Log in

 

Berretti Catania, mister Pulvirenti: "Qualificazione meritata"

Al termine della gara con la Fidelis Andria, valsa la qualificazione del Catania alla Final Four del campionato Berretti per la seconda stagione consecutiva. l'allenatore dei giovani rossazzurri Giovanni Pulvirenti osserva: "Oggi i ragazzi sono stati bravissimi a rimettersi subito in marcia, dopo il rigore e lo svantaggio: hanno evidenziato compattezza, credevano fermamente nella qualificazione ed hanno fatto tutto ciò che serviva. La qualificazione dell'anno scorso giunse forse un po' inattesa perché si trattava di un gruppo molto giovane, quest'anno arriva a coronamento di una notevole crescita individuale, primo obiettivo della società, divenuta sostanza della crescita collettiva. Credo che questa soddisfazione sia merito di un lavoro importante da parte dell'intero Settore Giovanile. Tutti i ragazzi chiamati in causa hanno dato un grande contributo. Pensiamo già alla semifinale: gara unica, gli episodi contano ancora di più e dobbiamo farci trovare pronti. Il motivo del mio allontanamento, nel finale? Non saprei, sono rimasto basito: ho solamente detto all'arbitro, che richiamava i componenti della nostra panchina già in piedi in attesa del fischio finale, che aveva ragione. Prendo atto e spero di poter essere in panchina, giovedì prossimo".

Fase Finale Campionato Berretti, Quarti di finale: Fidelis Andria - Catania 0-2

Marcatori: pt 34° Maccioni; st 5° Noce.

Al 6° del primo tempo, l'estremo difensore rossazzurro Spataro ha deviato in angolo il rigore calciato da Bottalico.

FIDELIS ANDRIA: Lullo; Spinelli, Paradiso (35°st Caponero), Imbriola, Paolillo, Guadagno, Maffei, Cfarku (28°st Piarulli), Di Cosmo, Lobascio (8°st Mongiello), Bottalico.
A disposizione: Ferrugine; Addario, Festa, D'Addato, Camporeale, Mastrippolito, Antonicelli, Correnti, Borracino.
Allenatore: Loseto.

CATANIA: Spataro; Longo, Manneh, Ferraù, Noce, Bonaccorsi, Maccioni, Di Stefano (30°st Condorelli), Napolitano, Rizzo (26°st Papaserio), Biondi (4°st Pantò).
A disposizione: Buemi; Giuffrida, Pannitteri, Calì.
Allenatore: Pulvirenti.


AMMONITI: Lullo e Paolillo (F)
ESPULSI: Spinelli al 49°st e Lullo al 51°st.
ARBITRO: De Santis di Lecce.
ASSISTENTI: Abagnara di Nocera Inferiore e Della Vecchia di Avellino.

La gara d'andata dei quarti di finale del campionato "Berretti" premia i giovani rossazzurri, capaci di espugnare lo stadio "Degli Ulivi" con un gol per tempo e centrare così il sesto successo consecutivo, dopo le ultime tre giornate della prima fase e le due partite del girone di qualificazione. Un risultato preziosissimo, in vista del ritorno, ed ampiamente meritato, nonostante il buon avvio degli avversari: già al 6°, Luigi Spataro devia in angolo il rigore calciato da Bottalico. Continui capovolgimenti di fronte, qualità ed equilibrio caratterizzano un match appassionante. Al 33°, Biondi impegna severamente Lullo, Maccioni riprende e realizza il gol del vantaggio con una bella conclusione da posizione defilata. In avvio di ripresa, Noce sigla il raddoppio inserendosi con tempismo ed efficacia sulla punizione laterale. Mister Pulvirenti commenta: "I ragazzi hanno fatto tutto ciò che era stato chiesto in settimana, mostrando compattezza, coesione, concretezza e capacità di fraseggio al momento giusto: meritano un elogio. Forse ci siamo abbassati un po' troppo nel finale, è stata una partita molto combattuta e probabilmente poteva starci ma è una traccia importante in vista della gara di ritorno. Tensione e concentrazione devono rimanere al massimo, perché la Fidelis Andria è una squadra molto forte: nelle due partite del girone di qualificazione ha realizzato ben otto gol, conta come noi sull'apporto di un buon numero di elementi che hanno già esordito in Lega Pro, ha qualità tecniche e sta bene fisicamente".

