Log in

 

Allievi Nazionali Under 17 A e B: Roma - Ascoli 5-0

Marcatori: 5' Cappa (AS Roma), 14' Cappa (AS Roma), 35' Valeau (AS Roma), 56' Cappa (AS Roma), 73' Olivetti (AS Roma).

AS ROMA (3-4-3) : Adorni (41' Pagliarini); Kastrati (41' Visconti), Ciofi, Cargnelutti (56' Rizzi); Petruccelli (50' Rares Flueras), Spirito (56' Amadio), Marcucci, Valeau; Brignola (64' Sabatini), Cappa, Squerzanti (50' Olivetti).
A disp.: Omic, Paolella.
All.: Toti.

ASCOLI PICCHIO FC 1898 (4-3-1-2) : Di Berardino; Beati (41' Federico), Tassotti (50' Caddeo), Baraboglia (C), Di Sabato; Clerici, Capponi (41' Bruni), Mataloni; Cichella (41' Paglialunga); Castrichini (50' Crescenzi, 79' Doci), Liberati (56' Galderisi).
A disp.: Maroncelli (GK), Cocchieri.
All.: Cerasi.

Arbitro: Sig. Davide Di Marco di Ciampino.
Ammoniti: 64' Visconti (AS Roma).
Espulsi: nessuno.
Note: recupero 2'pt,3'st. Calci d'angolo: 4-1. Temperatura: 20°.
Spettatori: 300 circa.

CRONACA LIVE DELLA PARTITA

SECONDO TEMPO
80+3' - Termina a Trigoria (RM). La Roma vince per 5-0 contro l'Ascoli nella 26ª giornata del Girone C della fase a gironi eliminatori del Campionato Nazionale Under 17 Serie A e B 2015/2016.
79' - Settimo cambio Ascoli: esce Crescenzi, entra Doci.
73' - GOL ROMA!!! Cappa, dal vertice destro dell'area di rigore avversaria, serve con l'esterno sinistro Olivetti che, dopo un ottimo controllo a limite dell'area piccola bianconera, scaglia un violentissimo destro sotto la traversa non lasciando all'estremo difensore avversario Di Berardino il tempo di intervenire efficacemente.
72' - Amadio, dopo essersi accentrato dalla sinistra, calcia a rete dal limite dell'area di rigore avversaria. Il destro del numero 17 giallorosso è murato dalla maglie della retroguardia avversaria.
70' - Sugli sviluppi di un corner dalla destra, il pallone arriva Ciofi che, posizionato a centro area, calcia a rete di prima intenzione. Il sinistro al volo del numero 5 giallorosso termina a lato alla sinistra della porta avversaria.
69' - Bruni, dal vertice destro dell'area di rigore giallorossa, calcia a rete. Il destro del numero 17 bianconero termina alto sopra la traversa.
64' - Settimo cambio Roma: esce Brignola, entra Sabatini.
64' - Ammonito Visconti nella Roma per una vistosa trattenuta ai danni di Bruni a centrocampo.
58' - Bruni, posizionato nei pressi del vertice destro dell'area di rigore giallorossa, calcia a rete. Il destro del numero 17 bianconero termina a lato alla sinistra della porta avversaria.
57' - Cambi da ambo le parti. Nella Roma: escono Cargnelutti e Spirito, entrano Rizzi e Amadio. Nell'Ascoli: esce Liberati, entra Galderisi.
56' - GOL ROMA!!! Olivetti, dopo aver controllato un pallone all'altezza della trequarti bianconera, serve con un delizioso lob il profondità Cappa che, dopo un bel controllo a seguire, salta il diretto avversario e, dal limite dell'area di rigore avversaria, calcia a rete. Il destro rasoterra ad incrociare del numero 9 giallorosso si infila all'angolino basso alla sinistra della porta avversaria sancendo la tripletta di Cappa.
50' - Cambi da ambo le parti all'intervallo. Nella Roma: escono Squerzanti e Petruccelli, entrano Olivetti e Rares Flueras. Nell'Ascoli: escono Tassotti e Castrichini, entrano Caddeo e Crescenzi.
49' - Calcio di punizione dai 25m, leggermente spostato sulla sinistra, calciato con il destro da Marcucci. Il destro a giro del numero 6 giallorosso è deviato dalla barriera in corner alla sinistra della porta avversaria.
48' - Valeau, dalla fascia sinistra all'altezza dei 20m, crossa al centro per Spirito che, di testa, conclude a lato alla sinistra della porta avversaria.
47' - Brignola, dai 25m, serve un preciso rasoterra filtrante per Cappa che, dal dischetto del calcio di rigore bianconero, calcia a rete. Il tocco di punta con il mancino del numero 9 giallorosso supera l'uscita bassa dell'estremo difensore avversario Di Berardino prima che, a pochi passi dalla linea di porta, salvi tutto Tassotti in scivolata con il destro.
41' - Inizia la ripresa. Batterà l'Ascoli.
41' - Cambi da ambo le parti all'intervallo. Nella Roma: escono Adorni e Kastrati, entrano Pagliarini e Amadio. Nell'Ascoli: escono Beati, Capponi e Cichella, entrano Federico, Bruni e Paglialunga.

