano Fondi

  • Pubblicato in Berretti

Berretti, Matera - Taranto 0-3

RETI: 41′ s.t. rig. Girardi (T), 43′ s.t. Ranieri (T), 46′ s.t. Marsella (T)

MATERA: Ciarfaglia; Hysai, Lampugnani, Quero, Antonacci, Mastromarino (26′ s.t. Marino), Pirolo, Galeone (14′ s.t. Colella), Dellino (27′ Cornacchia), Taccogna, Strippoli.
A disposizione: Calabrese, Calvani, Gigante, De Rosa, Montemurro.
Allenatore: Pasquale Squicciarini

TARANTO: Minichini; Boccadamo S., Passiatore U., Perricelli (34′ s.t. Cippone), Battista, Turco, Galeandro (29′ s.t. Boccadamo A.), Giunta, Ranieri (45′ s.t. Marsella), Girardi, Gatto.
A disposizione: Russo, Pizzolante, Ciampa, Passiatore P., Nettis, Salvo, Cardea, Bolognini, Ciardo.
Allenatore: Luigi Boccadamo

AMMONITI: Quero (M), Galeandro, Passiatore U. (T)
ESPULSI: al 29′ s.t. Passiatore U. (T) per doppia ammonizione, al 36′ s.t. Quero (M) per doppia ammonizione
ARBITRO: Cannito della sezione di Matera; assistenti Marangi di Policoro e D’Alessio di Matera

Schiacciante affermazione esterna per la formazione Berretti del Taranto, in grado di infliggere un nettissimo 3-0 al Matera. Il team di mister Luigi Boccadamo stende gli avversari nella ripresa: al 41′ vantaggio rossoblù con Girardi su rigore, raddoppio al 43′ con Ranieri e tris finale siglato da Marsella al 46′. In virtù di questo successo, il Taranto sale a quota 23 punti in classifica. Prossimo impegno in programma sabato 11 marzo, quando farà visita il Melfi in una gara valevole per la sesta giornata di ritorno.

 

  • Pubblicato in Berretti

Berretti, Matera - Fondi 2-4

Reti: 16’pt Taccogna (M), 18’pt Strippoli rig.(M)/ 19’pt, 27’pt rig. Di Giacomo, 51’Parisella L., 54’ Landolfi.

MATERA: Piantamura, Marino, Lampugnani, Colella, Calvani, Mastromarino, Pirolo, Quero, Strippoli, Hysai, Taccogna.
A disp.: Fortunato, Casucci, Pellegrino, Galeone, Sabalat, Cirelli, Colucci.
All.: Squicciarini.

UNICUSANO FONDI: Bartolelli, Ferazzoli, De Angelis, Gionta, Gnignera, Patriarca, Pascarella (20’st Giorgi), Pignetti, Di Giacomo (30’st De Lellis), Parisella L., Landolfi.
A disp.: Iannucci, Altobelli, Parasmo, Rossi, De Santis, Nugnes, Ciarmatore.
All.: Parisella.

Arbitro: Baldani della sezione di Policoro (Russo/Brindisi)

Nella decima giornata del Campionato “Dante Berretti”, l’Unicusano Fondi Calcio ha portato a casa l’ottava vittoria, vincendo in rimonta al “Gaetano Scirea” 4 a 2 sul Matera. Ad aprire le marcature, sono stati i padroni di casa, che sono andati a segno con Taccogna al 16’pt su tiro dalla lunga distanza e al 18’pt con Strippoli su calcio di rigore. Grande reazione da parte della formazione fondana, traversone dalla sinistra e Di Giacomo sul secondo palo di piatto anticipa tutti. Al 27’ fallo in area su Landolfi, sul dischetto Di Giacomo non sbaglia e realizza il gol del pareggio. Doppietta personale ed ottava rete stagionale per l’attaccante rossoblù. Passano pochi minuti ed arriva un altro fallo in area ai danni di Landolfi, altro calcio di rigore, ma stavolta è Parisella che dagli 11 metri calcia e sbaglia. Nella ripresa lo stesso Parisella si fa perdonare, realizzando il tre a due e Landolfi al 54’ cala il poker per l’Unicusano Fondi Calcio. La formazione di mister Parisella si mantiene sempre in vetta alla classifica, con 24 punti conquistati.