 

  • Pubblicato in Berretti

Qualificazioni Fase Finale Campionato Berretti, Lecce - Catania 0-3

Terza giornata

Marcatori: st 8° Rizzo su rigore, 22° Napolitano, 42° Papaserio.

LECCE: Foscarini; Mangione, Muci, Perrone, Pasculli (24°st Giglio), Cancelli, Lezzi, Mengoli (1°st Morra), Cortese (1°st Cavaliere), Maiolo, Rosafio.
A disposizione: Petrarca; Bolognese, Marra, Mosca.
Allenatore: Luperto.

CATANIA: Spataro; Longo, Manneh, Ferraù, Noce, Bonaccorsi, Maccioni, Di Stefano, Napolitano (40°st Pannitteri), Rizzo (25°st Papaserio), Biondi (10°st Pantò).
A disposizione: Manno; Indelicato, Costantino, Condorelli, Calì, Papaserio, Giuffrida.
Allenatore: Pulvirenti.


AMMONITI: Cavalieri (L) e Manneh (C).
ARBITRO: Ayroldi di Molfetta.
ASSISTENTI: Lacalamita e Viola di Bari.

Il Catania completa il cammino nel girone 5 della Fase Finale del torneo Berretti a punteggio pieno, imponendosi con tre gol di scarto a Lecce dopo aver superato tra le mura amiche la Paganese: i giovani rossazzurri conquistano così, brillando, l'accesso ai Quarti di Finale. Dopo un buon primo tempo a reti bianche, nella ripresa si registra una straordinaria accelerazione fin dalle battute iniziali: all'8°, Rizzo trasforma il rigore concesso per un fallo ai danni di Kevin Biondi; al 22°, Napolitano sfrutta il suggerimento di Maccioni e raddoppia; al 42°, infine, gloria per Papaserio al termine di una bella azione personale. Mister Pulvirenti commenta: "I meriti della qualificazione sono diffusi e voglio sottolineare, in particolare, l'affiatamento giusto tra tutti i ragazzi: piena sintonia con i compagni rientrati dalla prima squadra, ai quali sono stati offerti immediato supporto ed i consueti riferimenti. In questo senso, è stata fondamentale l'opera di Gaetano Bellia ed Antonio Torrisi, più che preziosi componenti dello staff tecnico: la compattezza, ad ogni livello, è il nostro valore aggiunto. La gara odierna è stata intelligente: attenzione e ripartenza nel primo tempo; piena espressione di gioco, legittimata dai gol, nella ripresa".

 

  • Pubblicato in Berretti

Qualificazioni Fase Finale Campionato Berretti, Catania - Paganese 2-1

Marcatori: st 7° Biondi, 19° Verdicchio, 22° Napolitano.

CATANIA: Manno; Giuffrida, Pantò, Ferraù (1°st Longo), Noce, Bonaccorsi, Pannitteri (17°st Calì), Maccioni, Napolitano (18°st Di Stefano G.), Rizzo, Biondi. 
A disposizione: Valenti; Indelicato, Condorelli, Papaserio, Costantino.
Allenatore: Bellia.

PAGANESE: Marone; Carotenuto, Marino, Cardone (14°st Verdicchio), Riccio, Sivero, Colonna (36°st Sburlino), Bernardini, Borrelli, Conte, Festa (14°st Stoia).
A disposizione: Paolella; Romano, Trotta, Califano, Cossentino, Punzo, Izzo, Pirozzi.
Allenatore: Matrecano.


Al 6° del primo tempo, Manno respinge il rigore calciato da Conte.
AMMONITI: Napolitano (C), Borrelli, Bernardini, Sivero e Verdicchio (P).
ARBITRO: Santoro di Messina.
ASSISTENTI: Guddo e Madonia di Palermo.