PRIMO TEMPO
40+2' - Termina il primo tempo. La Roma conduce per 3-0 sull'Ascoli all'intervallo.
35' - GOL ROMA!!! Brignola, dal lato corto destro dell'area di rigore bianconera, crossa al centro per Valeau che, sfruttando una clamorosa indecisione della coppia di difensori centrali avversari e del portiere, realizza, con il mancino al volo, il tap in del 3-0 giallorosso trafiggendo Di Berardino.
34' - Petruccelli, dal limite dell'area di rigore avversaria, calcia a rete. La conclusione del numero 10 giallorosso termina a lato alla destra della porta bianconera.
33' - Percussione palla al piede da parte di Petruccelli che, dall'intersezione destra della lunetta con il limite dell'area di rigore bianconera, calcia a rete. Il sinistro rasoterra del numero 10 giallorosso è bloccato a terra dall'ottimo intervento in tuffo da parte di Di Berardino sulla sua sinistra.
27' - Marcucci, dopo essersi accentrato dal vertice sinistro dell'area di rigore avversaria, calcia a rete. Il destro del numero 6 giallorosso termina di poco alto sopra il sette alla sinistra della porta bianconera.
26' - Bell'affondo di Cappa sulla fascia destra che, dal vertice destro dell'area di rigore bianconera, serve un preciso rasoterra per l'accorrente Marcucci, il quale, dal limite dell'area di rigore avversaria, calcia a rete di prima intenzione. Il destro del numero 6 giallorosso è murato dalle maglie della retroguardia avversaria.
22' - Bella giocata di Cappa che, dopo una pregevole veronica, entra in area di rigore avversaria e, dai pressi del vertice destro dell'area piccola bianconera, calcia a rete. Il destro ad incrociare del numero 9 giallorosso termina di pochissimo a lato sul secondo palo.
21' - Tentativo dai 25m da parte di Spirito. Il destro del numero 8 giallorosso è bloccato centralmente da un attento Di Berardino.
20' - Brignola, servito nei pressi del vertice destro dell'area piccola bianconera, calcia a rete. La conclusione del numero 11 giallorosso termina alta a lato alla destra della porta avversaria.
18' - PALO ROMA!!! Squerzanti, dopo essersi liberato di un avversario con un pallonetto a limite dell'area di rigore avversaria, controlla il pallone portandoselo sul destro e, dopo aver vinto un rimpallo all'altezza del dischetto del calcio di rigore bianconero, calcia a rete. Il destro a giro del numero 7 giallorosso si stampa sual palo alla destra della porta avversaria poco sotto il sette.
17' - Petruccelli, posizionato a limite dell'area di rigore avversaria, calcia a rete. Il destro a giro del numero 10 giallorosso termina di poco alto a lato alla destra dell'incrocio della porta bianconera.
15' - Tentativo dai 25m in posizione centrale da parte di Brignola. La conclusione del numero 11 giallorosso termina alta sopra la traversa.
14' - GOL ROMA!!! Cappa, dopo aver intercettato un pallone perso da Tassotti, punta l'area di rigore avversaria e, giunto all'altezza dell'intersezione della lunetta con il limite dell'area di rigore avversaria, calcia a rete. Il mancino a mezz'altezza ad incrociare del numero 9 giallorosso si infila all'angolino basso alla destra della porta avversaria.
10' - Tentativo dai 25m da parte di Liberati. Il destro del numero 7 bianconero è bloccato centralmente da un attento Adorni.
7' - Castrichini, dopo aver dribblato l'estremo difensore giallorosso Adorni sulla sinistra, controlla il pallone sulla linea di fondo e, dal lato corto sinistro dell'area piccola avversaria, serve un preciso rasoterra per l'accorrente Mataloni che, dal dischetto del calcio di rigore giallorosso, calcia a rete. Il destro rasoterra del numero 11 bianconero termina a lato alla destra della porta avversaria.
5' - GOL ROMA!!! Petruccelli, dalla fascia destra all'altezza della trequarti bianconera, pennella un cross per l'ìnserimento sul primo palo di Cappa che, nei pressi del vertice destro dell'area piccola avversaria, conclude a rete. Il colpo di testa del numero 9 giallorosso non lascia alcuno scampo a Di Berardino insaccandosi alla destra della porta avversaria.
4' - Mataloni, dalla fascia sinistra all'altezza della trequarti giallorossa, calcia a rete. Il mancino del numero 11 bianconero è bloccato in due tempi da un attento Adorni.
Calcio d'inizio. Batterà l'Ascoli.
vocegiallorossa