  • Pubblicato in Berretti

Berretti, Taranto - Matera 3-0

RETI: 2’ Galeandro (T), 19’ s.t. Cippone (T), 22’ s.t. Ranieri (T)

TARANTO: Russo; Pizzolante, Turco, Giunta, Battista, Di Coste, Boccadamo (1’ s.t. Girardi), Cazzetta (8’ s.t. Gatto), Ranieri, Cippone, Galeandro.
A disposizione: Minichini, Ciardo, Passiatore, Santeramo, Perricelli, Galante, Marsella, Palmisano, Sebastio.
Allenatore: Cosimo Recchia

MATERA: Piantamura; Colella (22’ s.t. Sabalat), Lampugnani, Hysai, Angelastri, Calvani, Pirolo, Quero (37’ s.t. Gallo), Dellino, Fresa (16’ s.t. Cirelli), Strippoli.
A disposizione: Ranieri, Casucci, Marino, Gigante, De Rosa, Galeone.
Allenatore: Pasquale Squicciarini


AMMONITI: Pizzolante, Turco, Giunta (T), Sabalat (M)
ESPULSI: Dellino e Sabalat (M) al 40’ p.t. e al 39’ s.t.
CORNER: 2-3
ARBITRO: Stefano Notaro della sezione di Lecce; assistenti Riccardo Matteo e Gianluca Cagnazzo di Lecce
RECUPERO: 1’ p.t., 3’ s.t.

Debutto da sogno per il neo-tecnico della Berretti del Taranto, Mimmo Recchia. Il team rossoblù infligge infatti una pesante sconfitta per 3-0 al Matera al “Comunale” di Statte e conquista più che meritatamente i tre punti. Il primo gol giunge dopo appena due minuti di gioco: Galeandro controlla la sfera e sfodera un gran sinistro sotto l’incrocio. Il raddoppio ionico è siglato da Cippone, che al 19′ della ripresa sfrutta a dovere una verticalizzazione del subentrato Girardi e stende il portiere Piantamura. Tre minuti più tardi è Ranieri a chiudere i conti; il calciatore tarantino firma il tris concretizzando nel migliore dei modi un’imbeccata di Cippone. Da segnalare anche una doppia espulsione in casa Matera comminata ai calciatori Dellino e Sabalat, rispettivamente al 40′ della prima frazione e al 39′ del secondo tempo. La terza vittoria consecutiva tra le mura amiche permette al Taranto di salire a quota 9 punti in classifica. La compagine rossoblù ritornerà in campo il prossimo 5 novembre, quando farà visita al Melfi.
Queste le dichiarazioni post-gara rilasciate dal tecnico Mimmo Recchia: “E’ un onore per me sedere su questa panchina, sono molto felice di far parte di una società importante. Non posso che ringraziare il presidente Zelatore e il vice Bongiovanni per l’opportunità concessami. Per quanto riguarda la partita, il risultato positivo è frutto soprattutto del lavoro svolto da mister Fabio Prosperi; io ci sto mettendo del mio, ma senza fare stravolgimenti”.

  • Pubblicato in Berretti

Fase Finale Campionato Berretti quarti di finale: Matera - Catania 0-2

MATERA-CATANIA 0-2

Rete: pt 16° Rizzo; st 10° Napolitano


MATERA: Plantamura; Delvino (25°st Antonacci), Pastore (14°st Quero), Ostuni, Battista, Ludovico, Sciacovello, Vispo, Dammacco, Morra (22°st Cassano), Petitti.
A disposizione: Riglietti; Lisi, Hysaj, Gissi, Chiapparino, Camporeale, Colella, Marcellino.
Allenatore: Di Domenico.