Catania-Paganese 2-1: con l'esordio da tre punti nel girone 5 della Fase Finale, i giovani rossazzurri confermano la lusinghiera statistica stagionale che nel 2016/17 li vede sempre vittoriosi a Torre del Grifo (undici successi in altrettanti incontri). Tra i protagonisti dell'incontro l'estremo difensore Manno, capace di respingere il rigore calciato da Conte al sesto minuto. I ragazzi guidati da mister Bellia sfiorano il vantaggio nella prima frazione con Pannitteri e Biondi, che firma una rete straordinaria al 12' della ripresa: conclusione indirizzata sul secondo palo e terzo gol stagionale del talentuoso attaccante. La reazione campana è immediata: Verdicchio controlla in corsa e sigla il provvisorio 1-1. Il Catania continua a manovrare e gioca con lucidità: al 22', altra invenzione di Biondi, stavolta uomo-assist per Napolitano, a segno per la quinta volta in questo torneo. Matura così un'affermazione tanto importante quanto meritata. Mister Bellia commenta: "Carattere, atteggiamento, intelligenza e qualità: è la vittoria del gruppo, i ragazzi sono stati particolarmente bravi a dosare le energie, considerato il gran caldo, e gli sviluppi di gioco sono stati davvero importanti. Loro giocavano con la ricerca della profondità costante, lanci lunghi e poca manovra: noi ci siamo adeguati alla perfezione e siamo ripartiti con efficacia. Abbiamo due settimane per preparare al meglio la sfida di Lecce, che sarà decisiva; oggi, però, è giusto e doveroso soffermarsi sui meriti di questi giovani, di chi gioca e di chi gioca meno".

 

Berretti, Catania - Paganese 2-1

Marcatori: pt 8° Napolitano, 18° Napolitano; st 32° Punzo.

CATANIA: Spataro; Florio, Pantò, Ferraù, Noce, Giuffrida, Pannitteri, Papaserio, Napolitano, Condorelli, Biondi.
A disposizione: Manno; Indelicato, Algiati, Arena, Di Stefano G., Costantino, Calì.
Allenatore: Bellia.

PAGANESE: Paolella; Romano, Trotta, Festa, Califano, Cossentino, Pirozzi, Bernardini, Stola, Conte, Sperati.
A disposizione: Marone; Carotenuto, Riccio, Marino, Cardone, Colonna, Borrelli, Sivero, Punzo.
Allenatore: Matrecano.


AMMONITI: Biondi (C), Cossentino e Conte (P).
ARBITRO: Mirabella di Acireale.
ASSISTENTI: Lauretta e Lisa di Ragusa.

La Berretti del Catania si aggiudica lo scontro diretto con la Paganese e conclude al secondo posto, con 45 punti, il cammino nel girone E: il 2-1 inflitto alla formazione campana vale il tredicesimo successo in questo campionato, decima vittoria in 10 gare giocate a Torre del Grifo, per un formidabile en-plein casalingo. Francesco Napolitano firma nel primo tempo la doppietta che indirizza l'incontro, i rossazzurri collezionano numerose opportunità ma non realizzano il terzo gol e gli ospiti ravvivano il match nel finale, con il gol di Punzo. Mister Bellia commenta: "I ragazzi sono stati encomiabili per attenzione e qualità: abbiamo avuto un buon possesso palla, realizzato ottime verticalizzazioni e giocato con grande intensità. Il successo è meritato, potevamo chiuderla prima e nel finale abbiamo avuto un leggero calo, non allarmante. Mi è piaciuto molto lo spirito di squadra ed è stato bellissimo constatare anche la partecipazione emotiva, prima del fischio d'inizio, dei ragazzi aggregati oggi alla prima squadra".

  • Pubblicato in Berretti

Berretti, Vibonese - Catania 1-2

Marcatori: st 17° Angotti (V), 33° Calì, 45° Pannitteri.

VIBONESE: Barbieri; Forgione (25°st Parrello), Bellocco, La Gamba, Zavaglia (44°pt Molinaro), Maragò, Pugliese, Zagari, Tamiro, Angotti, Di Renzo (12°st Crupi).
A disposizione: Cimato: Araco, Domenichini, Staropoli, Caridi, Lanzo, Di Santo, Trovato, Infusino.
Allenatore: Bruni.

CATANIA: Spataro; Florio (21°st Pannitteri), Pantò, Ferraù, Noce, Bonaccorsi, Napolitano, Papaserio (18°st Calì), Di Stefano G. (28°st Costantino), Condorelli, Biondi.
A disposizione: Manno, Giuffrida, Indelicato, Berti.
Allenatore: Bellia.


AMMONITI: Angotti, Maragò e Zagari (V), Papaserio (C).
ARBITRO: Azzarà di Reggio Calabria.
ASSISTENTI: Fanara e Lanzillotta di Cosenza.