  • Pubblicato in Under 17

Campionato Berretti: Martina Franca - Casertana 1-2

RETI: 1’ st e 35’ st Perfetto (C), 40’ st Mizzi (M).

MARTINA FRANCA: Zambretti, Semeraro, Mizzi, Salamino (30’ st Cariolo), Fiume (30’ st Curri), D’Agnano, Calabrese, Fonte, Tommasi (17’ st Marchitelli), Cardore, Satalino.
A disp.: Di Benedetto, Somma, Battaglino.
All. Marasciulo

CASERTANA: Manzi, Iazzetta, Senzio, Sorrentino, Zanfardino, D’Ursi, Maietta, Ingenito (11’ st Castaldo), Filogamo (45’ st Di Franco), Perfetto, Solimene (1’ st De Filippo).
A disp.: Signoriello, Di Maso, Zaccariello, Marra, Murazio, Giorgio.
All. Troise

NOTE: Espulso Manzi (C).
Ammoniti: Sorrentino, D’Ursi, Ingenito, Solimene e De Filippo (C), Semeraro, D’Agnano, Fonte, Tommasi, Cardore e Cariolo (M).

Tre su tre. Dopo Allievi e Giovanissimi, anche la Berretti della Casertana conquista i play-off. I falchetti vincono 2-1 in casa del Martina Franca e centrano, matematicamente e con una giornata di anticipo, la seconda fase. Un traguardo importante per la squadra di mister Troise, sempre tra le protagoniste del girone. Con la vittoria messa a segno in Puglia grazie alla doppietta di Perfetto, la Casertana balza al secondo posto. Nell’ultima giornata i falchetti affronteranno a Marcianise la capolista Matera.

  • Pubblicato in Berretti

Campionato Berretti: Catania - Cosenza 0-0


CATANIA: Biondi C.; Migliaccio, Dadone, Longo, Biancola, Bonaccorsi, Di Stefano (48°st Di Grazia), Schisciano, Graziano (48°st Papaserio), Rizzo, Fulvi (22°st Napolitano).
A disposizione: Spataro, Ciciulla; Noce, Spampinato, Santoro, Biondi K., Asero.
Allenatore: Pulvirenti.


COSENZA: Bellenza; Novello, Zuccarelli (26°st Mazza), De Luca, Di Somma, Canonaco, Bilotta (19°st Stranges), Minardi, Trombino, Gaudio (13°st Collocolo), Vutov.
A disposizione: Pellegrini; Pisani, Aloisi, Paura.
Allenatore: Principato.


AMMONITI: Longo (CT); Canonaco e Mazza (CS).
ARBITRO: Merendino di Messina.
ASSISTENTI: Wissan Saab di Acireale e Raspanti di Catania.