CATANIA: Biondi C.; Biancola, Dadone, Di Grazia, Longo, Bonaccorsi, Di Stefano, Schisciano, Napolitano (32°st Fulvi), Rizzo (14°st Migliaccio), Graziano (43°st Noce).
A disposizione: Spataro; Papaserio, Biondi K., Santoro, Asero.
Allenatore: Pulvirenti.


AMMONITO: Antonacci (M), Di Grazia (C).
ARBITRO: Valiante di Salerno.
ASSISTENTI: Bianchini di Cesena e Sbrescia di Castellammare di Stabia.

 

Grazie ad una prestazione impeccabile, caratterizzata dall'ormai ben nota qualità individuale e collettiva, dalla giusta lucidità e dall'eccellente continuità dell'espressione calcistica anche sul piano psico-fisico, la Berretti del Catania espugna il Centro Sportivo "Gaetano Scirea" di Matera e, per effetto del 2-0 inflitto alla pur valida compagine lucana, taglia lo storico traguardo dell'accesso alla final four. In semifinale, giovedì alle 17.30 al "Salaria Sport Village" di Roma, i giovani rossazzurri sfideranno in gara unica l'Arezzo. L'ottava vittoria esterna stagionale, pesantissima, è giunta oggi per effetto di una ritrovata efficacia in fase offensiva, scandita da un gol per tempo, e dalla consueta affidabilità in fase difensiva: dodicesima gara conclusa senza reti al passivo. Già in avvio, Catania padrone della scena: al 10° Longo colpisce di testa ed Ostuni "spazza" in prossimità della linea; al 15° Plantamura para la conclusione di Di Stefano. Al 16°, il vantaggio: Graziano ruba palla e lancia Rizzo, che supera un avversario prima e spiazza il portiere avversario poi. Per Alessio, catanese doc, è il nono centro in questo torneo. Il Matera reagisce con Petitti, che colpisce il palo, ma la squadra guidata da Pulvirenti potrebbe raddoppiare già al 34°: Napolitano non trova il tempo per la stoccata risolutiva, Rizzo tiene vivo l'attacco e conclude, Battista respinge in extremis. Attento nelle chiusure e veloce nelle ripartenze, il Catania gestisce senza patemi i tentativi dei padroni di casa nel finale della prima frazione, affidati a Petitti e Morra. Nella ripresa, quasi un monologo rossazzurro; già al 10°, stupenda "invenzione" di Rizzo che libera Napolitano: diagonale perfetto, palo interno e rete, la quarta stagionale per l'attaccante di Caltagirone. Biancola e compagni pensano soltanto a giocare, non calcolano e non amministrano ma corrono ed insistono: Plantamura devia in angolo una punizione di Di Stefano, Migliaccio, Fulvi e Schisciano sfiorano il tris. Il solito Petitti prova a tenere vive le speranze del Matera ma al 37° colpisce la parte esterna della traversa ed al primo minuto di recupero trova sulla sua strada un prodigioso Cristian Biondi, che tiene inviolata la sua porta e risparmia ai suoi qualsiasi apprensione. Al triplice fischio, esultanza genuina e meritata: grande e legittimo orgoglio per questi ragazzi, spicca la qualità del lavoro di chi quotidianamente si dedica alla crescita dei giovani calciatori del Catania. La vittoria dell'intelligenza, del cuore e del talento targato "Berretti" ripaga l'intero Settore Giovanile diretto da Massimiliano Borbone.
uff stampa Catania

 

Fase Finale Campionato Berretti quarti di finale: Catania - Matera 0-1

CATANIA-MATERA 0-1

Rete: st 24° Dammacco.


CATANIA: Biondi C.; Biancola, Dadone (45°st Migliaccio), Schisciano, Longo, Bonaccorsi, Di Stefano, Di Grazia (36°st Biondi K.), Graziano, Rizzo, Fulvi (20°st Napolitano).
A disposizione: Spataro, Ciciulla; Noce, Santoro, Asero.
Allenatore: Pulvirenti.



