Log in

 

Berretti, Catania - Catanzaro 2-1

In evidenza Berretti, Catania - Catanzaro 2-1

Marcatori: st 7° Rizzo su rigore, 9° Rizzo, 48° Papa su rigore.

CATANIA: Spataro; Florio, Noce, Di Stefano D., Longo, Bonaccorsi, Di Stefano G., Maccioni (41°st Papaserio), Napolitano, Rizzo (33°st Ferraù), Biondi (30°st Indelicato).
A disposizione: Manno; Pantò, Giuffrida, Pannitteri, Costantino, Condorelli.
Allenatore: Bellia.

CATANZARO: Rizzitano; Campagna, Cardamone, Cocuzza, Talotta, Macagnone, Nesticò, Corsaro, Fania, Lanza, Nicotera.
A disposizione: Pellegrino; Di Marco, Milito, Piacente.
Allenatore: Paschetta.

AMMONITI: Di Stefano G. e Napolitano (CT), Fania (CZ).
ESPULSO: Fania al 16° st.
ARBITRO: Franzò di Siracusa.
ASSISTENTI: Zocco e Runza di Siracusa.

La Berretti del Catania piega il Catanzaro nella ripresa, con una prestazione ancor più convincente di quanto evidenziato dal 2-1 finale, e rinsalda il secondo posto nel girone. Il decimo successo stagionale dei giovani rossazzurri reca la firma di Alessio Rizzo, autore di una doppietta e da oggi in doppia cifra: 10 gol, 5 su rigore. Confermata la lusinghiera statistica relativa al fattore campo: dall'inizio del torneo, Longo e compagni sempre vittoriosi tra le mura amiche. Già nel primo tempo, Catania vicino al gol con Gianmarco Di Stefano, Maccioni e Biondi al termine di azioni manovrate ma anche con Davide Di Stefano e Rizzo su punizione. Nella ripresa, Davide Di Stefano subisce un fallo in area e Rizzo trasforma il relativo rigore; poco dopo, il fantasista raddoppia con una conclusione precisa. Il Catania sfiora il terzo gol ma il Catanzaro, in dieci nel finale, ha un moto d'orgoglio con il guizzo di Campagna (ottima risposta di Spataro) e con il rigore trasformato da Papa in pieno recupero. Mister Bellia, all'esordio, osserva: "Voglio anzitutto ringraziare la società, il Responsabile del Settore Giovanile Alessandro Failla e mister Giovanni Pulvirenti, che per me è una figura fondamentale per i valori tecnici ed umani. I ragazzi, oggi, sono stati eccezionali nello sviluppo del pensiero comune. Nel primo tempo abbiamo sbagliato qualcosa nell'ultimo passaggio, nel secondo siamo stati più precisi e determinati. È stato un successo meritato e convincente".