Contro un avversario formidabile come il Cosenza strabiliante del girone di ritorno, la Berretti del Catania ottiene un pareggio (il sesto stagionale) mantenendo inviolata la porta per l'undicesima volta in questo campionato: lo 0-0 finale vale il terzo posto in classifica ad una giornata dalla conclusione del girone e soprattutto la certezza della qualificazione alla fase ad eliminazione diretta; il Giovane Elefante merita complimenti e congratulazioni. Mister Pulvirenti commenta: "Abbiamo affrontato un avversario più esperto, fisicamente molto forte e determinato: i nostri ragazzi sono stati bravi nell'interpretazione della gara, rispondendo prontamente e positivamente in tutte le fasi più importanti, contro nazionali under 21 come Vutov ed altri giocatori più rodati con esperienza in Lega Pro. Abbiamo sofferto un po' ed era in qualche modo inevitabile, contro la capolista del girone di ritorno, ma abbiamo messo in difficoltà l'avversario con la nostra applicazione ed il senso del collettivo che denota una crescita individuale, costruendo numerose opportunità di rilievo. Avremmo potuto vincere, il pareggio è comunque un risultato giusto. La società ha scelto sapientemente un'età media più bassa rispetto alle altre formazioni e questo ha agevolato la crescita dei ragazzi. La qualificazione è un premio meritato, rappresenta una grande soddisfazione in un contesto caratterizzato da un'età anagrafica ben diversa: la nostra è la Berretti più giovane di questo girone e, tra le qualificate, la più giovane d'Italia. Merito dei ragazzi, un grazie allo staff. Non vogliamo fermarci qui e vogliamo continuare a scrivere la nostra storia".
uff stampa Catania

 

 

  • Pubblicato in Berretti

Campionato Berretti: Ischia Isolaverde - Virtus Lanciano 1-0

MARCATORE: 20’ p.t. Romano (rig.).

ISCHIA ISOLAVERDE: Di Donato, Vorzillo, Pistola, Esempio, De Palma, Miranda, Di Bello, Numerato (33’ s.t. Vincenzi), Romano, Passariello (44’ s.t. Agrillo), Coppola (17’ s.t. De Clemente).
In panchina Cappa, Petruccio, Agrillo, Borrelli, De Clemente, Gonzales, Migliaccio, Vincenzi.
All. Numerato

VIRTUS LANCIANO: Felusc (4’ s.t. Spallotta), Pezzella, Felici, Tirinnanzi, Zampa, Carbone, Paternoster, De Renzi (30’ s.t. Cantagallo), Recupero (10’ s.t. Pezone), Tomei, Riitano.
In panchina Spallotta, Cantagallo, Scognamiglio, Pezone, Palladino, Abbuozio, Savioli.
All. Chirico.

ARBITRO: Anna Martone di Castellammare di Stabia (ass. Schettino e Sorrentino di Castellammare di Stabia).
NOTE: ammoniti Di Donato, De Palma, Numerato, Miranda, Carbone, Paternoster. Espulso al 18’ s.t. Zampa.

Nell’ultimo impegno casalingo, l’Ischia supera la Virtus Lanciano grazie ad un calcio di rigore trasformato da Romano dopo venti minuti. I ragazzi di Numerato inizialmente soffrono la vivacità della rivoluzionata formazione ospite, rimpinguata da alcuni elementi della squadra Primavera. Dopo un quarto d’ora i gialloblù prendono le misure e macinano gioco. Romano manca di poco il bersaglio con un tiro in diagonale. Al 20’ l’azione che decide la partita. Lancio di Miranda a favore di Di Bello che crossa dalla destra: Tirinnanzi devia il pallone con una mano e per la signora Anna Martone non ci sono dubbi. Dagli undici metri Romano non sbaglia. Reazione del Lanciano, comunque ben contenuta dalla difesa isolana. Alla mezzora Coppola si invola su lancio di Passariello, assist per Di Bello che arriva con un pizzico di ritardo.
Nel secondo tempo l’Ischia manca ripetutamente il raddoppio. Al 10’ Di Bello raccoglie una respinta del portiere su conclusione di Romano ma, a porta sguarnita, colpisce la traversa. Poco dopo Passariello, ben smarcato in area da Numerato, è tutto solo ma il suo diagonale lambisce il palo (il centrocampista avrebbe potuto servire un paio di compagni liberi). Il Lanciano cambia qualcosa, avanza il baricentro ma a centrocampo Miranda giganteggia e in difesa in particolare De Palma e Pistola fanno buona guardia e il risultato non cambia.
In tribuna diversi osservatori di club della massima serie, tra cui Caffarelli del Napoli. “Peccato, perché i play-off erano alla nostra portata – dice Nando Saturno –. Se pensiamo che abbiamo regalato punti alla Virtus Lanciano all’andata e al fanalino di coda Avellino, il rammarico aumenta. Ma l’importante è aver mantenuto fede al programma iniziale, ovvero la crescita dei giovani”.

  • Pubblicato in Berretti