MATERA: Plantamura; Delvino, Pastore, Donnola, Antonacci, Ludovico, Sciacoviello, Vispo (36°st Quero), Dammacco, Morra (22°st Cassano), Petitti (45°st Colella). A disposizione: Ranieri; Lisi, Hysaj, Gissi, Camporeale, Marcellino, Serino.
Allenatore: Di Domenico.



AMMONITI: Dadone e Bonaccorsi (CT); Dammacco, Delvino e Donnola (M).
ESPULSO: Donnola al 79° per somma di ammonizioni.
ARBITRO: Capone di Palermo.
ASSISTENTI: Ruggero e Guddo di Palermo.


Il Matera si aggiudica il primo round del doppio confronto con il Catania nei quarti di finale del torneo Berretti: la rete di Dammacco premia i lucani ma la prestazione dei rossazzurri, a lungo padroni della scena, avrebbe meritato miglior fortuna. Già nella fase finale della prima frazione, dopo un avvio caratterizzato dall'ottimo contegno tecnico-tattico e dalla supremazia territoriale (soltanto sporadicamente interrotta dalle ripartenze dei lucani), il Giovane Elefante ha collezionato occasioni importanti per sbloccare la partita: al 39° guizzo e gran botta di Rizzo, Plantamura riesce a respingere lateralmente, Graziano prova ad incrociare sul palo opposto con il portiere fuori casa ma non trova la porta; sugli sviluppi dell'azione Longo, di testa, non centra il bersaglio. Poco dopo, bella iniziativa e potente conclusione sul primo palo di capitan Biancola: il portiere ospite si rifugia in angolo. Nella ripresa, dopo una buona partenza del Matera, copione immutato ed opportunità in serie per la formazione allenata da Giovanni Pulvirenti: al 12°, eccellente assist di Rizzo per Fulvi, che calcia a colpo sicuro da posizione favorevolissima ma non inquadra la porta; al 21° Rizzo costringe Plantamura alla respinta imperfetta, Di Stefano tenta il tap-in di testa ma la sfera finisce sul fondo; al 22° Di Stefano prova a riscattarsi e conclude bene ma trova sulla sua strada nuovamente l'attento numero 1 dei rivali. Una gara dominata ma stregata riserva, al 24°, il classico fulmine a ciel sereno: Dammacco raccoglie un pallone in area e sfrutta l'occasione, 0-1. Il Catania, maturo e determinato, insiste; al 28° Napolitano giunge in tempo sul secondo palo, chiudendo lo schema su palla inattiva, ma conclude a lato. Dopo l'espulsione di Donnola per somma di ammonizioni (79°), il Matera si rinchiude nella propria metà campo e riparte: il Catania generosamente proteso in avanti rischia sui veloci contropiede ospiti, insidiosi con Dammacco vicino al raddoppio in diagonale e poi fermati da un bel ripiegamento del rossazzurro Migliaccio. Le ultime chances per la squadra dell'Elefante giungono invece al 39°, con Kevin Biondi anticipato d'un soffio prima della scivolata vincente, ed al 42°, con la punizione di Di Stefano non lontana dall'incrocio. Al triplice fischio matura la sconfitta ma questo Catania ha ancora qualità e possibilità per conquistare la qualificazione alla semifinale: sabato 4 giugno, appuntamento decisivo a Matera.