La Berretti rossazzurra colleziona la dodicesima vittoria in questo campionato, terza fuori casa, completando una rimonta convincente meritata. Gara caratterizzata da molte occasioni, per i ragazzi guidati da mister Bellia, fin dal primo tempo, chiuso a reti bianche. Nella ripresa,calabresi in vantaggio con Angotti nell'unica ripartenza realmente insidiosa. Il pareggio arriva con un puntale tap-in di Calì sulla conclusione di Biondi respinta da Barbieri. Al 90° Pannitteri firma il sorpasso al termine di un'azione rocambolesca, con un palo e una traversa. Tra le note salienti del match, anche un palo colpito da Biondi. Mister Bellia commenta: "Sono contento per i ragazzi, oggi era molto importante riuscire a vincere e la vittoria è arrivata in rimonta, con una grande reazione. Abbiamo giocato ed attaccato con la giusta continuità, collezionando molte occasioni. Ad una buona qualità, abbiamo saputo abbinare le giuste verticalizzazioni. Sabato prossimo, dovremo fare altrettanto contro la Paganese per concludere il girone al secondo posto".

 

  • Pubblicato in Berretti

Berretti Catania, 18 giovani rossazzurri convocati per la partita con la Vibonese

Al termine di un'intensa seduta d'allenamento, svolta nel pomeriggio a Torre del Grifo, l'allenatore Gaetano Bellia ha convocato 18 giovani calciatori in vista di Vibonese-Catania, incontro valido per la ventunesima giornata del Campionato Nazionale "Dante Berretti" ed in programma sabato 15 aprile, alle 15.00, allo stadio "Luigi Razza" di Vibo Valentia.

Questi gli atleti a disposizione:

Portieri: Manno (classe 2000), Spataro ('99).

Difensori: Berti (2000), Bonaccorsi ('98), Florio (2000), Giuffrida ('99), Indelicato ('99), Noce ('99), Pantò ('99).

Centrocampisti: Calì ('99), Condorelli ('99), Ferraù ('98), Pannitteri ('99), Papaserio ('99).

Attaccanti: Biondi ('99), Costantino ('99), Di Stefano G. (2000), Napolitano ('99).

 

  • Pubblicato in Berretti

Berretti, Catania - Juve Stabia 1-0

Marcatore: st 40° Rizzo.

CATANIA: Spataro; Florio, Pantò, Ferraù, Noce, Bonaccorsi, Papaserio, Maccioni (15°st Napolitano), Di Stefano (42°st Costantino), Rizzo, Biondi (47°st Indelicato). A disposizione: Manno; Condorelli, Pannitteri, Calì, Giuffrida, Arena.
Allenatore: Bellia.

JUVE STABIA: Sorrentino A.; Rubino, Scognamiglio, Mauro, Bisceglia, Borrelli, Sorrentino F., Vecchione (1°st Spavone), Langella (21°st Procida), Servillo, Del Prete (21°st Chirullo). A disposizione: Riccio e Matassa.
Allenatore: Panico.

AMMONITI: Maccioni e Papaserio (C), Bisceglia e Servillo (J).
ARBITRO: Mattace Raso di Messina.
ASSISTENTI: Urzì e Zocco di Siracusa.

La Berretti del Catania piega la Juve Stabia con pieno merito ma soltanto nel finale, al termine di una gara vibrante e divertente: confermata la "legge di Torre del Grifo", giovani rossazzurri fin qui sempre vittoriosi tra le mura amiche, cade anche la capolista reduce da otto affermazioni consecutive. L'undicesimo successo in questo campionato reca la firma di Alessio Rizzo, 11 gol nel torneo in corso. Già nel primo tempo, consistente collezione di occasioni da rete: Rizzo, Ferraù, Noce e Maccioni sfiorano il vantaggio. In avvio di ripresa tocca a Spataro correggere oltre la traversa, con una splendida deviazione, il pallonetto di Del Prete. Segue un monologo rossazzurro: il diagonale di Maccioni sembra destinato in fondo al sacco ma, a portiere battuto, un salvataggio sulla linea nega il gol; Bonaccorsi prima e Biondi poi ci provano di testa; Papaserio timbra la traversa e finalmente, a 5 minuti dal termine, Rizzo supera Sorrentino e realizza l'1-0. Mister Bellia commenta: "Dopo i primi venti minuti di studio abbiamo cominciato a creare tanto e, avendo trovato le giuste contromisure, alla capolista abbiamo concesso pochissimo, soltanto un tiro in pota nell'arco di tutta la gara. Tutti i ragazzi sono stati eccezionali e la vittoria è meritata: i complimenti sono meritati anche per l'intensità: è stata una partita molto dispendiosa sul piano delle energie fisiche e mentali. In questo senso, vorrei sottolineare l'eccellente lavoro del nostro preparatore atletico Antonio Torrisi".