 

  • Pubblicato in Berretti

Fase Finale Campionato Berretti, ottavi di ritorno: Matera - Pisa 2-1

Marcatori: pt. 26’ Micchi (Pi) st 8’ Morra, 38’ Dammacco

MATERA: Plantamura, Delvino, Pastore (st 32’ Antonacci) Ostuni, Battista, Ludovico, Sciacoviello (st 39’ Hysai), Vispo, Dammacco, Morra (st 36’ Cassano) Petitti
A disposizione: Riglietti, Antonacci, Lisi, Quero, Hysai, Gissi, Cassano, Chiapparino, Morga, Camporeale, Serino, Marcellino.
All. Fabio Di Domenico

PISA: Borgherini , Baldassarri, Favale, Baronti, Licceti, Raffaeta, Nenconi (st 14’ Negozio), Giannardi, Micchi (st 41’ Filanti), D’angina, Kenzo (st. 41’Caselli).
A disposizione: Puleo, Caselli, Filanti, Lores Varela, Negozio.
All. Di Legge Virgilio

Arbitro: Riccardo Panarese Sez Lecce

 

Vince il Matera e approda ai quarti di finale. Gara non facile contro il Pisa 1909 resa ancora più difficile del forte vento che ha caratterizzato l’incontro. Mister Di Domenico ha messo in campo un unidici pronto ad azzannare l’undici nero/ azzurro. Dammacco prima Sciacoviello e Petitti dopo mancavano di poco il bersaglio.
Al 26’ Pisa in vantaggio con Micchi abile a sfruttare uno svarione difensivo. Il Matera cercava il pareggio da subito il pari che non arrivava. Al riposo con gli ospiti in vantaggio.
Ripresa, subito Matera in avanti, Morra all’8’ pareggiava il conto 1 – 1. Pisa alla disperata ricerca del sorpasso. IL Matera macinava gioco e al 38’ Dammacco poneva fine all’incontro assicurando ai suoi il passaggio ai quarti di finale. Il finale era di marca Materana. Al triplice fischio esplodeva la gioia dei calciatori di casa e della tifoseria che assiepava sugli spalti.

  • Pubblicato in Berretti

Campionato Berretti: Matera - Akragas 2-1

Marcatori: st. 28’ Morra (Rig), 34’ st Gennaro, 48’ st Cassano

MATERA: Plantamura , Delvino , Lisi (st 11’Pastore), Donnola, Battista , Ludovico , Sciacoviello (st23’ Chiapparino),Ostuni ,Cassano , Morra (st 49’ Antonacci), Petitti
A disposizione: Riglietti, Antonacci, Pastore, Quero,Serino, Gissi, Altamore,, Chiapparino, Morga
Allenatore: Di Domenico (squalificato)

AKRAGAS: Incardona,Spadaro, Ferraro, Fanale, Blandi,Mzza, Contini, Giarruso, Grassadonia, Gennaro, Cacciatore.
A disposizione: Salzano, Pennino,Caruso, Minacori.
Allenatore:Miccichè


Arbitro: Boccarello Sez Policoto

 

Con una giornata di anticipo il Matera si è laureato Campione del proprio Girone ipotecando la prima piazza già dall’avvio del Campionato. Partiva subito in avanti la formazione di mister Di Domenico con gli isolani pronti a rintuzzare. La traversa nega la gioia del goal al 32’ a Petitti. Sciacoviello fa tutto bene ma la sfera usciva fuori di poco, al 36’. Morra batteva a rete con pallone a fil di palo a l43’.
Il primo tempo terminava a reti inviolate.
La seconda parte della contesa vedeva il direttore di gara il protagonista in senso negativo. Morra, Sciacoviello e company giocavano un buon calcio mettendo in seria difficoltà l’Akragas. Al 27’ spinta in area a Cassano calcio di rigore che Morra trasformava. Il vantaggio del Matera non spegneva gli ardori degli avversari. Al 34’ Signor Boccarello prima assegnava un calcio piazzato ai padroni di casa poi cambiava parere e lo assegnava agli ospiti, questi battevano il calcio di punizione velocemente e mettevano Gennaro in condizioni di battere Plantamura .
Minuti finali convulsi. 4’ il recupero al 38’ Petitti batteva ottimamente un calcio di punizione per Cassano che realizzava la rete del vantaggio.
Al triplice fischio esplodeva la gioia sia in campo che sugli spalti. Un plauso va dato alla tifoseria che ha accompagnato la squadra per l’intera stagione

  • Pubblicato in Berretti